Borghi incantati, ecco i luoghi irrinunciabili della Spagna: Bagergue, Briones, Pedraza e Ponte Maceira

images/stories/spagna/PueblosConEncanto2023_Copertina.jpg

 

Eugenio Serlupini

Piccolo è bello. Questo assunto è ormai ampiamente dimostrato, soprattutto quando si parla di piccoli borghi. Luoghi affascinanti dove si “combatte” per essere presenti sullo scenario turistico, in particolare quello internazionale, anche se non hanno nulla da invidiare a città più famose. Come accade per i paesini disseminati nella grande Spagna: Pueblos con Encanto li definiscono. Come ad esempio Bagergue, Briones, Pedraza e Ponte Maceira, rispettivamente nelle zone di Lleida, La Rioja, Segovia e A Coruña. Ecco perché.

 

(TurismoItaliaNews) La promozione dei borghi cosiddetti “minori”, termine che vale soltanto per le dimensioni e non certo per l’importanza che hanno sui territori, può avvenire in molti modi. Anche attraverso il servizio postale: è proprio quello che fa la Spagna, la quale attraverso le Poste diffondono l’immagine dei Pueblos con Encanto, paesini e paesotti che hanno tanto da offrire, in termini di arte, storia, cultura, tradizioni, enogastronomia. E dal 2016 che le Poste di Madrid mandano in circolazione francobolli autoadesivi che simulano vecchie strisce postali, piegati a soffietto dove anche il retro del dentello postale è stampato come se fosse una cartolina. Per il 2023 i protagonisti sono Bagergue, Briones, Pedraza e Ponte Maceira. Conosciamoli meglio…

Bagergue

Nella provincia di Lleida, il pueblo di Bagergue con poco più di 100 abitanti è il più alto della Val d'Aran, a 1.419 metri di quota, nel settore più meridionale della Val d'Unhòla. Nel borgo spicca la chiesa parrocchiale di San Félix, inizialmente romanica del XIII secolo, che ha subito successive trasformazioni fino all’aspetto attuale. Siamo in Catalunya: è un vero piacere È un piacere passeggiare per questo paese di montagna della Val d'Aran e scoprire l'incanto delle sue case di pietra con tetti di lavagna e balconi in legno ornati da fiori o ricoperti da un manto bianco in inverno. Questo paese offre anche altri punti turistici curiosi come il caseificio più alto dei Pirenei o il Museo Eth Corrau, con oltre 2.500 pezzi esposti, come utensili tradizionali; appena al di fuori dal paese vale la pena visitare la Ermita Santa Margalida.

Briones

Briones, nella zona di La Rioja, si trova su una collina alta appena 80 metri, con il suo versante settentrionale tagliato sul fiume Ebro; il suo impianto urbanistico risponde ad una concezione medievale e le sue strade sono ricche di edifici di interesse, motivo per cui il borgo è stato dichiarato complesso storico-artistico. Dal punto di vista dell'architettura popolare, la maggior parte delle costruzioni sono in pietra bugnata, anche se ce ne sono alcuni con struttura e pareti in legno. Data la sua natura medievale, il terzo fine settimana di giugno Briones propone una rievocazione storica che per ricrea la vita di un villaggio castigliano del XIV secolo. È uno spettacolo popolare che vede la partecipazione di ben 50.000 persone e che trova nella cornice architettonica del paese i luoghi giusti per eventi come lo spettacolo che al tramonto, dai balconi del palazzo di San Nicolás, narra eventi storici del XIV secolo; e poi le rappresentazioni dei vari mestieri del tempo (filatrici, tessitori, vasai…) le cui botteghe vengono allestiti nell’atrio dei palazzi, esibizioni di falconeria, duelli tra cavalieri, cerimonie nuziali in perfetto stile medievale…

Pedraza

Pedraza, nella provincia di Segovia, è una città medievale fortificata tra le più belle della Castiglia e León, che, pur nelle sue piccole dimensioni, custodisce una grande bellezza. Questo borgo invita a girovagare e scoprire i suoi angoli più belli: è costellata di palazzi e case nobiliari blasonate, costruite nel XVI secolo; sono presenti anche diverse vestigia della sua parte difensiva del XII e XIII secolo, come le mura, la Puerta de la Villa, il barbacane difensivo che è stato pure utilizzato come prigione pubblica o il castello, nel cui torrione -attualmente museo - il pittore Zuloaga aveva stabilito il suo studio artistico. Da vedere ancge la chiesa di San Juan.

Ponte Maceira

Ponte Maceira è un piccolo borgo, con poco più di 60 abitanti, che si trova nella parrocchia di Portor, appartenente al comune di Negreira, in provincia di A Coruña. Il fiume Tambre attraversa il paese per il quale i ponti sono di grande importanza. Spicca il grande ponte romanico, costruito nel XIII secolo sfruttando i pilastri di un altro precedente ponte romano: si compone di cinque archi e due più piccoli. È anche una tappa obbligata del Camino marítimo de Santiago che collega la città dell'apostolo Santiago con Fisterra.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...