Sedici buoni motivi per andare in Nuova Zelanda nel 2017: eccoli uno per uno

images/stories/nuova_zelanda/RugbyLeagueHakaPhNewZealandRugbyLeague.jpg

di Angelo Benedetti, Wellington /  Nuova Zelanda

Paesaggi spettacolari e percorsi enogastronomici di tutto rilievo, ma in realtà la Nuova Zelanda è anche un Paese ricco di eventi ed itinerari pensati per deliziare tutti i visitatori. Benessere geotermale o neve, arte o birra, sono ben 16 i motivi per visitare questa straordinaria nazione nel corso del 2017. Ecco perché.

 

(TurismoItaliaNews) Paesaggi davvero mozzafiato, divenuti location ideale per la saga cinematografica “Il Signore degli Anelli”, tanto che sull’isola del nord c’è un tour che inizia nel centro turistico di Matamata e conduce nella fattoria Alexanders scelta per il set. Ma quando si parla di Nuova Zelanda non si può non pensare al rugby, agli All Blakcs e al loro suggestivo ed impressionante rituale in campo, un’autentica leggenda neozelandese; di fatto sono la Nazionale, rappresentano la Nuova Zelanda nel rugby a 15 in ambito internazionale e sono una delle squadre più forti del mondo. E di sicuro anche la più pittoresca! A proposito: in maori si chiamano Kapa whutupaoro uniana.

The Lions Tour
Per chi ama quindi il rugby, anche se nel 2017 non c’è la Coppa del Mondo, visitare la Nuova Zelanda nel mese di giugno e luglio è l’ideale. I Lions giocheranno 10 partite a Whangarei, Auckland, Hamilton, Rotorua, Wellington, Christchurch e Dunedin.

9° World Masters Games
Caratterizzato dalla partecipazione di ancor più atleti rispetto alle Olimpiadi e noto per essere il più grande evento multidisciplinare del mondo, i World Masters Games si tengono ad Auckland dal 21 al 30 aprile 2017. Con età minime per ogni disciplina che vanno dai 27 ai 35 anni, gli sport comprendono tiro con l’arco, atletica, badminton, canottaggio, ciclismo, surf life e sollevamento pesi.

Audi Quattro Winter Games Nz
Gli Audi Quattro Giochi invernali sono in calendario dal 25 agosto al 10 settembre (da ricordare che le stagioni in Nuova Zelanda sono rovesciate rispetto al continente europeo). Richiamando concorrenti di alto livello da Olimpiadi invernali, Paralimpiadi e X Games, i Giochi invernali sono considerati uno dei primi cinque eventi sportivi invernali in tutto il mondo e gli unici nel loro genere nel sud del mondo.

Rotorua Mud Festival
Soprannominata “la città dello zolfo” per la sua intensa attività termale, nella regione di Bay of Plenty, Rotorua è la meta turistica più visitata dell’Isola del Nord ed è conosciuta per la sua cultura Maori, la storia del territorio, i numerosi laghi e geyser ribollenti (il più famoso dei quali è il Pohutu, che arriva fino a 20 metri d’altezza). Adesso questa città famosa per le sorgenti di fango caldo trova un ulteriore spunto di attrazione grazie al Mud Festival che si tiene a dicembre 2017. Il festival si tiene in partnership con la città della Corea del Sud, Boryeong, che attira più di tre milioni di persone per il suo “festival del fango”.

True Food & Yoga
Il nuovo studio True Food e Yoga è l’ultimo arrivato sulla scena del fiorente segmento benessere di Auckland (la cui area metropolitana è la più grande e popolosa del Paese). Situato in un edificio di interesse storico culturale, Hammerheads Building, affacciato su Waitemata Harbour, questo magnifico luogo è ora nelle mani dei ristoratori Nic e Kelly Watt. Da non perdere: qui siamo in una delle più iconiche cornici del lungomare est di Auckland. Lo spazio è stato rivitalizzato con l’intervento dell’architetto Kit Lowe del Waterfall Gunns Lowe, per accogliere due studi, un bistrot, un salone di bellezza, un negozio e una clinica chiropratica. La pietra di basalto originale, finestre in acciaio ad arco e capriate in acciaio sono state “ammorbidite” con l’inserimento di piante, cemento lucido e legno naturale. Accenti gialli deliberatamente rappresentano il Manipura Chakra, il centro di vitalità che incoraggia la fiducia, la felicità e la stabilità. La sua funzione è quella di assorbire nutrienti da cibo e sole, esattamente l’atmosfera pensata per gli ospiti. 

Le location del film Disney “Pete’s Dragon”
“Il drago invisibile” (“Pete’s Dragon”) è il film Disney del 2016 diretto da David Lowery, remake della pellicola “Elliott il drago invisibile” del 1977, che racconta la storia di un ragazzo e del suo drago. Interpretato da Robert Redford e Bryce Dallas Howard, mette in mostra luoghi spettacolari della Nuova Zelanda come Queenstown, Wellington, Rotorua e Southland. Allora perché non vedere il film e poi immergersi dal vero in un itinerario che consente di vivere direttamente le bellezze mostrate dagli occhi del drago Elliot?

