Asturie, è Oviedo la Capitale spagnola della gastronomia 2024: sapori di qualità e tanta movida nella mitica Calle Gascona

images/stories/varie_2024/OviedoCapitaleSpagnolaGastronomia.jpg

 

Tradizione e modernità si fondono nell’opera, nel teatro, nella musica, nel cinema e nella moda posizionandola come destinazione ideale in Spagna.Ma anche come Capitale spagnola della gastronomia nel 2024. E’ Oviedo, nelle Asturie, dove si vive la storia con un ricco patrimonio culturale palpabile in ogni angolo. Così come ricca e varia è la gastronomia della città che si distingue per le sue singolarità. Aspetto che i visitatori apprezzano come attrazione principale: qualità e diversità dei prodotti locali, eccellenza dei locali e dei loro protagonisti. Questa combinazione è la chiave del suo successo.

 

(TurismoItaliaNews) Dunque è Oviedo la Capitale spagnola della gastronomia nel 2024. “Qui si respira gastronomia su tutti e quattro i lati. Tanto che diventa difficile uscire per strada e non lasciarsi inebriare dall'atmosfera dei ristoranti e dei tanti localini della città, dai loro bar e tavolini, dalle loro terrazze, dai loro chef o dai loro sommelier”. Se c’è un luogo che riunisce l’offerta dell’ospitalità della città è senza dubbio Calle Gascona, strada che non a caso è conosciuta come “The Cider Boulevard”. Letteralmente, la bevanda asturiana per eccellenza lo “attraversa”, con una moltitudine di locali dove il Sidro Dop è protagonista.

Se c'è un prodotto che costituisce la spina dorsale della gastronomia asturiana in modo del tutto trasversale, è senza dubbio proprio il sidro. La bevanda del Principato per eccellenza esemplifica perfettamente ciò che è la gastronomia di questo territorio spagnolo: tradizione, prodotto, cura, adattamento ai nuovi tempi senza perdere l'essenza, attrazione turistica e divertimento. Perché non c'è niente che possa piacere a un buon asturiano più di un culin di sidro ben versato, immagine iconica del Principato. Il sidro non è solo una bevanda, è cultura, un elemento distintivo unico delle Asturie nel mondo, bene di interesse culturale e in lizza per essere inserito nella lista del Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall’Unesco.

La bevanda asturiana più famosa si abbina qui alla cucina più tradizionale della regione, anche se non mancano proposte più innovative. Le tante “case del sidro” che si trovano lungo la mitica Calle Gascona uniscono le forze durante tutto l’anno, realizzando diverse attività affinché i loro clienti possano godere della cultura e della tradizione asturiana oltre il cibo. Ad esempio, con giornate di interpretazioni dei tradizionali “cancios de chigre”, canzoni che tradizionalmente venivano presentate nei bar della regione. Tutto per fare di questa strada uno dei luoghi di ospitalità più conosciuti di tutte le Asturie, punto di riferimento e di pellegrinaggio per gli amanti della bevanda asturiana più internazionale, che festeggiano il loro grande giorno nella tradizionale Preba de la Sidra, con una giuria popolare sceglie i migliori sidri presentati dai llagareros.

Asturie, è Oviedo la Capitale spagnola della gastronomia 2024: sapori di qualità e tanta movida nella la mitica Calle Gascona

Il centro storico di Oviedo è il luogo per eccellenza dove conoscere in prima persona la gastronomia asturiana in tutti i suoi aspetti. La zona è un alveare di bar, caffetterie, sidrerie e ristoranti con molta tradizione alla spalle. Il luogo perfetto dunque per l’aperitivo o assaggiare alcuni dei piatti più riconoscibili della cucina asturiana. Per gli amanti del vino e delle tapas, La Ruta de los Vinos è la scelta migliore. Si tratta di una serie di strade intorno alle vie Campoamor e Manuel Pedregal, parallele tra loro e che terminano in via Uría, dove si concentrano numerosi esercizi ricettivi di ogni tipo: enoteche, bar, sidrerie, griglierie, birrerie... Ma anche bar e pub, per cui l’offerta è ampia e risponde ad ogni tipo di appetito. Inoltre, ci sono anche diverse pasticcerie dove provare i dolci più tipici come i frixuelos o les casadielles, ma pure specialità di Oviedo come i carbayones o le muscovitas. E’ nella cosiddetta “zona alta” della città, intorno a Plaza América, Avenida de Galicia e via Valentín Masip, che si trovano strutture ricettive e commerciali di alta qualità.

Non solo: se c'è un progetto che rappresenta perfettamente i progressi che Oviedo sta facendo in campo gastronomico, è il Bulevar del Vasco. Uno spazio immenso dedicato al commercio e, soprattutto, al settore dell'ospitalità, con una “zona gastronomica” composta da diversi stand in cui sono presenti alcune delle cucine più rappresentative della regione e non solo. Le Asturie hanno diversi prodotti garantiti dalla più alta protezione europea, le Denominazioni di Origine Protetta come il formaggio Cabrales, il formaggio Gamoneu, il formaggio Afuega'l Pitu, il sidro delle Asturie, il vino di Cangas e il formaggio Casín. Prova del livello di qualità dei prodotti asturiani è che la regione conta anche quattro Igp:il formaggio Los Beyos, Faba asturiana, Chosco de Tineo e il Vitello asturiano.

Oviedo è anche il punto di partenza adatto per scoprire esempi di arte preromanica, Patrimonio dell’Umanità, il litorale della Costa Verde, straordinari paesaggi naturali in cui praticare qualsiasi tipo di sport e ovviamente una cultura gastronomica di prima classe. Il Principato delle Asturie si trova nel nord-ovest della Spagna, accoglie i rilievi più alti della Cordigliera Cantabrica e le sue coste sono bagnate dal mar Cantabrico. Un connubio perfetto tra cultura, natura e gastronomia. I paesaggi sono davvero spettacolari, come il Parco Nazionale dei Picos de Europa e uno dei luoghi più mitici: i laghi di Covadonga.

Per saperne di più
oviedocapitalgastro.com
www.oviedo.es
www.spain.info

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...