I cento anni della sovranità dell'Islanda: nel 2018 un motivo in più per andare sulla vulcanica isola a caccia di avventure

images/stories/islanda/Paesaggi05_PhPromoteIceland.jpg

Angelo Benedetti, Reykjavík / Islanda

L'Islanda Un Paese dai forti contrasti geologici. Conosciuta come "la terra del fuoco e del ghiaccio", conserva alcuni dei più grandi ghiacciai d'Europa e alcuni dei vulcani più attivi al mondo. Ed è anche la terra della luce e dell'oscurità: le lunghe giornate estive con quasi 24 ore di sole sono compensate da brevi giornate invernali con solo poche ore di luce. Siamo ovviamente in Islanda, che in questo 2018 celebra i 100 dell'indipendenza e della sovranità.

 

(TurismoItaliaNews) Sarà la festa della gente: con questo spirito l'Islanda celebra questo centenario il cui clou è previsto per il 1° dicembre su tutta l'Isola, secondo un programma di eventi che si sta mettendo a punto in collaborazione con università, amministrazioni locali e la popolazione. Un anniversario che diventa l'occasione per ripercorrere la sua lunghissima storia.

Quando i primi coloni vichinghi arrivarono in Islanda alla fine del IX secolo d.C., trovarono un'isola disabitata. Oggi l'Islanda è un Paese completamente moderno, ma le testimonianze dei tempi passati e il nostro ricco patrimonio culturale sono ancora visibili ovunque guardiate. Tradizionalmente, si ritiene che il periodo di insediamento (landnám, o, land-taking ') sia durato circa 60 anni, da circa 870 d.C. al 930 d.C., quando tutte le terre abitabili erano state rivendicate e la popolazione si attestava a circa 30.000.

Pietra angolare della cultura islandese è proprio la lingua locale, che ha generato una tradizione letteraria che risale alle antiche saghe islandesi: racconti di violente faide, tradizioni, famiglia e carattere. Una forte tradizione letteraria prospera ancora nell'Islanda moderna, basti pensare che gli autori islandesi pubblicano più libri pro capite che in qualsiasi altro Paese del mondo. “L'Islanda vanta anche una scena musicale prospera, una fiorente industria cinematografica e il design islandese sta diventando maggiorenne” spiegano dall'Ente del turismo islandese.

Ma nell'immaginario collettivo a rendere l'Islanda così attrattiva sono la sua collocazione geografica e le caratteristiche fisiche: è un'isola relativamente grande nell'Atlantico, il Paese più vicino è la Groenlandia a soli 286 km di distanza, seguita dalle isole Faeroer a 420 km, dalla Scozia a 795 km e dalla Norvegia 950 km. Si trova vicino al Circolo Polare artico e, in effetti, metà della massa terrestre di Grímsey, un'isola al largo della costa settentrionale dell'Islanda, si trova all'interno del Circolo Polare. Occorrono circa cinque ore per volare da New York a Reykjavík e tre ore da Londra. Da Roma servono circa 6 ore e un quarto, con un volo che può richiedere uno o più scali.

Gli islandesi hanno a lungo goduto di una delle più alte aspettative di vita al mondo:non c'è una spiegazione definitiva per questo, ma un ambiente pulito e una dieta sana e lo stile di vita probabilmente hanno qualcosa a che fare con esso. La dieta islandese è ricca di materie prime di qualità, allevate, allevate e catturate in un ambiente non inquinato e prodotte con la massima cura. La qualità dell'aria in Islanda è buona per effetto del clima oceanico dell'Atlantico settentrionale e dei venti costanti; inoltre, la maggior parte del fabbisogno di energia elettrica è soddisfatto con fonti di energia rinnovabile. L'energia geotermica, un'alternativa molto più pulita ai combustibili fossili, viene utilizzata per riscaldare più del 90% degli edifici islandesi e la maggior parte delle piscine.

Ma soprattutto gli islandesi godono di sorgenti termali naturali e lagune geotermiche, come le famose Blue Lagoon e Mývatn Nature Baths, i cui alti livelli di silicati e altri minerali hanno un effetto particolarmente ringiovanente sulla pelle. La qualità dell'acqua potabile in Islanda è eccezionalmente buona grazie alla grande quantità di fiumi che scendono dalle montagne e dai ghiacciai. In effetti, è perfettamente sicuro e altamente raccomandato bere questa acqua direttamente dalla fonte.

