Kylemore Abbey, una storia d’amore e di tragedia

images/stories/irlanda/KylemoreAbbey2.jpg

Katia Sposini, Galway, Irlanda

E’ la natura che le fa da cornice il valore aggiunto di Kylemore Abbey, lo splendido complesso nel Connemara, Irlanda. Affacciata sul lago Pollacappul, l’abbazia ed il Victorian Walled Garden, ad appena un’ora dalla città di Galway, è il classico castello che ti aspetti di trovare in terra irlandese. La storia del complesso è davvero memorabile: i cambiamenti improvvisi del destino, da momenti d’amore e felicità a momenti di tristezza ma anche di coraggio vissuti dai suoi occupanti, hanno contribuito a creare una storia affascinante che si estende per oltre 150 anni.

 

(TurismoItaliaNews) La tenuta di Kylemore è molto estesa e per visitarla tutta se non ci si vuole stancare troppo, è bene prendere la navetta che fa la spola tra l’abbazia e il giardino vittoriano, ai piedi della montagna Drchruach. Ma di certo una passeggiata a piedi è l’ottimale, perché solo così si assaporano le sfumature di questo luogo straordinario. I laghi in realtà sono due, perché oltre al Pollacappul su cui si affacciano castello e chiesetta, c’è anche il Maladrolaun, il cui bacino è a metà strada in direzione del giardino e della Casa del te (visitabile solo da maggio ad ottobre).

La costruzione del castello è iniziata nel 1867 e si è conclusa quattro anni dopo contestualmente ai lavori per la chiesa gotica. Le loro vicende si intrecciano a quelle di Mitchell Henry, dottore, grande industriale, politico e autentico pioniere, e di sua moglie Margaret Vaughan. Una storia d’amore e di tragedia.

 

Oggi Kylemore è la sede di una comunità di monache dell’ordine benedettino che arrivarono qui nel 1920 dopo che la loro abbazia a Ypres, in Belgio, fu distrutta durante la prima guerra mondiale. Dopo essersi stabilite a Kylemore, le benedettine diedero vita ad un collegio per ragazze famoso in tutti il mondo e nel contempo ristrutturarono l’abbazia, la chiesa gotica e il giardino riportandoli al loro iniziale splendore.

Dove si trova l’abbazia oggi, originariamente c’era il padiglione di caccia e si dice che Mitchell Henry e sua moglie visitarono il Connemara durante la loro luna di miele nel 1850, Margaret rimase così affascinata dal Connemara che il marito tornò e acquistò la tenuta di 15.000 acri come regalo d'amore per Margaret e creò uno dei castelli più singolari d’Irlanda.

“I coniugi Henry – raccontano nel Connemara - ebbero 9 figli e condussero una vita felice e spensierata a Kylemore, ma tragicamente Margaret sarebbe riuscita a godere del suo bel castello da favola solo per un breve periodo poiché nel 1874, durate una vacanza con la famiglia in Egitto, si ammalò di dissenteria. Morì dopo 16 giorni all'età di 45 anni".

“Mitchell Henry – ci spiegano a Kylemore - portò molti benefici al Connemara in generale e lasciò un’impronta sia sul paesaggio che sulla gente. Mitchell Henry ebbe un approccio sia innovativo che sperimentale: nella sua proprietà utilizzò ogni metodo moderno al fine di sfruttarne il suo aspetto, il potenziale e la sua efficacia. Ciò fu evidente quando diede vita al prima modello di fattoria nell’Irlanda dell’ovest e creò il giardino vittoriano circondato da mura più grande d'Irlanda, contenente 21 serre riscaldate da un sistema di tubature”. Inoltre, al fine di facilitare la costruzione del castello e dei giardini, cambiò la direzione della strada per Clifden che passava di fronte alla loggia, per farla passare sull'altro lato del lago Pollacappul (dove è attualmente).

Mitchell Henry fece portare il corpo della moglie a Kylemore e fece porre le sue spoglie in un mausoleo all'interno della tenuta. Margaret era benvoluta da tutti e secondo le parole di uno dei dipendenti “non abbiamo perso la nostra padrona ma nostra madre”. Mitchell fece costruire la bella chiesa neogotica a est del castello tra il 1877 e il 1881 in memoria della moglie.

La chiesa, una “cattedrale in miniatura”, contiene colonne di marmo colorato proveniente da quattro regioni d’Irlanda, verde dal Connemara (Connaught), rosa da Cork (Munster), nero da Kilkenny (Leinster) e grigio da Armagh (Ulster); le colonne risaltano in contrasto con il colore panna delle pareti di pietra arenaria. Nonostante lo stile della chiesa sia neogotico alcune delle sue caratteristiche hanno un aspetto “femminile”. Al posto di creature minacciose intagliate come doccioni tipiche delle chiese gotiche, ci sono angeli sorridenti e all'interno i fiori e gli uccelli intagliati nella pietra arenaria hanno sembianze femminili. C’è anche una bellissima finestra di vetro colorato che ritrae cinque grazie: la forza d’animo, la fede, la carità, la speranza e la castità.

