E’ l’Anno di Göbeklitepe: eventi e conferenze per lo straordinario sito archeologico nell’Anatolia sud-orientale

Stampa
images/stories/turchia/Gobeklitepe02_SitoUnesco_PhTurchiaTurismo.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   Unesco   patrimonio   arte   archeologia   storia   cultura   2019   eventi   Turchia   sito archeologico   Anatolia   World Tourism Unesco   Turismo Culturale   Giovanni Bosi   Gobeklitepe  

Giovanni Bosi, Turchia

Collocato sulle montagne Germuş nell’Anatolia sud-orientale, è uno dei tesori della Turchia. Il il sito archeologico di Göbeklitepe, con le sue monumentali strutture megalitiche tonde-ovali e rettangolari erette dai cacciatori-raccoglitori nell’età neolitica pre-cereana tra il 9600 e l'8200 avanti Cristo sono indiscutibilmente un patrimonio dell’Umanità. Lo ha sancito lo scorso anno l’Unesco e così la Turchia ha deciso di dedicare il 2019 alla valorizzazione di questo straordinario luogo.

 

(TurismoItaliaNews) Monumenti che furono probabilmente usati per rituali di natura funeraria, con suggestivi pilastri a forma di T scolpiti con immagini di animali selvatici, che ci forniscono informazioni prezioso sul modo di vivere e sulle credenze delle persone che vissero nella Mesopotamia superiore circa 11500 anni fa. Un luogo di grande valore documentario oltre che storico e culturale, insomma. E giustamente il 2019 è l’Anno di Göbeklitepe per volontà della Presidenza della Repubblica di Turchia, con la promozione di numerose iniziative.

Eventi e conferenze dedicati si terranno nei prossimi mesi per sottolineare l’importanza di questo sito, la cui scoperta ha rivoluzionato la visione dell'archeologia e del mondo antico e che l’anno scorso è entrato nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Unesco (portando a 18 i siti della Turchia che hanno ricevuto questo importante riconoscimento internazionale). Il sito archeologico di Göbeklitepe si trova a circa 18 km dalla città di Şanlıurfa, nel sud-est della Turchia. “Gli scavi effettuati dall’archeologo tedesco professor Klaus Schmidt, dal 1995 al 2014, hanno permesso di rinvenire il più antico esempio di tempio in pietra del mondo, la cui costruzione iniziò 11.600 anni fa, ben 7.000 anni prima delle Piramidi e 6.000 anni prima di Stonehenge, prima dell’utilizzo degli strumenti metallici e della ruota, prima dello sviluppo dell'agricoltura, quando ancora l’uomo viveva di caccia e raccolta” spiegano da Ankara.

Sembra che proprio l’organizzazione sociale necessaria alla costruzione di questo tempio abbia portato alla nascita di un centro abitativo con la conseguente necessità di sviluppare alcune pratiche agricole. Göbeklitepe ha così profondamente scosso le vecchie teorie sull’archeologia: “Mentre precedentemente si pensava che fossero nate prima le città e poi i luoghi di culto, ora sembra che proprio la religione sia stata la causa dell’organizzazione di un centro abitativo complesso”.

Per saperne di più
La scheda dell'Unesco
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.turchia.it

 

Giovanni Bosi, giornalista, ha effettuato reportages da numerosi Paesi del mondo. Da Libia e Siria, a Cina e India, dai diversi Paesi del Sud America agli Stati Uniti, fino alle diverse nazioni europee e all’Africa nelle sue mille sfaccettature. Ama particolarmente il tema dell’archeologia e dei beni culturali. Dai suoi articoli emerge una lettura appassionata dei luoghi che visita, di cui racconta le esperienze lì vissute. Come testimone che non si limita a guardare e riferire: i moti del cuore sono sempre in prima linea. E’ autore di libri e pubblicazioni.
(A.F.)

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...