Vector Wero Whitewater Park Costato 37 milioni di dollari, il Wero Whitewater Park è il primo parco giochi in Nuova Zelanda, a South Auckland Manukau City, dotato di un fiume artificiale e corsi d’acqua per la ricreazione, gli sport connessi e la formazione di servizi di emergenza, programmi scolastici e lo sviluppo dei ragazzi. E’ già una destinazione turistica di livello mondiale particolarmente apprezzata dai giovani e a dirigere le operazioni c’è il campione olimpico medaglia d’oro Ian Ferguson con il suo team. 

Dalle Alpi all’oceano in bicicletta
Il segreto è svelato con la nuova Alps 2 Ocean Cycleway inclusa negli “Epic Bike Rides of the World” di Lonely Planet. Questa ciclovia di 301 km percorribile in più giorni si rivela un’avventura ambientata in un paesaggio epico che si snoda fra le montagne delle magnifiche Southern Alps e antichissimi laghi alpini scendendo giù per la valle del fiume sino al Pacifico. Un’esperienza memorabile. 

Lusso a 5 stelle nel Paese del vino
Il Marlborough Lodge è una grande tenuta di campagna su 16 acri di parco appartato, situato nel cuore della famosa regione vinicola di Marlborough e promossa come “l'ultimo rifugio nella provincia gourmet della Nuova Zelanda”. Dieci suite moderne sono elegantemente arredate per garantire ogni comfort; non mancano un bar e una splendida sala da pranzo privata che serve cucina locale. Si possono esplorare le delizie gastronomiche della regione con una crociera di lusso o con un gourmet wine and food tour.

Paepae in the Park nel villaggio di Patea
Con l’uscita del commovente film documentario “Poi E” nel 2016, ispirato dal successo internazionale dell’omonimo brano musicale nel 1984 (che aveva risollevato le sorti della città a seguito della chiusura degli impianti di congelamento), il villaggio di Patea situato nella parte meridionale del vulcano Taranaki sull’isola del nord, si è trovato di nuovo sotto i riflettori. A Patea prende vita ogni anno nel fine settimana più vicino al Waitangi Day (6 febbraio) con Paepae nel parco, un festival di musica, cibo e divertimento. Nei mesi estivi più caldi - febbraio e marzo - le spiagge offrono delle belle onde per i surfisti mentre fuori stagione le scogliere si aprono ad una vista unica. Da non perdere le dune nere di Carlyle Beach e il campo da golf a poca distanza.

30° anniversario della New Zealand Cycle Classic
Attraversate le aspre colline delle Rimutakas da Wellington e sarete ricompensati con una vista emozionante sul distretto di Wairarapa, regione caratterizzata da pregiati terreni agricoli e vigneti pluripremiati per le loro produzioni. Ma il Wairarapa è anche sede di una manifestazione ciclistica internazionale annuale, The New Zealand Cycle Classic, che a gennaio del 2017 celebra i suoi trenta anni di divertimento sulle due ruote. 

Dunedin Street Art Trail
Famosa per il suo patrimonio scozzese, la cultura degli studenti e clima frizzante di Otago Harbour, Dunedin è anche sede della prima galleria d'arte e la società d’arte pubblica della Nuova Zelanda. L'Art Trail Dunedin Street è a 90 minuti a piedi sul percorso che si snoda dal porto di Queens Gardens. Gli amanti dell'arte possono sia scaricare la mappa o ottenere la pubblicazione dei luoghi intorno alla città.

Rugby League World Cup
La Nuova Zelanda accoglie nel 2017 un orda di fan della Rugby League, con sette partite importanti valide per la Coppa del Mondo ospitate in quattro diverse città in tutto il Paese. 

Beervana
La birra si rivela grande business in Nuova Zelanda nel periodo di svolgimento di Beervana, la festa più famosa dedicata a questa bevanda che si svolge nel Paese. Per celebrare il liquido ambrato Wellington ospita la sedicesima edizione con birrai che arrivano nella capitale dall’assolata Northland ai più profonde angoli della Southland. E’ l’occasione giusta per scoprire la birra creativa a base di ingredienti fantasiosi, tra cui citronella e lychees. 

Tre feste a base di pesce Nuova Zelanda
I frutti di mare - o Kai Moana come sono conosciuti in lingua Maori - sono uno dei pilastri più deliziosi della cultura culinaria della Nuova Zelanda. Dalle cozze alle paua (abalone), dalle capesante ai gamberi di fiume, immergersi nella delizie oceaniche del Paese non è solo un dovere, ma un vero piacere grazie ai numerose festival dedicati frutti di mare. Ecco i più famosi.

Il Bluff Oyster and Food Festival si tiene nella città di South Island Bluff a maggio 2017.

Il Witianga’s Scallop Festival si svolge ogni settembre e attira grandi nomi chef e musicisti di fama nella North Island. Conosciuta come la capitale mondiale delle cozze Green Shell, l’Havelock’s Mussel and Seafood Festival ogni marzo è all’insegna del divertimento e buon cibo.

The Auckland Arts Festival Tra l’8 e il 26 marzo, la più grande città della Nuova Zelanda è la cornice di una vasta gamma di spettacoli grazie all’Auckland Arts Festival. Dalla danza alla poesia, dalle arti visive al circo, la kermesse è uno dei più grandi festival d'arte nell’emisfero sud, con artisti e pubblico che arrivano da tutto il mondo. Le spettacolari performances multidisciplinari come molti eventi gratuiti sono inclusi nei pacchetti proposti per le famiglie, con spettacoli pensati anche per i più giovani.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...