Tourisma: archeologia, arte, ambiente e turismo sostenibile danno appuntamento al Salone internazionale dell'Archeologia

Stampa

Alberto Angela, Luciano Canfora, Valerio Massimo Manfredi, Franco Cardini, Pupi Avati sono solo alcuni dei personaggi di spicco che interverranno a “tourismA 2016”, il Salone internazionale dell’Archeologia rivolto alle realtà culturali ed economiche attive nel settore archeologico-artistico-monumentale. L’appuntamento con la seconda edizione, organizzata da Archeologia Viva (Giunti Editore) in collaborazione con FirenzeFiera è al Palazzo dei Congressi di Firenze dal 19 al 21 febbraio 2016.

 

(TurismoItaliaNews) Oltre al Salone espositivo, animato da enti locali, poli museali, fondazioni culturali, destinazioni turistiche e tour operator, il Palacongressi per tre giorni ospiterà un fitto programma di convegni, incontri e workshop, tutti con ingresso libero e gratuito, incentrati sulla scoperta e la valorizzazione dei beni culturali con interventi di personalità note come l’archeologo più famoso d’Italia, Paolo Matthiae, celebre scopritore di Ebla, e Luciano Canfora, uno dei più grandi storici viventi, solo per nominarne alcuni. Ospite d’onore di “tourismA 2016” è l’archeologo Andrea Carandini che aprirà il XII Incontro Nazionale di Archeologia Viva con una lectio magistralis sulle origini di Roma alla luce delle più recenti scoperte, mentre il regista Pupi Avati interverrà per ricevere il Premio “R. Francovich” dalle mani del ministro Dario Franceschini: l’ambito riconoscimento (intitolato al noto archeologo fiorentino scomparso nel 2007) è conferito dalla Società degli Archeologici Medievisti Italiani per i meriti nella comunicazione di contenuti storico-scientifici verso il pubblico dei non specialisti.

 

Il Salone Internazionale dell'Archeologia è rivolto a tutte le realtà culturali ed economiche attive nel settore archeologico-artistico-monumentale: istituzioni di ricerca pubbliche e private, parchi e musei, enti di promozione, operatori turistici, categorie professionali, associazionismo.

Si affronteranno temi di attualità sul destino dei beni storico-archeologici in aree di conflitto, con un tributo al direttore di Palmira, barbaramente assassinato dall’Isis in Siria con l’intervento proprio di Paolo Matthiae “Fiamme sul Vicino Oriente antico: il punto della situazione. In memoria di Khaled al-Assad” e “La sfida per salvare i tesori dell’arte dall’Isis” del giornalista Viviano Domenici. L’incontro “Archeologia fra identità e conflitti: Petra come osservatorio internazionale”, vedrà la partecipazione di Emad N. Hikazeen, direttore del Petra Archaeological Park. In collaborazione con Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto verrà presentato l’eccezionale documentario: “Khaled al-Asaad: quel giorno a Palmira” di Alberto Castellani. Non mancherà un approfondimento sulla comunicazione digitale dei beni culturali con il workshop Archeosocial su come comunicare l’archeologia tramite social media e piattaforme web, organizzato da un gruppo di giovani bloggers, e il workshop Digital storytelling: supporti multimediali alla narrazione nei musei, a cura dell’Associazione Prisma.

Egitto e Sudan saranno protagonisti di due interventi molto attesi: “Tra passione e ricerca scientifica: viaggio nella terra del Nilo con il Museo Egizio di Firenze” dell’egittologa Maria Cristina Guidotti, direttrice del Museo Egizio di Firenze, promosso dall’Ente del Turismo Egiziano in collaborazione con l’Agenzia Viaggi Rallo, che da oltre 25 anni organizza i Viaggi di Archeologia Viva, e “Sudan. Il regno dei faraoni neri” organizzato dal tour operator I Viaggi di Maurizio Levi. Si parlerà di turismo archeologico e culturale con la tavola rotonda “Il piacere della storia” organizzata da Marxiano Melotti, docente di turismo archeologico all’Università di Milano Bicocca, mentre Giuliano Volpe presiederà il convegno “Vecchi musei e nuovi direttori”, a cui partecipano i quattro giovani direttori da poco nominati alla guida dei musei archeologici nazionali di Taranto, Napoli, Reggio Calabria e del Parco archeologico di Paestum.

 

Verranno presentati gli ultimi sensazionali ritrovamenti dell’anfiteatro romano di Volterra e la scoperta di monete d’oro tardoantiche su cui aleggia l’ombra del Conte di Montecristo, nei due convegni organizzati dalla Soprintendenza Archeologia della Toscana: Toscana archeologica e Il tesoro di San Mamiliano.

Due scorci di Ebla, in Siria, prima del divampare della guerra in corso nel Paese. TurismoItaliaNews.it ha realizzato un videoreportage nel sito archeologico

Sarà sempre “tourismA” l'occasione per presentare le più importati scoperte degli ultimi tempi, a partire da quella di Homo naledi, la nuova specie di ominide rinvenuta in Sudafrica di cui parlerà l’antropologo Damiano Marchi. E poi comunicazioni e convegni sull’attività delle Missioni archeologiche italiane all’estero (Albania, Egitto, Kurdistan iracheno, Afghanistan, Georgia, Tunisia, Palestina, Creta); la sensazionale scoperta dell'Anfiteatro romano di Volterra; le ricerche nelle alte profondità del Mediterraneo; gli scavi a Cartagine… Un momento particolare sarà riservato a Khaled al-Asaad, l’archeologo di Palmira ucciso dall’Isis, la cui figura verrà ricordata da Paolo Matthiae, lo scopritore di Ebla, e da un documentario del regista Alberto Castellani con l’ultima intervista a questo vero eroe del nostro tempo.

 

L’inaugurazione ufficiale di “tourismA 2016” è in programma giovedì 18 febbraio nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio alla presenza del sindaco di Firenze Dario Nardella e con una conferenza di Louis Godart, consigliere culturale del Presidente della Repubblica, dedicata alla Grecia antica (occorre prenotazione).

 

Per saperne di più
Info tel. 055-5062302
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.tourisma.it

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...