Nicaragua, a León la più grande cattedrale del Centroamerica: La Asunción è Patrimonio dell’umanità Unesco

images/stories/nicaragua/Nicaragua_LeonCattedrale01.jpg

León è una delle città più importanti dal punto di vista culturale del Nicaragua. Ospita la più grande cattedrale del Centroamerica, La Asunción, costruita nel XVIII secolo, e dichiarata Patrimonio dell'umanità Unesco nel 2001, nel cui interno sono sepolti diversi personaggi importanti della storia del Paese, come il poeta Rubén Darío, il creatore della lingua castigliana. Il Nicaragua è un Paese che vanta una grande tradizione legata alla poesia perché a Granada si svolge il Festival internazionale di Poesia, dove poeti riconosciuti a livello internazionale si incontrano ogni anno.

 

(TurismoItaliaNews) Più in particolare la cattedrale è stata realizzata tra il 1747 e l'inizio del XIX secolo su progetto dell’architetto guatemalteco Diego José de Porres Esquivel. Il monumento esprime la transizione dall’architettura barocca a quella neoclassica e il suo stile può essere considerato eclettico. Il Duomo è caratterizzato dalla sobrietà delle sue decorazioni interne e dall’abbondanza di luce naturale; la volta del Santuario, tuttavia, presenta ricchi ornamenti. La cattedrale ospita importanti opere d'arte tra cui una pala d'altare in legno fiammingo e dipinti delle 14 stazioni della Via Crucis dell'artista nicaraguense Antonio Sarria (fine XIX e inizio XX secolo).

León Viejo, uno dei più antichi insediamenti coloniali spagnoli nelle Americhe

León Viejo, uno dei più antichi insediamenti coloniali spagnoli nelle Americhe

Secondo l’Unesco la Cattedrale di León è “un eccezionale esempio di scambio di valori umani dimostrato dalle diverse influenze architettoniche dell'arte spagnola che si fondono nel monumento, modellato dalla lavorazione locale e dall'ambiente geografico e sociale. La cattedrale di León incapsula materialmente il sincretismo sociale, religioso e artistico della nuova società latinoamericana che appare nel XVIII secolo”.

Un altro luogo che ha ottenuto il suggello dell’Unesco è León Viejo, uno dei più antichi insediamenti coloniali spagnoli nelle Americhe. Non si sviluppò ulteriormente nel tempo e quindi le sue rovine sono una straordinaria testimonianza delle strutture sociali ed economiche dell'Impero spagnolo nel sedicesimo secolo. Inoltre, il sito ha un immenso potenziale archeologico. Le rovine si estendono su una superficie di quasi 32 ettari; ad oggi sono state scoperte 17 strutture coloniali, tra cui spiccano per la loro importanza sociale la Cattedrale di Santa María de la Gracia, la chiesa e il convento di La Merced, la Casa de la Fundición e altri edifici per alloggi e installazioni civili e militari. Queste strutture hanno tutte una forma relativamente semplice e sono costruite con il tapage.

León Viejo, uno dei più antichi insediamenti coloniali spagnoli nelle Americhe

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...