Alta Badia, in fondo è sempre sci: nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco un motivo in più per esserci

images/stories/montagna/AltaBadia_Fondo_01.jpg

 

Nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco, un'infrastruttura del tutto rinnovata. L'Alta Badia, conosciuta per essere la destinazione che offre la massima espressione di momenti di piacere in montagna, propone in inverno molte attività che vanno oltre la pratica dello sci. Tra queste spicca lo sci di fondo, grazie al Centro Fondo Alta Badia.

 

(TurismoItaliaNews) Con l'inizio della stagione invernale, si prepara ad aprire i battenti anche il Centro Fondo Alta Badia, situato in località Armentarola, ai piedi del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies. La pratica dello sci di fondo è un toccasana per le persone. Oltre a mettere in movimento l'intera muscolatura del corpo, attiva anche la mente, essendo uno sport praticabile in mezzo alla natura. Il Centro Fondo Alta Badia propone oltre 26 km di pista e ben quattro piste agonistiche omologate Fis. I tracciati si districano su otto percorsi di diverse difficoltà e sono preparati sia per la disciplina classica, che per lo skating. Questa varietà di percorsi sui quali si può godere di paesaggi mozzafiato con vista su Conturines, Lavarella e Settsass sono uno dei punti forti del Centro Fondo Alta Badia. Da alcuni anni, una forte attrazione è data dalla possibilità di praticare la specialità del biathlon con fucile ad aria compressa. Inoltre, il centro fondo dispone di un campo scuola, dove bambini e adulti hanno la possibilità di avvicinarsi a questo sport, meno conosciuto, ma non meno affascinante.

Alto Adige, in fondo è sempre sci: nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco un motivo in più per esserci

Alto Adige, in fondo è sempre sci: nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco un motivo in più per esserci

Una struttura nuova per il centro fondo, dal sapore ladino
Il Centro Fondo Alta Badia a partire da gennaio 2024 potrà dare il benvenuto ai propri ospiti con una struttura completamente rinnovata e più efficiente. La struttura, che comprende un ristorante, un noleggio sci, la scuola sci e locali che fungono da deposito e parcheggio per i gatti delle nevi, incarna perfettamente l'architettura tipica delle Dolomiti e la cultura ladina, garantendo che si fonda armoniosamente con il paesaggio circostante. Ogni dettaglio è stato curato con attenzione, creando un'atmosfera unica ed autentica. "I materiali utilizzati per la costruzione sono di alta qualità e rigorosamente locali. In questo modo è stato possibile contribuire alla sostenibilità e al rispetto dell'ambiente. Questa scelta non solo preserva la bellezza naturale della zona, ma sostiene anche l'economia locale e la tradizione artigianale. La sostenibilitá, in tutti i suoi quattro concetti fondamentali, è uno dei punti focali dell'Alta Badia, che ha ottenuto nell'agosto 2022 la certificazione Gstc (Global Sustainable Tourism Council)", ci svela Christian Pescollderungg, Presidente della Cooperativa Turistica Alta Badia, ente che detiene la proprietà della struttura e che cura la manutenzione dei vari anelli e delle passeggiate nelle immediate vicinanze. Gli arredamenti dei singoli locali sono stati costruiti con materiali naturali e diverse tipologie di legno, quali larice, abete e cirmolo. Le forme degli arredi richiamano le forme della natura e ricordano i boschi e le Dolomiti.

Lo sci di fondo protagonista di Nos Ladins - Noi Ladini
Nos Ladins – Noi Ladini è il progetto che mira ad avvicinare il turista alle tradizioni e al modo di vivere locale, grazie agli appuntamenti con le persone del posto, che si svolgono durante i mesi invernali, da dicembre a marzo. I protagonisti indiscussi del progetto sono, infatti, accomunati da una profonda passione innata per i luoghi dove sono nati e cresciuti, e per le tradizioni millenarie che contraddistinguono questa cultura. Anche per questa edizione vengono proposte nuove storie e nuove esperienze, da vivere insieme agli ambasciatori ladini, tra questi, Egon Pescollderungg, direttore della Scuola sci di fondo Alta Badia, nata 30 anni fa.

Alto Adige, in fondo è sempre sci: nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco un motivo in più per esserci

Alto Adige, in fondo è sempre sci: nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco un motivo in più per esserci

Egon darà la possibilità ai curiosi di conoscere questa disciplina, di trascorrere due ore all'insegna di sport e natura, con visita al nuovo centro fondo. I partecipanti, insieme ad Egon, scopriranno anche le attività legate allo sci di fondo, come la pratica del biathlon. Gli appuntamenti si svolgono l'11 dicembre, l'8 gennaio, il 5 febbraio, l'11 e il 25 marzo, sempre alle 14. Chi volesse partecipare all'attività legata a Nos Ladins-Noi Ladini deve prenotare il proprio posto entro il giorno prima, presso gli Uffici Turistici dell'Alta Badia, oppure online sul sito www.altabadia.org

Invece, chi volesse migliorare il proprio stile, oppure avvicinarsi per la prima volta a questo sport, può rivolgersi agli istruttori della Scuola sci di fondo Alta Badia. www.scuolafondo.it

I biglietti di entrata al Centro Fondo Alta Badia sono acquistabili direttamente presso il centro fono, oppure online sul sito www.altabadia.org

 

I Macchiaioli a Gubbio

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...