La bellezza del Natale nei Parchi Letterari italiani: dalla Basilicata al Lazio ecco i luoghi da vivere

Accade a volte di sognare di passeggiare tra le pagine di un libro, ma che ne direste se ad avvolgersi intorno a voi fosse un intero Parco Letterario capace di riproporre quelle sensazioni, quegli stessi panorami, ruderi, palazzi, suoni o gusti propri di un’opera letteraria letta sui banchi di scuola o riscoperta dopo anni? Una bellezza da scoprire e provare magari a Natale. Ecco allora alcune proposte per immergersi lungo percorsi ed itinerari attraverso i luoghi di vita e di ispirazione dei grandi scrittori di tutti i tempi.

 

(TurismoItaliaNews) Città, piazze, ma anche paesaggi, campagne e quant’altro si ritrova raccontato in un testo, diventano un patrimonio culturale ed ambientale da proteggere, valorizzato e reso fruibile ai visitatori attraverso una sorta di viaggio nella letteratura e nella memoria mediante attività culturali e manifestazioni immaginifiche ideate per far conoscere gli scrittori e i loro luoghi d’ispirazione. La proposta intende far rivivere attraverso percorsi sensoriali il ricordo di molti letterati e di far provare, gustare, sentire, toccare ed osservare tutto ciò che ha portato un autore a scrivere pagine storiche della letteratura.


I Parchi Letterari permettono di conoscere l’autore nella sua dimensione umana: i suoi pregi, i suoi difetti, le sue simpatie e le sue debolezze che lo rendono più vicino al pubblico. Un Parco Letterario è fatto di accoglienza, di visite guidate, di eventi spettacolarizzati, e prevede attività enogastronomiche e di artigianato. Uno strumento idoneo per la valorizzazione del territorio e la messa in rete di attività finalizzate alla salvaguardia, alla promozione e valorizzazione del patrimonio culturale, naturale, immateriale e delle espressioni della diversità culturale, in linea con le Convenzioni Unesco. La letteratura diviene un mezzo ulteriore per tutelare paesaggio inteso come luogo dell’ispirazione, un approccio innovativo che attraverso gli autori interpreta il territorio visto come un insieme, con le sue risorse ambientali, storiche, artistiche e di tradizioni di civiltà antiche e contemporanee.


I Parchi Letterari Carlo Levi, Aliano (Mt)
Rivivendo emotivamente luoghi ed eventi descritti nel Cristo si è fermato a Eboli si coglie nell’opera di Carlo Levi (1902-1975) il sentimento poetico e il suo profondo amore per la terra lucana e la sua gente. Aliano, con le sue case dalle magiche facciate dalle cui piccole finestre, occhi stregati che sormontano archi immensi come bocche, si spazia sull’infinita distesa delle argille aride, ondulanti nel sole a perdita d’occhio, ed è un esempio di recupero e conservazione ambientale. Il silenzio delle montagne, la solitudine dei paesi arroccati sui monti, le infinite distese di argilla, i fiumi lenti e sornioni della valle dell’Agri e del Sauro ed ancora le leggende dei briganti, delle fate, dei lupi mannari e delle streghe sono tutti elementi che raccontano e suscitano nel visitatore le stesse emozioni di meraviglia e stupore provate da Levi all’inizio del suo confino.


Durante il periodo natalizio tutti i giorni i turisti potranno ammirare il Presepe dell’artista grassanese Franco Artese. Da non perdere il presepe vivente nel grazioso centro storico sui calanchi.
A partire da 50 euro a notte, + mezza pensione, compresa visita nei musei Carlo Levi ed Albino Pierro, visita al presepe vivente di tursi 26-28 dicembre e tutti i giorni presepe lucano del maestro Artese ad Aliano. Info tel. 0835-568529


