“Qui è dove ci piace vivere”: Valsugana prima destinazione al mondo ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile

images/stories/trentino/Trentino_ValsuganaSostenibile02.jpg

Angelo Benedetti, Trentino

La Valsugana è la prima destinazione al mondo ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile secondo i criteri del Global Sustainable Tourism Council, l'organizzazione nata per volere delle Nazioni Unite al fine di rendere concreti i 17 Sustainable Developement Goals, ovvero definire e gestire gli standard globali per la valutazione dei criteri di sostenibilità di destinazioni, tour operators e strutture ricettive.

 

(TurismoItaliaNews) Siamo nel Trentino sud-orientale, nella valle segnata dallo scorrere del fiume Brenta, dove si lavora da sempre con entusiasmo alla sostenibilità del territorio. Il riconoscimento arrivato dal Gstc - che rappresenta attori quali l'Organizzazione Mondiale per il Turismo, Ong, governi nazionali e locali, operatori di varia natura – è dunque accolto con soddisfazione. “Un risultato di straordinaria rilevanza, che premia il nostro stile di vita e i valori che da sempre ci contraddistinguono - sottolineano dall'Azienda per il turismo Valsugana-Lagorai–Terme–Laghi, che ha come mission la promozione dell'offerta turistica - il nostro compito è ora quello di rendere le nostre risorse pienamente godibili ed al contempo di farle rispettare: la Valle deve poter essere vissuta da chi la visita oggi e preservata per le generazioni future”.

“Qui è dove ci piace vivere”: Valsugana, prima destinazione al mondo ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile

E c'è un invito fin troppo esplicito, oggi più che mai da cogliere: per portare avanti un turismo sostenibile in Valsugana c'è bisogno dell'aiuto di tutti, in primis chi abita in questo territorio: rallentare i ritmi, evitare l’utilizzo della macchina, ridurre la produzione di rifiuti, scegliere di acquistare prodotti locali e rispettare le persone da cui si viene accolti, perché “sono proprio loro a trasmettere l’amore per questo splendido territorio”.

Il risultato del resto è arrivato dopo 15 anni di pianificazione, progettazione, attuazione e monitoraggio delle attività turistiche, con l'apertura di una fase di riflessione in modo da valutare quanto è già stato fatto ed immaginare un nuovo sviluppo turistico, coerente con la domanda del turismo di qualità e rispettoso dello stile di vita delle comunità locali. “Tra gli obiettivi strategici di lungo periodo abbiamo quindi inserito l’intenzione di indirizzare il nostro operato verso la sostenibilità, coinvolgendo il territorio intero in questa logica – spiegano dall'Azienda per il turismo - questo concetto è già diffuso ed intrinseco all’interno della comunità locale, ma è necessario mettere a sistema quanto già esiste ed implementare nuove iniziative che possano contribuire a migliorare ulteriormente la nostra destinazione e cercare di renderla sempre di più 'naturalmente vera'".

“Qui è dove ci piace vivere”: Valsugana, prima destinazione al mondo ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile

“Qui è dove ci piace vivere”: Valsugana, prima destinazione al mondo ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile

In questo senso, il percorso che ha portato ad ottenere la certificazione Gstc è stato interpretato come una strada concreta per orientare l'attività dell'Apt e per coinvolgere le comunità locali verso un nuovo modello di sviluppo, capace allo stesso tempo di andare incontro alle esigenze del mercato turistico di qualità e di focalizzare l’attenzione verso gli aspetti organizzativi, sociali, economici e ambientali del sistema territorio mettendo al centro il coinvolgimento della comunità locale rendendoci tutti consapevoli che “la Valsugana è dove ci piace vivere!” Un processo così innovativo ha richiesto il sostegno da parte di un team di esperti dello spin-off dell'Università di Padova "Etifor" che hanno guidato verso il raggiungimento dell'obiettivo.

Tra le località della Valsugana spiccano Pergine sovrastata dal suo castello, Levico Terme adagiata sulle sponde dell'omonimo lago e caratterizzata dalle rinomate acque termali e Borgo Valsugana, grazioso centro sul Brenta ai piedi di Castel Telvana. Oltre a Levico e dintorni da vedere, nella zona dei laghi da non perdere anche una visita a Caldonazzo e Calceranica al Lago, nonchè a Vignola Falesina e poi Tenna, sull'omonimo colle che divide i due laghi di Levico e Caldonazzo e che in primavera, con la fioritura dei meleti, regala uno dei paesaggi più incantevoli della stagione.

“Qui è dove ci piace vivere”: Valsugana, prima destinazione al mondo ad ottenere la certificazione per il turismo sostenibile

Scendendo dai laghi lungo il corso del Brenta e sulle coste della montagna si incontrano poi gli incantevoli paesini di Novaledo con la sua Tor Quadra, Roncegno Terme attorniato dai castagni secolari dalla Strada del Castagno che porta a Ronchi Valsugana, Torcegno e Carzano e poi a Telve e Telve di Sopra, sulla strada per il famoso Passo Manghen. Proseguendo poi verso est le località della Valsugana diventano piccoli e vivaci centri, ognuno con la sua suggestiva storia e i suoi particolari angoli da scoprire: Castelnuovo, Ospedaletto e Grigno a ridosso della ciclabile e Scurelle, Castel Ivano (recente formato dalla fusione di Villa Agnedo, Strigno, Ivano Fracena e Spera) e Samone.

E per finire, nella via da ovest verso est, si trova l'Altopiano del Tesino e Bieno: una zona sopraelevata rispetto al resto delle località della Valsugana, formata dai comuni di Bieno, Pieve Tesino e Cinte Tesino e Castello Tesino e rinomata per l'ambiente naturale con la massiccia presenza di patrimonio boschivo e il massiccio granitico di Cima D'Asta e dalle antiche tradizioni popolari.

Il sito dell'Azienda per il turismo Valsugana-Lagorai–Terme–Laghi

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...