Roma: per il Tevere si pensa alla candidatura a Patrimonio dell’Umanità, la proposta lanciata durante il Wte Unesco

Stampa
images/stories/roma/Roma_Tevere01.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   roma   candidatura   fiume   2020   World Tourism Event   Wte   Wte Unesco   Salone mondiale   Tevere  

Una candidatura straordinaria: quella del tratto laziale del fiume più importante del mondo, il Tevere, il fiume di Roma, come patrimonio dell'umanità Unesco. L'obiettivo è stato presentato in occasione della giornata inaugurale del Salone Mondiale Città e Siti Unesco, World Tourism Event nella Capitale.

 

(TurismoItaliaNews) Negli ultimi anni si è finalmente riaccesa l’attenzione dei cittadini e delle istituzioni sul fiume Tevere, inteso come risorsa naturalistica, ambientale, paesaggistica, culturale, turistica, sportiva e ricreativa. L'annuncio della candidatura, fatta dall’associazione Tevere Day e condivisa nelle finalità dalla Regione Lazio, tesaurizza e amplifica l'impegno di tantissime Associazioni di cittadini ed Enti che da anni svolgono un lavoro esemplare sul Tevere, tra cui Agenda Tevere, la Discesa Internazionale del Tevere (Ddit), Tevereterno, l’Autorità Distrettuale per il Bacino Centrale, l’Associazione Isola Tiberina, i Circoli remieri storici. La presentazione della candidatura è avvenuta nella cornice della conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sottosegretario all'Ambiente, Roberto Morassut, il delegato del Sindaco di Roma per la riqualificazione del Tevere, Silvano Simoni, e il presidente del Tevere Day, Alberto Acciari. “Il Tevere è il nostro più antico monumento, è la culla della civiltà occidentale e per questo scorre nelle vene di tutti, attraversando millenni di storia e cultura, risultando essere il fiume più importante al mondo” è stato osservato.

Roma: per il Tevere si pensa alla candidatura a Patrimonio dell’Umanità, la proposta lanciata durante il Wte Unesco

Il 4 ottobre 2020 si svolge la seconda edizione del Tevere Day. Un evento previsto interamente all'aperto, nel massimo rispetto delle leggi in vigore sulle distanze di sicurezza. Per oltre 8 km, le sponde del Tevere diventeranno il teatro a cielo aperto dell'amore dei cittadini per il loro fiume, della loro operosità sociale, della voglia di ripartire, con l'obiettivo di coinvolgere la comunità sull’esigenza di tutelare un patrimonio immenso quale quello del Tevere. Una giornata di impegno, e di festa, a cui hanno aderito quest’anno, nonostante il freno del Covid, 67 fra associazioni, enti, federazioni, per mettere in risalto i tanti luoghi della cultura, i tanti siti che si snodano lungo il corso del fiume.

Numerose le attività nel programma del Tevere Day 2020:
-ambientale, da quella di Marevivo a quella della Regione coi suoi Parchi Regionali che dedicano la giornata al fiume, dall’Orto Botanico, all’iniziativa Clean Up di pulizia delle acque e delle sponde in accordo con Ama;
-archeologica, dall’apertura dei meravigliosi scavi di Emporium a Testaccio condotti dalla Sovrintendenza nazionale, alle cripte sotto l’Ospedale Fatebenefratelli curate dalla Confraternita Sacconi Rossi, ai locali del vecchio Ospedale Israelita e della vecchia Sinagoga;
-artistica, dalla mostra fotografica “Oltre il Fiume” realizzata da Photo Tales, alla presentazione del bellissimo libro “Tevere Nostrum” di Erasmo d’Angelis, alle passeggiate cine- letterarie di Roma Slow Tour per mettere in mostra come il Tevere sia stato immortalato dal cinema e dalla letteratura, ai concerti delle bande popolari, alla performance letteraria delle “Donne di carta”;
-storica, dalle passeggiate del Touring Club per illustrarla, al racconto di Stefano Caviglia su storie e leggende del Tevere, all’attività dei Circoli storici (Aniene, Roma, Tevere Remo, Tirrenia Todaro, Lazio);
-economica, con i barconi che accompagnano famiglie e turisti alla scoperta della storia lungo le sponde e la riproposizione delle vecchie usanze alimentari romane da trovare nelle apette “street food”; sportiva, dalle esibizioni dei campioni di skate e pattini a rotelle ai corsi di calcio, canottaggio, paddle e minitennis, al tiro alla fune, allo yoga, pilates, fitness, alle discese in canoa, rafting, canottaggio, bici e bocce.
Il Tevere merita di essere vissuto così come lo sono i fiumi delle grandi capitali europee, dalla Senna al Reno al Danubio, non a caso già riconosciuti come patrimoni Unesco: navigabile nei tratti dove è ancora possibile, fruibile, con acque e sponde pulite, protette, sicure, con un Museo che ne esalti civiltà e storia.

Roma: per il Tevere si pensa alla candidatura a Patrimonio dell’Umanità, la proposta lanciata durante il Wte Unesco

“La Regione Lazio, in questi anni, ha lavorato a un progetto organico di riqualificazione del Tevere, sia con risorse del bilancio sia con accordi con soggetti pubblici e privati, associazioni ed enti, mossi dalla stessa convinzione, che sia uno dei fiumi più importanti del mondo, per la storia che scorre lungo le sue sponde, per le sue potenzialità, poco sfruttate e valorizzate fino ad oggi – ha osservato l’assessore al Bilancio e Patrimonio, Alessandra Sartore della Regione Lazio in un messaggio inviato alla conferenza sul Tevere Day all’interno del Wte - la Fondazione Tevere per tutti, istituita con la legge regionale 1/2020 è quindi un veicolo importante per promuovere e valorizzare il tratto metropolitano e non solo del fiume, è un’opportunità di rilancio per tutti i comuni del Lazio attraversati dal fiume. La Fondazione potrebbe essere un supporto a un’eventuale candidatura del Tevere a patrimonio Unesco, un iter per il quale è necessario fare tutti gli approfondimenti necessari nelle sedi competenti. Ma è fondamentale che ci sia il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, associazioni, cittadini, partner privati, comuni, istituzioni”.

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...