I Parchi Letterari Albino Pierro, Tursi (Mt)
Quella di Tursi, il mio paese in provincia di Matera, era una delle tante parlate destinate a scomparire. Ho dovuto cercare il modo di fissare sulla carta i suoni della mia gente. Così Albino Pierro (1916 –1995) spiega la svolta dialettale della sua poesia per cui venne più volte candidato al Nobel per la Letteratura. In dialetto descrive Tursi, un incredibile esempio di architettura spontanea ricca di volte, vicoli, grotte e scale, tra cui le petrizze, una ripida strada realizzata nel ‘600 da Carlo Doria con lo stesso numero di gradini di quel Palazzo Doria che a Genova venne in seguito chiamato Palazzo Tursi. In alto domina il rione della Rabatana (dal saraceno Rabat), circondato dai burroni, le Jaramme cantate dal poeta. Sede del Parco è la casa di Albino Pierro (‘u paazze), da cui si gode di una suggestiva vista sui calanchi verso il Santuario di Anglona (VII - XII secolo), sorto sulle rovine della colonia greca di Pandosia. Da non perdere il presepe vivente nel grazioso centro storico sui calanchi nei giorni 26-27-28 dicembre dalle 17.30 alle 21.30.


A partire da 50 euro a notte, + mezza pensione, compresa visita nei musei Carlo Levi ed Albino Pierro, visita al presepe vivente di tursi 26-28 dicembre e tutti i giorni presepe lucano del maestro Artese ad Aliano. Info tel. 0835-568529


I Parchi Letterari Tommaso Landolfi, Pico (Fr)
Pico, piccolo comune di circa tremila abitanti, è un suggestivo Borgo della provincia di Frosinone, arroccato su una collina a ridosso di monte Pota. Unire la valorizzazione del borgo di Pico alla figura di Tommaso Landolfi, la cui opera singolare è impregnata di umori, immagini, fantasie legate alla vita e ai personaggi del paese, è un volere richiamare alla memoria storica e letteraria un genio del novecento, considerato uno degli scrittori italiani di maggior rilievo del Novecento.


Per il periodo natalizio sono da segnalare: “Il paese natale di Tommaso Landolfi e il suo centro storico”: convegno di sabato 6 dicembre sul castello di Pico e prospettive future di realizzazione di un albergo diffuso; il premio “La più bella letterina a Babbo Natale” per alunni della scuola primaria e più espressivo tema dal titolo "Il Natale è..." per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, sabato 20 dicembre; “Quadri di vita locale”: recita sulle tradizioni popolari di Pico.


I Parchi Letterari Gabriele d’Annunzio, Anversa degli Abruzzi (Aq)
L’antico abitato di Anversa è adagiato su uno sperone roccioso, a 660 metri d’altitudine e domina l’ultimo tratto delle suggestive Gole del Sagittario, oggi Riserva Naturale del Wwf. Attraversata dalla tortuosa strada che costituisce la cerniera naturale tra la Valle Peligna e la valle superiore del Sagittario, Anversa fu scelta da Gabriele d’Annunzio (1863-1938) per l’ambientazione de La fiaccola sotto il moggio. Da sempre luogo di richiamo di letterati, botanici, artisti e viaggiatori, il paese ha fornito l’ispirazione anche a Maurits Escher che dal piccolo nucleo di Castrovalva, antichissimo borgo a 820 metri di quota, ammirava il paesaggio delle Gole fino a Cocullo, il paese cui San Domenico donò un proprio dente facendo scaturire nella popolazione una fede che andò a soppiantare il culto pagano della dea Angizia, protettrice dai veleni, tra cui quello dei serpenti.


Rassegna Presepi a Castrovalva (frazione di Anversa). Nel periodo natalizio si ripete la rassegna dei Presepi, realizzata lungo le stradine e i suggestivi angoli del Borgo. Con la partecipazione di tutti gli abitanti verranno installati sui davanzali delle finestre, davanti ai portoni o in altri caratteristici posti, oltre 100 presepi che hanno reso ancora più esclusiva la magnifica realtà di Castrovalva.


Per saperne di più
Rete “Società Dante Alighieri”
Tel. 06-6873327
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.parchiletterari.com

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...