Tecnologia pionieristica addio: la Fondazione Dalí aggiorna il tour virtuale del Teatro-Museo del grande surrealista

images/stories/spagna_Catalogna/Figueres_CasaMuseoDali_01.jpg

Giuseppe Botti

Ha aggiornato la tecnologia pionieristica utilizzata nei musei d’arte per i tour virtuali ed ha arricchito di nuovi contenuti la propria “visita a distanza”. Così la Fondazione Dalí si adegua alle necessità contigenti del Covis-19 e di necessità fa virtù: migliorare l'esperienza dei suoi visitatori virtuali, consentendo loro di sentirsi come se “stessero camminando” all’interno del Teatro-Museo a porte chiuse.

 

(TurismoItaliaNews) Durante questi giorni di forzata quarantena, la Fondazione Dalí offre al pubblico la possibilità di visitare il Museo-Teatro Dalí di Figueres dalle proprie case usando una nuova tecnologia. A differenza di altri sistemi, Matterport offre un tour virtuale interattivo del museo che include una vista "casa delle bambole", un modello 3D delle diverse stanze senza pareti. “Mai prima d'ora le gallerie e gli spazi del museo sono stati visti da questa prospettiva” spiegano dall’istituzione di Figueres.

Tecnologia pionieristica addio: la Fondazione Dalí aggiorna il tour virtuale del Teatro-Museo del grande surrealista

Il protagonista è ovviamente l’irripetibile Salvador Dalí, all’anagrafe Salvador Domènec Felip Jacint Dalí i Domènech, 1º marchese di Dalí de Púbol (1904-1989) pittore, scultore, scrittore, fotografo, cineasta, designer, disegnatore e sceneggiatore spagnolo, emblema del surrealismo grazie alle sue immagini suggestive e bizzarre. E in suo onore adesso questo nuovissimo tour, durante il quale gli utenti hanno una visione dall’alto dell'intero spazio: un edificio che Salvador Dalí ha concepito come un'opera d'arte completa in sé. Non solo, i visitatori online possono creare il proprio percorso, con contenuti e durate personalizzati e, soprattutto, liberi da qualsiasi barriera architettonica. Questa risorsa è disponibile sul sito della Fondazione Dalí attraverso qualsiasi dispositivo mobile. La facilità con cui questo strumento può essere utilizzato su uno smartphone fa parte del suo design, rendendolo un utile complemento alle visite di persona al museo per chiunque sia interessato. Gli utenti possono "spostarsi" rapidamente e facilmente tra i diversi piani del museo e scegliere uno degli undici spazi previsti dal programma, scaricando senza problemi immagini non distorte.

Il tour comprende nove gallerie e due corridoi pieni di arte: la hall, il cortile centrale, il palcoscenico sotto l'enorme cupola di vetro geodetica, la sala dei Pescivendoli, la sala del tesoro, la sala dei disegni, la sala del Mae West, la sala del palazzo del vento, la sala Poetry of America, la sala Arturo López, le logge e i corridoi al piano terra e al primo piano. In ogni spazio i visitatori trovano dettagli complementari sulle opere in mostra che arricchiscono ulteriormente la loro esperienza. Queste informazioni aggiuntive sono adatte a tutti i tipi di visitatori e sono costituite da testi, collegamenti al catalogo raisonné di dipinti e sculture, articoli e pubblicazioni, fotografie storiche e contenuti audiovisivi che contestualizzano insieme i pezzi.

Tecnologia pionieristica addio: la Fondazione Dalí aggiorna il tour virtuale del Teatro-Museo del grande surrealista

In totale sono a disposizione cinquanta punti di informazione, oltre a una ventina di attività suggerite, alcune delle quali sono esercizi educativi per bambini. Durante la visita, agli utenti vengono forniti suggerimenti per aiutarli a scoprire come alcuni dei meccanismi funzionano come Dalí li ha progettati nel suo museo e che, a volte, passano inosservati. Questo è il caso di Cybernetic Princess, che è sormontato da pannelli in metacrilato verniciato che ricordano le vetrate.

Ma come si è arrivati a questo risultato? “La piattaforma tecnologica americana Matterport è stata utilizzata per digitalizzare i diversi spazi del museo in formato 3D con risoluzione 4K. Fino ad ora, è stata utilizzata principalmente per scopi didattici nei musei di scienze tecniche e naturali, ed è ancora relativamente sconosciuta nel mondo dei musei d'arte – spiegano dalla Fondazione Dalì - la creazione di questo nuovo tour virtuale ha comportato lo scatto di fotografie ad alta risoluzione, la scansione laser e le riprese degli spazi utilizzando telecamere a 360º. Usando questa tecnica è stato possibile raggiungere parti della Sala della Poesia d'America e la Torre degli Enigmi che di solito sono difficili da vedere e persino angoli nascosti a cui i visitatori non possono accedere. Questo è il caso dell'interno di Rainy Taxi (la Cadillac nel cortile centrale) e l’altare sotto la cupola che espone il dipinto ad olio Explosion of Mystical Faith in mezzo a una cattedrale. Questo materiale è stato quindi utilizzato per creare il tour virtuale e un modello digitale 3D ad alta risoluzione, noto come ‘casa delle bambole’, che offre una vista a volo d'uccello delle stanze senza pareti. I cinquanta hotspot informativi selezionati finora possono essere gradualmente ampliati per includere più punti di interesse”.

La Fondazione Dalí ha commissionato questo nuovo strumento tecnologico alla società Know my Story, guidata da Pep Torres, esperto di comunicazione creativa e innovazione con 25 anni di esperienza. Il progetto è stato coordinato da Cinzia Azzini, responsabile dell'area digitale della Fondazione, in collaborazione con Anna Garcia del Servizio educativo. La revisione accademica è stata effettuata dal Center for Dalinian Studies e la supervisione tecnica è stata fornita dal Dipartimento di Conservazione e Restauro.

Il virtual tour del Museo-Teatro Dalí di Figueres
www.salvador-dali.org

 

Da Figueres a Pùbol, ecco i luoghi di Salvador Dalì

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...