UNESCO Il presidente Puglisi: “In Italia si è alzata l’attenzione dell’opinione pubblica sul patrimonio artistico”

(TurismoItaliaNews) La soglia di attenzione e di maturità dell’opinione pubblica sui beni culturali e sul patrimonio storico-artistico in Italia si è molto alzata. A sottolinearlo il professor Giovanni Puglisi, presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, in occasione della sua partecipazione a Foligno alla quinta edizione della Festa di scienza e filosofia con una relazione sul tema “Da Charles P. Snow alla diversità culturale: la sfida della molteplicità”.

 

Rispondendo ad una domanda di TurismoItaliaNews.it, il professor Puglisi (che è anche rettore dell’Università Iulm di Milano, vice presidente dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana “Treccani”, è stato vice presidente della Commissione nazionale per la promozione della cultura italiana all’estero e fa parte dell’apposito gruppo di lavoro al Ministero degli esteri) ha evidenziato che ormai l’opinione pubblica è attenta sull’argomento, come del resto si è verificato in occasione delle vicende del sito di Pompei, per il quale l’alta visibilità mediatica e l’informazione puntuale hanno fatto sì che si intervenisse rapidamente per la sua salvaguardia.

Il professor Giovanni Puglisi con l'architetto Luciano Beddini, presidente del Club di Foligno per l'Unesco

“Sono molte le segnalazioni che riceviamo all’Unesco – ha sottolineato Giovanni Puglisi – per denunciare degrado o inutilizzi impropri piuttosto che necessità di tutela, anche per siti che non sono ancora patrimonio dell’umanità. In tutti i casi ci attiviamo per verificare la veridicità delle segnalazioni e capire come si deve intervenire, chiedendo anche chiarimenti alle amministrazioni locali e non mancando, se del caso, di segnalare il tutto all’autorità giudiziaria. Questo ci consente di dare una risposta a quanti ci inviano le segnalazioni ed è un modo per facilitare la crescita di fiducia verso le istituzioni”.

 

Rispetto alle candidature italiane per l’inserimento nelle liste Unesco, si registra spesso – ha aggiunto il professor Puglisi – una tiepida accoglienza da parte degli altri Paesi, ben consapevoli delle potenzialità dell’Italia in termini di arte e cultura, ma spesso accompagnate da una pubblicità negativa a cui non sono per primi estranei gli stessi italiani. “Per la prima volta dal 1979, nel 2016 l’Italia non presenterà alcuna candidatura per beni storico – artistico - paesaggistici e questo potrebbe comportare al Bel Paese di perdere il primato che oggi possiede nel mondo” ha concluso il presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. “Ho già fatto presente questo aspetto ai ministri competenti”.

Giovanni Bosi

 

Il sito della Festa di scienza e filosofia di Foligno

 

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...