Nelle Isole Svalbard un Oktoberfest alternativo: la festa della birra più a nord del mondo tra aurore boreali e cani da slitta

Stampa
images/stories/norvegia/Svalbard01_PhFrankAndreassen_wwwNordnorgeCom_Longyearbyen.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   viaggi   tour operator   festival   birra   Isole   oceano   2018   Quality Group   nord   settembre   Svalbard   orso polare   Il Diamante  

Sono il regno dell'orso polare e di fatto anche una Destinazione Sostenibile, marchio di qualità dato alle località che lavorano in modo sistematico per ridurre l'impatto negativo del turismo. Nell’immaginario collettivo sono un luogo assolutamente da visitare: fauna unica, natura artica e antiche città minerarie si trovano tutti alle isole, che hanno una bellezza austera e inquietante che è tutta loro. Ora c’è un pretesto in più: la Festa della birra piú a nord del mondo tra aurore boreali e cani da slitta. Dove? Alle Isole Svalbard.

 

(TurismoItaliaNews) Le isole Svalbard si trovano nell'Oceano Artico, A metà strada tra la Norvegia e il Polo Nord, nell'Oceano Artico, le Svalbard affascinano i viaggiatori da sempre.  Qui l'incontaminata natura e la fauna artica sono racchiuse in un ambiente duro ma al tempo stesso estremamente fragile. Oltre a qualche migliaio di orsi polari, le isole sono abitate da circa 3.000 persone, delle quali oltre 2.000 a Longyearbyen, il più grande insediamento e centro amministrativo delle isole.

Questa piccola e colorita comunità si è trasformata da villaggio in una cittadina moderna con diverse imprese e industrie, e con una sorprendente vasta gamma di attività e di eventi culturali, come concerti, spettacoli, festival e mostre. A Longyearbyen ci sono anche diversi bar e ristoranti di alta classe, cosa rara per una località così piccola. In molti ristoranti e locali, alcuni dei quali di alta classe. Qui ci sono anche il ristorante di sushi più a nord del mondo e una fabbrica della birra locale.

Del resto già il significato della parola “Svalbard” è tutto un programma: «fredde coste». Il termine è stato rinvenuto per la prima volta in alcuni testi islandesi del XII secolo. Nonostante il nome, questo arcipelago ha un clima relativamente mite rispetto ad altre aree sulla stessa latitudine. A Longyearbyen, la temperatura media varia dai -14° C d'inverno ai 6° C d'estate. Il modo migliore per raggiungere le Svalbard è l'aereo. Storicamente, sia la caccia alle balene che i finimenti sono stati importanti attività nell'arcipelago, ma oggigiorno tutto gira intorno alla sostenibilità: quasi due terzi della superficie delle Svalbard è protetta, con tre riserve naturali, sei parchi nazionali, 15 santuari di uccelli e un'area a geografia integrata protetta.

Un festival della birra dunque. Ogni anno, durante l'ultimo fine settimana di settembre, a Longyearbyen viene organizzato il Beer Fest, uno speciale “Oktoberfest” nordico per celebrare la birra a Spitsbergen, l’isola più estesa delle Svalbard. Quest’anno si svolge dal 27 al 29 settembre 2018. Per l’occasione, Il Diamante, operatore di Quality Group, specialista del Nord Europa e dell’Artico, ha organizzato un viaggio di 7 giorni/6 notti alle Isole Svalbard per partecipare al Beer Fest più a nord del mondo e per approfittare della stagione autunnale, momento dell’anno che regala alle isole dei colori bellissimi e  che permette di vedere le splendide aurore boreali che illuminano il cielo artico. E sarà anche l’occasione per provare alcuni piatti della tradizione norvegese, dei quali alcuni sono stati rivisitati inserendo tra gli ingredienti anche la birra.

Si parte il 25 settembre con volo di linea da Milano per Tromso, nel nord della Norvegia, bella città con un altrettanto suggestivo fiordo. Nella serata del giorno successivo, partenza per la caccia alle Aurore Boreali, con tanto di nozioni astronomiche e scientifiche per comprendere questo fenomeno. Il terzo giorno partenza in volo per Longyearbyen, capitale artica delle isole Svalbard, dove si trova anche un centro universitario per gli studi artici l’Unis. A un chilometro dal centro di Longyearbyen si trova lo Svalbard Global Seed Vault, il "Deposito sotterraneo globale dei semi di tutte le specie viventi, un importante centro/museo che ha la funzione di fornire una rete di sicurezza contro la perdita botanica accidentale del "patrimonio genetico tradizionale" delle sementi.

E poi si arriva al “clou” del viaggio, con la partecipazione al Beer Fest artico, con degustazione di birre (si può provare anche la birra più amara del mondo) che provengono da tantissimi paesi e di cibo locale. Se ne possono assaggiare oltre 60, tra cui anche l’unica birra locale artigianale prodotta sull’isola di Spitsbergen, a Longyearbyen. Molto interessante leggerne la storia, tenendo conto che soltanto fino a qualche anno fa era vietato produrre birra sulle isole. Per saperne di più

Nel programma, anche una navigazione nell’Isfjorden fino a Berentsburg, ammirando paesaggi straordinari e bellissime Aurore Polari. Non manca un’escursione a bordo di una slitta a ruota trainata da cani husky, oltre a un’altra giornata dedicata al Beer Fest. Quota da 1.970 euro a persona che include il volo a/r da Milano Malpensa, sistemazione in hotel 4* e trattamento di b&b, escursione in bus a caccia di Aurore Boreali a Tromso, 1 escursione Fjord Cruise alle Svalbard, 1 escursione con cani Husky su slitte a ruota alle Svalbard, Partecipazione al Beer Fest, guida esperta in lingua italiana. Quote di iscrizione di 50 euro. Da aggiungere le tasse aeroportuali.

Per saperne di più sulle Isole Svalbard

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...