Il calendario gastronomico di Pamplona ha un appuntamento da non perdere in autunno: la Settimana della Cazuelica e del vino

Stampa
images/stories/spagna/PamplonaEntornomurallas01.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   2017   gastronomia   food   Spagna   wines   Navarra   Pamplona   Cazuelica   Los Sanfermines   tori   encierros  

Angelo Benedetti, Pamplona / Spagna

Un'occasione unica per conoscere il carattere della cucina regionale, che in questa epoca caratterizzata dalla fretta, è rimasta relegata in un secondo piano. E’ la Settimana della Cazuelica, la cui sedicesima edizione è in programma a Pamplona dal 6 al 15 ottobre 2017.

 

(TurismoItaliaNews) Un’opportunità per conoscere più approfonditamente e da un punto di vista decisamente gustoso, un altro risvolto del capoluogo della comunità autonoma della Navarra, a 407 km a nord-est di Madrid, lungo la strada per Compostela. Famosa per Los Sanfermines - le feste che Pamplona celebra tra il 6 e il 14 luglio in onore di San Firmino di Amiens, compatrono di Navarra e patrono dell'arcidiocesi di Pamplona e Tudela, e per quella che è l’attività più famosa, l'Encierro, la famosa corsa dei tori, lasciati liberi di correre tra la folla - in realtà la città ha anche molto da offrire negli altri periodi dell’anno.

Come la Settimana della Cazuelica e del vino: in quest'occasione i ristoratori offrono ad un modico prezzo unico saporite pietanze servite nelle tipiche cazuelicas (tegamini di coccio). I piatti tradizionali della cucina di questa regione come il baccalà ajoarriero, l'agnello o il maialino da latte tra gli altri, sono cucinati a fuoco lento e quindi proposti con i vini della Navarra più adatti per l'abbinamento.

L’evento è organizzato dalla Asociación de Hostelería de Navarra ed è patrocinata dal Consejo Regulador de la Denominación de Origen de Navarra, il fornitore ufficiale è la Cooperativa de Hostelería y cuenta e può contare sulla collaborazione del Departamento de Turismo del Gobierno de Navarra, Ayuntamiento de Pamplona e della Sociedad Gastronómica Gazteluleku.

Ma ci sono anche Pinchos e vini: i palati più esigenti si dilettano con le miniature culinarie a base di prodotti tipici della Navarra che ogni giorno propongono i bar di Pamplona. Il centro storico è la zona più rinomata - soprattutto le vie Estafeta e San Nicolás – dove si possono degustare deliziosi stuzzichini anche nelle zone adiacenti e in alcuni altri quartieri.

Pamplona è una città piccola, perciò tutto è relativamente portata di mano. Il centro storico è un ottimo punto di partenza per cominciare a rompere il ghiaccio. La via San Nicolás e i portici della piazza del Castillo sono pieni di bar: questo è il punto nevralgico per l'aperitivo che si può anche prendere, un po' più avanti, nelle vie Jarauta e Caldareria. Per fare le ore piccole, la gente di Pamplona frequenta la zona di San Juan, in cui vi sono varie discoteche e bar con musica per tutti i gusti: jazz, tecno, rock o pop.

Fondata dai romani e solcata dal Cammino di Santiago, Pamplona è oggi una città moderna e accogliente con una vasta offerta di attività: passeggiare tra mura centenarie e vie lastricate, riposare in parchi e dehors, degustare deliziosi stuzzichini detti "pinchos", visitare monumenti ricchi di storia, vedere spettacoli di grande livello o scoprire il gioco della pelota. Inoltre, data la posizione geografica centrale, è perfetta per conoscere comodamente la diversità della regione.

Per saperne di più

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...