8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

images/stories/spagna_Catalogna/Tarragona_Puntade_la_MoraPhCatalunyaCom.jpg

 

Viaggiare in treno, spostarsi in e-bike, mangiare vegano, dormire nella natura, comprare artigianato, fare un “bagno di foresta” , osservare gli animali, rispettare il mare. Dalla Catalunya arrivano i consigli per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole. Ecco allora come fare…

 

(TurismoItaliaNews) Consigli che sono in realtà buone pratiche che si dovrebbero applicare un po’ ovunque nella quotidianità.

1. Viaggia in treno. Non solo auto, in Catalogna molte località si possono raggiungere con la rete di binari delle ferrovie statali Renfe, catalane Ferrocarrils de la Generalitat Fgc e dell'alta velocità Ave. Per visitare in modo sostenibile la regione spagnola, inoltre, ci sono i treni turistici: la cremagliera e la funicolare nel Parc Natural de la Muntanya de Montserrat, la cremagliera nella Vall de Núria, il Tren del Ciment alle porte del Parc Natural del Cadí-Moixeró e il Tren dels Llacs nei Prepirenei di Lleida, e ancora la funicolare nell'Alt Penedès e il Tren Granota nella comarca del Vallès Occidental.
www.renfe.com
www.fgc.cat
www.turistren.cat

2. Spostati in e-bike. L'e-bike è il mezzo più salutare per il corpo e il Pianeta per esplorare la Catalogna. Come dimostrano i tantissimi percorsi creati ad hoc per le due ruote elettriche. Tra le più emozionanti e adatti a tutti i pedali, c'è Penedès 360, un itinerario di 162 km con partenza e arrivo a Vilafranca del Penedès, tra i monti, il mare e i vigneti dove nasce il Cava (lo spumante catalano) e le Vies Verdes, le vie ciclabili che ripercorrono i tracciati ferroviari dismessi, come i 41 km del Camí Natural de La Muga che collega Sant Llorenç de la Muga al Castelló d'Empúries nell'Alt Empordà.
www.penedes360.cat
www.viesverdes.cat

8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

3. Mangia vegano. Lo sapevi che in Catalogna si tiene il festival vegano all'aria aperta più grande d'Europa? Si chiama VeganFest, è organizzato dall'Associació Vegana de Catalunya e si terrà il 14 e 15 settembre 2024 nel gigantesco parco urbano di Vallparadís a Terrassa, una cittadina a meno di 30 km da Barcellona. Proprio la capitale della Catalogna è la mecca del cibo veggie: dai ricercati menù del ristorante Rasoterra in Carrer del Palau ai piatti veloci del Fat Veggies in Carrer Bailen fino allo shopping presso La Veganeria del Born al Mercat Santa Caterina, qui il regno animale ringrazia.
www.veganfest.cat
www.rasoterra.cat
www.fatveggies.com
www.laveganeriadelborn.com

4. Dormi nella natura. Scrivi "glamping" e leggi "eco-sostenibilità". O almeno così è nella regione spagnola che vanta alcuni tra gli indirizzi più consigliati della Spagna per addormentarsi sotto il cielo stellato ascoltando il canto delle cicale. Comfort da hotel e anima da campeggio, in Catalogna ce n'è per tutti i panorami: vista mare, le tende glamour del Glamping Ebre vicino a Sant Carles de la Ràpita, nella foresta, le case sugli alberi di Cabanes Dosrius nel Parc Natural del Montnegre i el Corredor oppure tra le vigne, nelle cupole trasparenti della Masía Cal Geperut nella dolce campagna a Badalona.
www.alfacs.com
www.cabanesdosrius.com
www.domosuites.com

8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

5. Compra artigianale. Fare acquisti dai produttori locali è un'ottima abitudine se si vuole contribuire alla salvaguardia del ricchissimo patrimonio artigianale catalano. Bisbal d'Empordà, ad esempio, è la capitale della ceramica in Catalogna, con una storia molto antica raccontata attraverso gli oltre 10.000 pezzi conservati al Terracotta Museu e le botteghe dei maestri ceramisti messe in fila lungo via Aigüeta. Un altro must dello shopping hand made catalano è nella città di Igualada, che nel XX secolo fu l'epicentro del tessile e oggi rivive grazie ai giovani artigiani come Joes Artesania.
www.terracottamuseu.cat
www.joesartesania.com

6. Fai un bagno di foresta. In giapponese si pronuncia "Shinrin-Yoku", in inglese "Forest bathing" e in catalano "Bany de bosc" ma il concetto è sempre lo stesso: camminare lentamente e in silenzio nel bosco, meglio ancora se è in una regione che è stato dichiarata Destinazione Biosfera dall'Unesco come le Terres de Lleida, fa bene alla salute. Ara Lleida ha selezionato 13 itinerari di scoperta dei benefici di questa pratica da sperimentare nei Pirenei: è magico il Camí de l'Aigua, che segue il corso dei fiumi Noguera de Tor e Noguera Ribagorçana per 27 km tra il Pont de Suert e la Vall de Boí.
www.aralleida.cat/banysdebosc

8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

8 idee per una vacanza green in Catalogna, piccolo manuale per esplorare la regione spagnola in modo eco-consapevole

7. Osserva gli animali. Con più di 300 specie di uccelli, il Delta dell'Ebro è uno dei migliori siti di birdwatching in Europa. Ma quest'importante zona umida della Catalogna è soltanto uno tra i tanti spot dove dedicarsi all'osservazione degli uccelli e degli altri animali selvatici che popolano la regione spagnola. L'area del Pallars Jussà, ad esempio, è perfetta per fotografare cervi e grandi rapaci, mentre il facile trekking (di 1 h e 40 min.) denominato "Ruta de l'esquirol" a Premià de Dalt nella comarca del Maresme promette incontri ravvicinati con i simpatici esquirols, gli scoiattoli.
catalunyaexperience.it/birdwatching-in-catalunya
www.naturexperience.ca
www.visitpremiadedalt.cat/rutes/ruta-de-lesquirol

8. Rispetta il mare. Con i suoi circa 600 km di lunghezza, la costa della Catalogna ha tante meraviglie da mostrare a chi desidera viaggiare consapevolmente, rispettando un mare ricchissimo di biodiversità. Si parte dalla superficie, in Costa Brava, con i tour guidati in eco-kayak proposti dal tour operator Medaqua alle Illes Medes, con guida naturalistica esperta, per poi scendere trai i fondali con le uscite di eco-diving organizzati da Scuba Alegre sulla Costa Montgrí. E per imparare a conoscere e a rispettare il mare fin da piccoli, non c'è di meglio che una gita all'Aquàrium di Barcellona.
www.medaqua.com/ca
www.scubaalegre.com
www.aquariumbcn.com

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...