ANTITRUST Federalberghi insoddisfatta per le decisioni sul caso Booking.com, su Expedia si va avanti

TurismoItaliaNews) “Netta insoddisfazione" di Federalberghi per i provvedimenti dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, che ha concluso l'esame delle clausole contrattuali che limitano la concorrenza sul prezzo e sulle condizioni di prenotazione degli alberghi, ostacolando la possibilità per i consumatori di trovare sul mercato offerte più convenienti. L’Antitrust ha chiuso l'istruttoria per Booking e lasciandola aperta per Expedia.

 

“La decisione – ha confermato il direttore generale di Federalberghi, Alessandro Nucara - lascia in mezzo al guado gli interessi dei consumatori e delle piccole e medie imprese, a tutto vantaggio dei grandi portali. La seconda parte della soluzione lascia a dir poco perplessi, in quanto si muove in direzione opposta alla storia ed al mercato, imponendo inutili complicazioni, promuovendo l'utilizzo di canali di comunicazione obsoleti e finendo col penalizzare i consumatori e le piccole e medie imprese, a tutto vantaggio delle grandi multinazionali dell'intermediazione. Inoltre non si capisce in base a quale criterio venga autorizzato in Italia un comportamento che solo pochi giorni fa è stato duramente censurato dall'Autorità tedesca”.

 

Nel confermare che Federalberghi ed Hotrec proseguiranno la propria battaglia in favore di un mercato più efficiente, ha aggiunto il direttore generale degli albergatori italiani, tutti i consumatori sono invitati a “farsi furbi e ad adattare il proprio comportamento al nuovo scenario. Non accontentarsi quindi del prezzo pubblicato dai portali, ma controllare il sito dell'albergo o telefonare, per verificare la disponibilitù di prodotti particolari e di altre soluzioni più vantaggiose che spesso sono disponibili e che queste regole astruse ci impediscono di pubblicizzare in maniera esplicita”.

 

Le decisioni assunte dalle tre autorità sono impugnabili davanti ai tribunali amministrativi dei diversi Paesi. La materia è al primo punto dell'ordine del giorno dell'assemblea di Hotrec, la confederazione degli albergatori europei, che si riunisce in Lussemburgo il 23 e 24 aprile e costituirà oggetto di ulteriore approfondimento in seno agli organi di Federalberghi.

Da parte sua Expedia, a seguito della decisione dell'Antitrust sul caso Booking.com, ha “preso atto delle dichiarazioni rese in data odierna da parte delle autorità garanti della concorrenza francese, italiana e svedese. Tali dichiarazioni si riferiscono specificamente a Booking.com nell'ambito dei paesi di cui sopra e non si applicano pertanto a Expedia. Dal canto suo Expedia può confermare comunque che è in corso un dialogo costruttivo con le autorità garanti della concorrenza dei tre Paesi, al fine di risolvere tali questioni”. “Gli accordi di Expedia con i suoi hotel partner oggetto di indagini in corso – aggiunge il gruppo - rientrano nella soglie di sicurezza previste dalla regolamentazione europea. Tuttavia, Expedia spera di giungere nel prossimo futuro ad una soluzione i cui termini soddisfino gli obiettivi di tutte le parti".

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...