A Konya, nel cuore dell’Anatolia, la cerimonia di Şeb-i Aruz: la danza dei dervisci rotanti è Patrimonio dell’Umanità

images/stories/turchia/Mevlevi_SemaCeremony01_Turchia.jpg

Eugenio Serlupini, Istanbul / Turchia

I Mevleviye sono famosi per le loro danze vorticose. Dopo un digiuno consigliato di diverse ore, i vortici iniziano a ruotare sui loro piedi sinistri con brevi colpi di scena, usando il piede destro per guidare i loro corpi attorno al piede sinistro. Il corpo del vortice è pensato per essere flessibile, con gli occhi aperti ma sfocati in modo che le immagini diventino sfocate e fluenti. A Konya, nel cuore dell’Anatolia, dal 7 al 17 dicembre 2019 si tiene la cerimonia di Şeb-i Aruz, punta di diamante dell’ordine ascetico sufi e della Sema.

 

(TurismoItaliaNews) Uno spettacolo impressionante per chi osserva. Loro sono i dervisci e la Sema è la cerimonia sufi eseguita come “dhikr”: letteralmente Sema significa “ascolto” mentre “dhikr” vuol dire “ricordo”. Il rituale, formato da 7 parti ognuna con un significato diverso, si esplica nell’interpretare canti spirituali della tradizione religiosa che derivano da significati di fede, suonare strumenti, ballare, recitare poesie e preghiere, indossare abiti simbolici e anche dell’altro. In concreto rappresenta una forma di adorazione particolarmente popolare nel sufismo. E l’Unesco nel 2008 ha voluto identificare la cerimonia Mevlevi Sema della Turchia come uno dei capolavori del patrimonio orale e immateriale dell'Umanità.

A Konya, nel cuore dell’Anatolia, la cerimonia di Şeb-i Aruz: la danza dei dervisci rotanti è Patrimonio dell’Umanità Unesco

A Konya, nel cuore dell’Anatolia, la cerimonia di Şeb-i Aruz: la danza dei dervisci rotanti è Patrimonio dell’Umanità Unesco

L’evento di Konya, in calendario a dicembre, attira ogni anno centinaia di spettatori per il suo profondo significato religioso e pure per la sua spettacolarità. Proprio a Konya nel 1273 è stato fondato l’ordine ascetico sufi Mevleviye e da qui si è diffuso gradualmente in tutto l'Impero ottomano. Oggi il Mevleviye può essere trovato in molte comunità turche in tutto il mondo, ma i centri più attivi e famosi dell'attività dell'ordine sono oltre che a Konya anche ad Istanbul. In particolare durante le cerimonie danzanti viene suonato un repertorio musicale particolare. Basato su quattro sezioni di composizioni sia vocali che strumentali, è eseguito da almeno un cantante, un suonatore di flauto chiamato Neyzen, un kettledrummer e un suonatore di piatti. I ballerini erano soliti ricevere 1.001 giorni di addestramento solitario all'interno delle case dei mevlevi (mevlevihane), dove si imparava l'etica, i codici di comportamento e le credenze praticando la preghiera, la musica religiosa, la poesia e la danza. Dopo questo addestramento, rimanevano membri dell'ordine ma tornavano al loro lavoro e alle loro famiglie.

La stessa Konya è un luogo di grande interesse, culla di molte civiltà e centro di cultura e politica durante il periodo di Seljuks. Durante il XII e il XIII secolo la città è stata la capitalee molti edifici pubblici sono stati costruiti in quel tempo propondo sculture in pietra selgiuchide. Seljuks ha creato un mondo artistico unico con collegamenti culturali che si estendono dal cuore dell'Anatolia all'Asia centrale, al Medio Oriente e alle rive del Mediterraneo: Konya è l'esempio significativo di questo mondo. La fortezza esterna e la Moschea Alaaddin, la Madrasa di Sirçali, molte piccole moschee e tombe sono esempi di elementi architettonici selgiukiani di Konya.

Per saperne di più

Foto Ufficio del Turismo della Turchia

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...