Turismo esperienziale nel Nord della Thailandia: viaggio fra tradizioni e natura incontaminata

images/stories/thailandia/NordMercatoGalleggiantePhA_Toso.jpg

di Annarosa Toso, Bangkok / Thailandia

Madre natura è stata generosa con la Thailandia. Le ha regalato un mare fantastico, isole da sogno, vegetazione lussureggiante e quanto di meglio possa desiderare il viaggiatore che parte alla scoperta di questo Paese. Viaggio nel nord del Paese per ritrovare tempi perduti e stili di vita contemporanei.

 

(TurismoItaliaNews) La Thailandia vanta luoghi imperdibili, come le regioni del Nord, così diverse dall'atmosfera frenetica che si vive nelle località di mare e nelle isole. Non solo per il contatto concreto con una natura incontaminata e una vicinanza intensa con la popolazione per capirne abitudini e tradizioni, ma anche per la scoperta di un artigianato realizzato come un tempo, l'assaggio del loro cibo tradizionale, sicuramente più appetitoso di quello servito negli hotel, l'immersione per qualche ora nella vita rurale con il trasferimento da un campo all'altro sopra un trattore, il provare a tessere su un telaio d'altri tempi o il cimentarsi a dipingere su oggetti di ceramica.

E' il turismo così detto esperienziale, che non lascia davvero indifferenti quando l'intrusione nella vita altrui è fatta di leggerezza e rispetto. Le popolazioni rurali si sono industriate per accogliere i turisti che sono una indiscutibile fonte di guadagno. Ma è uno scambio reciproco di cui beneficiano sia i locali che i turisti, ognuno per il proprio verso.

Tra le tappe del nostro viaggio al Nord, la città di Kanchanaburi, le cui montagne segnano il confine con la Birmania e dove scorre il fiume Kwai. Il ponte, distrutto e ricostruito dai prigionieri di guerra in mano ai giapponesi, durante il secondo conflitto mondiale, fu immortalato dal celebre film di David Lean. Oggi il ponte è un'attrazione che attira migliaia di persone, con la imperdibile passeggiata sopra di esso. Il ricordo delle migliaia di vite umane perse per la sua ricostruzione, per lo più, scivola addosso al turista più intento a farsi un selfie con lo sfondo del fiume Kwai, che a ripassare la storia. La navigazione sul fiume regala dei panorami naturalistici straordinari e sempre diversi, in mezzo alla jungla con le montagne che dominano il panorama e con cascate che appaiono improvvisamente durante il percorso. Si pranza su una chiatta che solca il fiume che accoglie i più temerari per un bagno sotto le cascate. E poi un'altra bellissima esperienza: salire alla stazione di Tham Krasae su un antico treno, definito della morte -  ma per amore di cronaca su quel treno non è mai morto nessuno - per arrivare alla stazione di Tha Kilaen su un percorso tanto panoramico quanto adrenalinico.

Chiang Mai è una delle città più importanti per il buddismo di tutto il sud est asiatico. Camminando nelle strette vie della città vecchia si incontrano artigiani famosi per la lavorazione dell'argento e degli ombrelli di carta che qui vengono ancora realizzati come cento anni fa. Non mancano ristorantini e negozietti dove saziare ogni desiderio sia di cibo che di shopping. Ma la sorpresa, dopo la camminata nel cuore della città, è arrivare all'ingresso del Wat Phra Sing, il santuario dove è custodita l'immagine simbolo della città: il sacro Buddha proveniente dallo Sri Lanka e portato in Thailandia nel corso del XIV secolo.

L'antica città di Sukhothai, sito Unesco, fu la prima capitale del Siam e diede origine a quella che è oggi la cultura, la storia, la stessa lingua della popolazione thailandese. Tutto il parco, un complesso templare straordinario che racchiude la storia della vecchia città costruita tra il tredicesimo e il quattordicesimo secolo, regala emozioni indescrivibili. Qui sono visibili le rovine dell'antico palazzo reale che un tempo custodiva una reliquia del Buddha oltre a una serie di siti risalenti a secoli addietro. L'atmosfera è decisamente magica e il giro in bici nel parco, sfiorando i reperti, è una di quelle esperienze che potremmo definire uniche.

Bangkok, città tentacolare, racchiude tutte le caratteristiche di un Paese del sud est asiatico, tra modernità e tradizioni. Oltre 8 milioni di abitanti, Bangkok vanta oltre 300 templi e il superbo Palazzo Reale. Vista dall'alto prima di atterrare, sembra che la città non finisca mai e te ne accorgi quando sei a terra in mezzo al traffico, malgrado l'ampiezza delle strade con un numero incredibile di corsie. A Bangkok, nel monastero buddista più antico della città e tra i più visitati, il Wat Pho, è custodita una statua del Buddha reclinato, una delle più grandi esistenti in Oriente. Ma Bangkok è anche shopping, è vitalità, è il fascino dei mercati sull'acqua, il tour sui canali appena fuori città, il quartiere di Chinatown, le notti trasgressive. Bangkok è una città che non smette mai di stupire il visitatore.

Di templi buddisti, la Thailandia ne vanta molti, più o meno antichi, più o meno carichi d'oro. I più noti sono presi quasi d'assalto dai turisti, altri sono solo luoghi di preghiera e ci rendiamo conto che la nostra presenza altera quella misticità che si respira. Per entrare bisogna togliere le scarpe, esattamente come nelle case dei thailandesi, almeno in quelle rurali che abbiamo visitato. Spesso a ridosso o dentro i templi si incontrano gruppi di monaci di diversa età, alcuni poco più di bimbi, almeno nei nostri canoni. Ci dicono che la vita dei monaci non è più dura come una volta. Il dono del cibo ai monaci è un rito programmato a orari prestabiliti. Sempre coinvolgente attira anche i turisti che spesso lasciano un regalo. Ma la tecnologia è entrata prepotentemente nella vita di molti monaci. Non è raro vedere cellulari, celati, ma non troppo, nelle loro mani. Sono i tempi che cambiano, ma la vista dei gruppi dei monaci con le caratteristiche tonache arancioni, suscita sempre curiosità e simpatia.

Il fam trip è stato organizzato da Tat - Ente del Turismo della Thailandia in collaborazione con i vettori Royal Thai Airways e Bangkok Airways. I servizi a terra sono stati forniti dal Dmc Easy Smile.

Per saperne di più

 

I Macchiaioli a Gubbio

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...