Rolli Days Maggio 2019, a Genova aprono i battenti i Palazzi fastosamente decorati e ricchissimi di storia

Stampa
images/stories/liguria/Genova10_PhComuneGenova_StefanoGoldbergPublifoto.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   Unesco   Genova   Liguria   2019   beni culturali   maggio   visite   elenco   Rolli Days   Rolli   Palazzi dei Rolli  

Si rinnova l'appuntamento con il tesoro di Genova. Sabato 4 e domenica 5 maggio 2019 i Rolli Days di Genova aprono i battenti nella loro formula tradizionale: 31 palazzi del centro storico, fastosamente decorati e ricchissimi di storia e di storie, accoglieranno i visitatori per svelare i segreti di cinquecento anni di storia della città e delle sue famiglie.

 

(TurismoItaliaNews) Come ogni anno, la visita alle strutture aperte per i Rolli Days sarà facilitata dalla presenza di divulgatori scientifici, che illustreranno le storie di arte, cultura e vicende genovesi che sono racchiuse fra gli affreschi, le decorazioni e le straordinarie architetture aperte al pubblico. La scelta di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Università di Genova e Comune di Genova è valorizzare la professionalità e le competenze di giovani studiosi, selezionati a livello nazionale attraverso un apposito bando. Fra gli oltre mille curriculum inviati da giovani studiosi provenienti da tutta Italia, si sta creando una formidabile squadra di talenti, che racconterà il patrimonio Unesco di Genova.

Il sito Unesco di Genova. I Palazzi dei Rolli sono un insieme di palazzi nobiliari che, con decreto del Senato della Repubblica, dal 1576 vennero inseriti in speciali registri, i "Rolli degli alloggiamenti pubblici". Scelti con sorteggio per accogliere visite di stato, poiché non era consentita l'ospitalità in Palazzo Ducale, residenza del Doge della Repubblica e sede del governo, i proprietari dei palazzi erano quindi obbligati a ricevere i prestigiosi e potenti ospiti della Repubblica, facendosi carico di tutte le spese di rappresentanza. Si diffuse così in tutta Europa un modello architettonico e una cultura residenziale innovativa e di altissimo livello.

Un numero significativo di questi palazzi sorge lungo le Strade Nuove: le attuali Via Garibaldi (Strada Nuova o Strada Aurea), via Cairoli (Strada Nuovissima) e Via Balbi, furono create fra il Cinquecento e il Settecento, sulla base di specifiche operazioni urbanistiche di iniziativa pubblica o privata (nel caso dei Balbi), per dare alla città assi viari più ampi, ma soprattutto prestigiosi percorsi di rappresentanza.

Ecco i palazzi aperti dalle 10 alle 19 - ultimo ingresso 18.30:

Palazzo Antonio Doria poi Spinola – Largo Lanfranco 1– interni visitabili

Palazzo Giorgio Spinola – Sal. S. Caterina 4 - atrio visitabile

Palazzo Tommaso Spinola – Sal. S. Caterina 3 - atrio visitabile

Palazzo Pantaleo Spinola – Via Garibaldi 2 - interni visitabili

Palazzo Franco Lercari (Parodi) – Via Garibaldi 3 - interni visitabili

Palazzo Tobia Pallavicino - Via Garibaldi 4 – interni visitabili

Palazzo Angelo Giovanni Spinola - Via Garibaldi 5 – atrio visitabile P

alazzo G.Battista Spinola - Via Garibaldi 6 – atrio visitabile

Palazzo Nicolosio Lomellino - Via Garibaldi 7 –
visite guidate agli interni e al giardino segreto a tariffa ridotta

Palazzo Nicolò Grimaldi (Musei di Strada Nuova - Palazzo Tursi) - Via Garibaldi 9 – interni visitabili
Ingresso gratuito

Palazzo Ridolfo Maria e Gio Francesco I Brignole Sale (Musei di Strada Nuova - Palazzo Rosso) - Via Garibaldi 18 interni visitabili
Orario: sabato e domenica 10 - 18.30. Ingresso ogni 40 minuti per gruppi di 20 persone previa prenotazione il giorno stesso c/o il bookshop, via Garibaldi 25r. - Ingresso gratuito

Palazzo Luca Grimaldi (Musei di Strada Nuova - Palazzo Bianco) - Via Garibaldi 11 – interni visitabili ore 10 - 18.30.
Ingresso gratuito

Palazzo G. Grimaldi (Palazzo della Meridiana) - Salita San Francesco 4 Atrio e Salone del Colonnato visitabili dalle ore 10 alle ore 19
con ingresso libero Salone del Cambiaso visitabile dalle 12 alle 19 con biglietto € 3. Mostra “Caravaggio e i Genovesi” dalle 10 alle 19 con biglietto d’ingresso ridotto € 8. Possibilità di visitare il Salone del Cambiaso e la mostra "Caravaggio e i Genovesi" con un biglietto cumulativo a € 10.

Palazzo Gio Carlo Brignole (Durazzo) – Piazza della Meridiana 2 – interni visitabili

Palazzo Stefano Lomellini (Palazzo Doria Lamba) - Via Cairoli 18 – atrio visitabile

Palazzo Gio Francesco Balbi - Via Balbi 2 - interni visitabili

Palazzo G. e P. Balbi (Università degli Studi di Genova) - Via Balbi 4 - interni visitabili

Palazzo dell’Università (ex collegio dei Gesuiti - Università degli Studi di Genova) - Via Balbi 5 - interni e Orto Botanico visitabili

Palazzo Stefano Balbi (Museo di Palazzo Reale) - Via Balbi 10 – interni visitabili
Ingresso libero – orari sabato e domenica 13.30-19

Palazzo Cesare Durazzo - Via del Campo 12- interni visitabili Palazzo Centurione (Pitto) - Via del Campo 1- interni visitabili

Palazzo F. Grimaldi (Galleria Nazionale Palazzo Spinola) - Piazza Pellicceria 1 – interni visitabili
Ingresso libero – orari sabato 8.30-19.30 - domenica 13.30-19.30 Palazzo Nicola Grimaldi - Vico San Luca 2 – interni visitabili

Palazzo Ambrogio Di Negro – Via San Luca 2 – interni visitabili

Palazzo De Marini Croce – Piazza De Marini, 1 - atrio visitabile

Palazzo Gio Vincenzo Imperiale - Piazza Campetto 8 – interni visitabili
La visita comprende la mostra "La Gerusalemme Liberata e il ritorno di Gio. Vincenzo Imperiale"
Ingresso 3 euro con visita guidata

Palazzo Sauli De Mari (del Melograno) – Piazza Campetto 2 - interni visitabili

Palazzo Doria Carcassi – Via D. Chiossone 10 (Fondazione Carige) – interni visitabili

Palazzo Cattaneo della Volta – Piazza Cattaneo 26 - interni visitabili (con guide turistiche)

Palazzo Franzone Spinola - Via Luccoli 23 – interni visitabili (con guide turistiche)

Palazzo De Franchi – Piazza della Posta Vecchia 2 (con guide turistiche)

Per saperne di più
www.visitgenoa.it
www.rolliestradenuove.it

In apertura: foto Comune di Genova - Stefano Goldberg Publifoto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...