Henry cominciò ad apportare miglioramenti e nel 1893 creò una propria centrale idroelettrica. Il castello era illuminato da gas, candele e nafta, ma si scoprì che si poteva utilizzare la pressione dell’acqua dal lago Touther in cima alla montagna per produrre elettricità: l’intero sistema venne installato nell'arco di 4 mesi. Ancora oggi la tenuta viene alimentata da un generatore idroelettrico che incanala energia pulita dal lago.

Per 14 anni Henry ha rappresentato Gatway in Parlamento rivelandosi un forte sostenitore della Home Rute. Cercò di apportare miglioramenti per la gente irlandese; fece costruire una scuola all'interno della proprietà di Kylemore per i figli dei suoi dipendenti e abbassò l’affitto durante i tempi più difficili.

Mitchell Henry è morto a Leamington, in Inghilterra, il 22 novembre 1910 all’età di 84 anni. Le sue ceneri sono state portate a Kylemore e riposte accanto alle spoglie della moglie Margaret nel mausoleo vicino al castello.

Giardino Vittoriano
Il giardino vittoriano di Kylemore, l’unico giardino in Irlanda cinto da mura e coltivato in una torbiera, utilizza unicamente piante e fiori che datano dai tempi vittoriani. Il giardino può essere raggiunto attraverso un sentiero in mezzo al bosco o con il nostro bus navetta che parte da dietro il centro visitatori. Gli aridi terreni paludosi del Connemara a ovest del castello sono stati trasformati in quello che al tempo venne riconosciuto come il giardino più imponente d’Irlanda. Su sei acri conteneva un complesso di 21 serre, giardini per il diletto e orti separati da un ruscello di montagna, la casa del giardiniere, un forno per la calce. Nello stesso tempo vennero piantati centinaia di migliaia di alberi esotici.

Tra le curiosità, l’abbazia conserva nelle entrate esterne il pavimento originale in parquet mentre il salotto ricrea lo schema oiginale dei colori azzurro e bianco prescelti da Margaret Henry, il cui ritratto è appeso subito dopo l’entrata.

Orari per la visita
da novembre a febbraio 10 – 16.30
da marzo a giugno e da settembre ad ottobre 9.30 – 18
luglio ed agosto 9 – 19

www.kylemoreabbeytourism.ie
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Irlanda, i nostri approfondimenti:

 

L’affascinante Kilkenny, la più bella cittadina d’Irlanda: un salto nel Medioevo fra i suoi vicoli dall’atmosfera vivace

 

Uno splendido faro o un maestoso castello? In Irlanda alloggi fuori dal comune per una vacanza indimenticabile

 

Le dieci spiagge più belle d’Irlanda: paesaggi mozzafiato in cui nuotare, praticare surf, sognare o godersi l’effervescente brezza marina

 

Irlanda: in crociera tra i laghi della contea di Fermanagh per sperimentare tutta la loro bellezza

 

Paesaggi spettacolari, location cinematografiche, luoghi e città che raccontano antiche storie: la Top 10 dell’Irlanda del Nord

 

Kylemore Abbey, una storia d’amore e di tragedia

 

 

Glasnevin Cemetery, il passato dei Dublinesi: per accostarsi al vissuto della capitale irlandese in modo intrigante ed affascinante

 

Fabulous Food Trail: in Irlanda la storia e le tradizioni gastronomiche in modo divertente e scanzonato

 

Visitare Dublino e dintorni: facile ed economico con due nuove iniziative per chi si sposta

 

Ulster Way: lasciatevi emozionare dai suoi straordinari paesaggi

 

Dublino: i luoghi più trendy del momento, dove mangiar bene spendendo poco

 

Fuga in un Irish Landmark: una deliziosa casa di campagna in stile georgiano o un luminosissimo cottage a picco sull’Oceano?

 

Wild Atlantic Way: sulla costa dell’Ovest d’Irlanda ecco la strada più lunga del mondo

 

Dublino, Trinity College: il fascino del Libro di Kells

 

 

Il fascino dell’architettura moderna di Dublino, c'è anche Calatrava

 

La verde Irlanda si tinge con i colori dell’autunno. I migliori scatti in una gallery

 

Lo Skellig Ring fra le 10 mete da visitare al mondo nel 2017 (complice Star Wars), il gioiello più nascosto e prezioso

 

Per saperne di più
www.irlanda.com

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...