Umbria, Norcia ritrova la sua Torre Civica del Palazzo comunale: restaurata con l’art bonus dall’imprenditore Brunello Cucinelli

Stampa
images/stories/varie_2020/Norcia_TorreCivica01.jpg

 

Norcia ritrova la sua Torre Civica del Palazzo comunale, uno degli elementi peculiari di piazza San Benedetto. Minata dal devastante terremoto del 2016, è stata ricostruita tale e quale. E’ così tornata a risuonare la campana, grazie al restauro mediante l’art bonus dall’imprenditore Brunello Cucinelli. “Per un nursino affacciarsi in piazza San Benedetto e ritrovarsi al cospetto del campanile dà sollievo agli occhi e all’anima, così come davanti alla statua del nostro Santo Patrono, impassibile alla violenza del sisma come a volerci dire che da qui dovevamo ripartire” ha commentato il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno.

 

(TurismoItaliaNews) “Iniziamo a riappropriarci del nostro ‘salotto’. Grazie di cuore a Brunello Cucinelli per l’attenzione che non ci ha mai fatto mancare. Con il suo supporto ha contribuito in maniera determinante e concreta ad alimentare la speranza di veder ricostruita la nostra città più bella e più sicura di prima – ha sottolineato ancora il primo cittadino Nicola Alemanno - da Norcia lanciamo un messaggio fortissimo e concreto: ricostruire in tempi ragionevoli è possibile. Il nostro impegno di amministratori è volto a far sì che i nostri concittadini tornino presto a riabitare le proprie case e in questi mesi abbiamo tracciato la strada, lavorando ininterrottamente con grande determinazione. Sappiamo quello che c’è ancora da fare, l’orologio della Torre e i rintocchi delle campane torneranno a scandire la nostra quotidianità e i tempi della ricostruzione che sarà la assoluta protagonista nel 2021”.

Norcia ritrova la sua Torre Civica del Palazzo comunale: restaurata con l’art bonus dall’imprenditore Brunello Cucinelli

Norcia ritrova la sua Torre Civica del Palazzo comunale: restaurata con l’art bonus dall’imprenditore Brunello Cucinelli

E da parte sua l’imprenditore del cashmere Brunello Cucinelli ha osservato che “in anticipo sul garrire delle rondini che torneranno a primavera, sentiremo nuovamente cantare con armonia le sue campane, che sono la voce della città, e i loro rintocchi parleranno ai nostri cuori con voce di letizia e di fiducia, quasi che li sentissimo per la prima volta. Molte anime belle hanno contribuito a questa contentezza: anche da molto lontano, un uomo amabile, illuminato, un umanista come il mio caro amico Marc Benioff, un aiuto forte e sentito con verità; infine abbiamo contribuito anche noi con il nostro umile dono. Però infine sono stati soprattutto i cittadini e figli innamorati della Cittadella spirituale a rendere possibile questa rinascita, voi che nel dolore avete mantenuto coraggiosamente la fede, voi che non avete lasciato i luoghi della vostra storia, perché da veri umbri avete saputo tenere alta la testa e fermo il timone dell’aratro della vita, e a voi è giusto, in questo giorno di speranza, rendere il merito maggiore”.

“E’ una gioia rivedere la torre civica di Norcia restaurata” ha sottolineato il ministro per Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini - sono stato più volte in quella piazza sventrata dal dolore delle persone, con i palazzi distrutti. Ho capito quanto impegno e tenacia c'era nelle persone nel ricostruire la città dove era e come era. Questo è un giorno importante perché il recupero è frutto di una collaborazione pubblico-privato per la quale vanno ringraziati tutti. Ringrazio anche Brunello Cucinelli per il grande contributo che ha dato. In qualche modo va rivendicata la norma dell'art bonus - ha proseguito il ministro - che ha consentito di fare in modo che le donazioni private siano spinte a essere fatte per il recupero del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese. La Torre civica di Norcia è un altro segno della ripresa. L'impegno che dobbiamo prendere è di non dimenticare mai l'Umbria e le città colpite, anche quando i riflettori si sono spenti".

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...