Restrizioni ai viaggi nel dopo-Covid19, l'Unwto: “L'Europa guida cautamente il riavvio del turismo”

images/stories/turisti/Turismo06.jpg

Le restrizioni ai viaggi, introdotte in risposta alla pandemia di Covid-19, vengono lentamente allentate, consentendo al turismo di ricominciare in un numero crescente di destinazioni. L'ultima ricerca dell'Organizzazione mondiale del turismo (Unwto) mostra che il 22% di tutte le destinazioni in tutto il mondo (48 destinazioni) ha iniziato ad allentare le restrizioni, con l'Europa all'avanguardia. Allo stesso tempo, tuttavia, il 65% di tutte le destinazioni in tutto il mondo (141 destinazioni) continua ad avere i confini completamente chiusi al turismo internazionale.

 

(TurismoItaliaNews) In quanto agenzia specializzata delle Nazioni Unite per il turismo, l'Unwto ha monitorato le risposte alla pandemia dall'inizio della crisi attuale. Questo ultimo aggiornamento - la quinta edizione di “Covid-19. Restrizioni di viaggio correlate: una rassegna globale per il turismo” - mostra che il settore si sta lentamente riavviando, sebbene questo riavvio sia significativamente più pronunciato in alcune regioni globali.

Restrizioni ai viaggi nel dopo-Covid19, l'Unwto: “L'Europa guida cautamente il riavvio del turismo”

Restrizioni ai viaggi nel dopo-Covid19, l'Unwto: “L'Europa guida cautamente il riavvio del turismo”

“Il riavvio del turismo è di vitale importanza per i mezzi di sussistenza, per le imprese e per le economie nazionali – commenta il segretario generale dell'Unwto, Zurab Pololikashvili - quest'ultima panoramica delle restrizioni sui viaggi globali mostra che un numero crescente di destinazioni sta cominciando ad allentare le restrizioni introdotte in risposta alla pandemia. Questo viene fatto in modo responsabile e misurato. Tuttavia, questa crisi non è finita. L'Unwto continuerà a collaborare con i nostri Stati membri in tutto il mondo per mitigare l'impatto della pandemia e per garantire che, quando sarà il momento giusto, il turismo possa contribuire a favorire una ripresa responsabile e sostenibile”.

I viaggi internazionali in Europa riprendono mentre altre regioni rimangono chiuse Secondo l'Organizzazione mondiale del turismo, a partire dal 15 giugno il 22% di tutte le destinazioni (48 destinazioni) ha ora alleggerito le restrizioni sui viaggi, solo il 3% (7 destinazioni) il 18 maggio. Le destinazioni che hanno agevolato le restrizioni di viaggio per i turisti includono:
-37 destinazioni in Europa, tra cui 24 dei 26 Stati membri Schengen;
-6 destinazioni nelle Americhe, di cui 5 in piccole isole in via di sviluppo;
-3 destinazioni in Asia e nel Pacifico, di cui 2 in piccole isole in via di sviluppo;
-2 destinazioni in Africa.

Restrizioni ai viaggi nel dopo-Covid19, l'Unwto: “L'Europa guida cautamente il riavvio del turismo”

Allo stesso tempo, il rapporto sulle restrizioni di viaggio chiarisce che molte destinazioni stanno mantenendo un approccio cauto per eliminare o allentare le restrizioni sui viaggi. Al 15 giugno, il 24% di tutte le destinazioni in tutto il mondo (51 destinazioni) ha subito restrizioni di viaggio per 19 settimane e il 37% (80 destinazioni) per 15 settimane. In totale, il 65% delle destinazioni in tutto il mondo (141 destinazioni) continua a chiudere completamente i propri confini. In Africa, la percentuale di destinazioni in cui i confini rimangono chiusi ai turisti si attesta ora all'85%. Nelle Americhe, il 76% delle destinazioni mantiene la chiusura completa delle frontiere, così come il 67% delle destinazioni in Asia e Pacifico e il 92% delle destinazioni in Medio Oriente. In Europa, queste chiusure di frontiera complete sono ora ridotte al 26% di tutte le destinazioni.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...