I cento anni della sovranità dell'Islanda: nel 2018 un motivo in più per andare sulla vulcanica isola a caccia di avventure (foto Promote Iceland)L'Islanda rimane in gran parte disabitata, con oltre la metà dei suoi 320.000 abitanti che vivono nella capitale. Infatti, a soli venti minuti in auto dal centro di Reykjavik, ci si allontana dalla confusione della vita cittadina per avventurarsi nella solitudine degli spettacolari paesaggi islandesi, che ispirano avventure dalle coste alle cime montuose. Ma il paesaggio non è solo per guardare: i fiumi sono perfetti per il rafting, la pesca, le immersioni e lo snorkeling; le sue montagne, i suoi vulcani e i suoi ghiacciai sono ideali per escursioni, arrampicate, slitte trainate da cani e gite in motoslitta; le sue colline innevate per lo sci e lo snowboard; le sue onde per il surf; le sue grotte per esplorare; e le sue alture spoglie per safari in jeep. Insomma, in Islanda non ci si annoia di sicuro.

Condividere la natura islandese con i suoi abitanti naturali è altrettanto gratificante. Che si sia a bordo di una delle tante barche per avvistare le balene, ammirare la vita degli uccelli o fare un giro in sella ad un cavallo islandese, la bellezza affascinante del paesaggio aspro non cessa mai di stupire. Qualunque cosa si decida o si pensi di fare, non si deve dimenticare di mettere in valigia un costume da bagno e un asciugamano: l'energia geotermica sotto i piedi viene utilizzata per riscaldare più di 170 piscine pubbliche e niente di straordinario se percorrendo una strada sterrata ci si imbatte in una delle sorgenti naturali naturali dell'Islanda nascosta appena fuori dalla vista. E dunque anche in inverno non c'è da spaventarsi: se gli inverni in Islanda sono scuri, sono anche relativamente miti e ospitano una delle mostre di bellezza più spettacolari della natura: l'aurora boreale, assolutamente da vedere. Dai campi di lava coperti di muschio a sud-ovest, passando per gli aridi altopiani del centro, fino ai fiordi alti nel nord-ovest, l'Islanda attesta la grande diversità di paesaggio e luce, assumendo nuove forme ad ogni svolta nel strada e ogni stagione che cambia. Attenzione però: abbiamo parlato di storia millenaria.

L'Islanda è un Paese giovane con antiche tradizioni: in effetti è il più giovane in Europa ma ospita il più antico parlamento del mondo, formato nel 930 d.C. Il luogo originale del Parlamento, Thingvellir, è un sito del patrimonio mondiale dell'Unesco. E poi c'è il food. L'ingrediente più importante nella cucina islandese deriva dalla sua posizione: l'isola è benedetta dall'abbondanza di acqua dolce, dalla natura pulita e dalle fertili zone di pesca, mentre l'energia geotermica consente di offrire un'offerta per tutto l'anno di verdure fresche, coltivate localmente in serre biologiche.

Negli ultimi anni, l'Islanda è diventata una delle destinazioni gastronomiche più dinamiche d'Europa, ricca di luoghi entusiasmanti per assaporare nuove entusiasmanti ricette. Gli chef creano piatti moderni con ingredienti tradizionali, influenzati dalla filosofia della New Nordic Cuisine, dove la freschezza e gli ingredienti locali di stagione giocano un ruolo fondamentale. Un punto fermo della cucina islandese è il pesce appena pescato. Alcune delle più ricche zone di pesca del nord Atlantico si trovano al largo della costa islandese, dove le correnti oceaniche fresche e calde si incontrano per creare le condizioni ideali per la crescita degli stock ittici. Per secoli, la pesca è stata una parte essenziale della storia e della cultura islandese. È stata la linfa vitale della nazione, sia come parte vitale della dieta, sia come principale prodotto di esportazione. Sono in vigore standard rigorosi per mantenere la pesca sostenibile e un trattamento ottimale delle catture.

Insomma ce n'è abbastanza per sollecitare un viaggio in Islanda. Perché non farlo nel 2018?

Il sito del Turismo Islandese

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...