La Basilicata ad Expo 2015, il connubio tra tecnologia e tradizione è il filo conduttore scelto dalla Regione

Il connubio tra tecnologia e tradizione è il filo conduttore dell’allestimento scelto dalla Regione Basilicata per mostrarsi al grande pubblico.

 

(TurismoItaliaNews) Il connubio tra tecnologia e tradizione è il filo conduttore dell’allestimento dello spazio espositivo della Basilicata nel Padiglione Italia dell’Expo 2015. Il taglio del nastro sulle note dell’inno per la Basilicata “Matera 2019- capitale europea della cultura”, eseguito dai Tarantolati di Tricarico. “Provo orgoglio per come la Basilicata – ha detto il presidente della Regione, Marcello Pittella - è rappresentata qui nell’Expo e per l’ottimo lavoro di team messo in campo. Lavoriamo da tempo nel campo dell’innovazione e della ricerca ma è importantissima anche la creatività che oggi mettiamo in mostra e che dobbiamo sollecitare nei giovani, che devono esprimere il loro estro e la loro intelligenza”.

 

L’uso virtuoso dei saperi unito alla tecnologia è il concetto sottolineato da Patrizia Minardi, dirigente dell’ufficio Sistemi turistici che ha presentato lo spazio espositivo della Basilicata, aperto fino al 23 maggio. A fare da sfondo sono le foto della Cripta del Peccato Originale, suggestiva chiesa rupestre di Matera, il logo claime “Our water your life” e le immagini su Leonardo Sinisgalli, Carlo Levi e Isabella Morra. Ma emerge anche la tradizione rivisitata con “La valigia dell’artista”, scultura di arte moderna del Consorzio Casa Cava, e un cupa cupa, un campanaccio e un pezzo del Carro trionfale della Bruna. Le librerie tematiche rappresentano piccole parti di Lucania 61 di Carlo Levi, tesori e cultura della Basilicata. Spiccano piccoli oggetti scelti dai sindaci e i video proiettati sulle pareti che rappresentano le singole realtà locali. Un’altra libreria racconta le tradizioni enogastronomiche: il vino, l’acqua, l’olio, la pasta, i peperoni cruschi e tutto ciò che viene dalla terra, e poi la lana e i tessuti grezzi.

Un angolo particolarmente suggestivo è dedicato al cinema e racconta l’occhio particolare che la settima arte ha mostrato verso la Basilicata. Un esempio sono le scene di Lucania 61 di Carlo Levi, materiale concesso dalla Cineteca lucana di Oppido, così come le macchine prelumiere 16 millimetri e la cinepresa con cui Pasolini ha girato il “Vangelo secondo Matteo”, e ancora le foto di Domenico Notarangelo. Il patrimonio naturalistico della Basilicata è contenuto in un’altra libreria, dove i Parchi e il paesaggio sono i protagonisti insieme all’acqua, realizzati anche da giovani lucani che si sono cimentati grazie alle azioni messe in campo per lo start up del cinema. C’è anche un angolo che ricorda la Basilicata più antica con i suoi marchi, che risale al 1906.

 

E’ orgoglioso, Raffaele Rinaldi, capo di gabinetto del presidente che ha coordinato le iniziative per Expo 2015, il quale ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile questa esperienza, e che con orgoglio, passione, competenze e professionalità vi hanno lavorato. “Abbiamo contribuito a rappresentare le Regioni italiane, la Basilicata ha dimostrato grande coesione per l’organizzazione di questo evento, abbiamo tutte le carte vincenti per non essere secondi a nessuno”.

 

E nello Spazio Mondadori a Milano, per la presenza della Basilicata ad Expo 2015, è stata proposta una degustazione di prodotti tipici lucani. In questa occasione sono state distribuite le specialità da forno Di Leo Pietro Spa presentate nel padiglione della Basilicata di Expo 2015; in particolare, a sottolineare il connubio della Basilicata fra food, creatività e cultura sono stati proposti i Caveosi, nati per la candidatura di Matera a capitale europea della cultura 2019; sono ispirati al tipico Sasso Caveoso di Matera e fortemente legati al territorio lucano, non soltanto nel nome ma anche negli ingredienti utilizzati. “Siamo lusingati – ha commentato Pietro Di Leo - di essere tra gli ambasciatori del territorio lucano nella cornice dell’Expo, il più grande evento mai realizzato sul tema dell’alimentazione e della nutrizione. Ospitando la prossima Capitale europea della cultura la Basilicata sarà sin d’ora sotto i riflettori di tutto il mondo”. Si tratta di un elemento cardine della strategia di tutto l’Expo Milano 2015: coniugare food, creatività, cultura, benessere alimentare.

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...