Per la salvaguardia dell'orso marsicano nel Parco nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise i nuovi paletti della Regione

images/stories/abruzzo/OrsoBrunoMarsicano_PhParcoAbruzzo.jpg

Per lo Yoghi marsicano arrivano i nuovi “paletti” della Regione Abruzzo, che ha approvato i confini dell'area contigua del Parco nazionale d'Abruzzo Lazio, e Molise per la salvagurdia dell'orso bruno. Per Legambiente è “un passo importante  per la tutela e l'espansione dell'orso e delle altre specie che vivono nel parco”. E c’è anche la nuova attività di volontariato a favore dell’orso bruno marsicano al Parco nazionale.

 

(TurismoItaliaNews) La Regione Abruzzo ha approvato i confini dell’area contigua del Parco nazionale d'Abruzzo Lazio, e Molise, strumento essenziale per la conservazione di specie prioritarie che vivono stabilmente nel Parco e nelle aree adiacenti, ed ha contestualmente approvato le misure di conservazione sito specifiche del Sito di Importanza Comunitaria denominato “Parco nazionale d'Abruzzo”. In quest’ultimo caso si tratta del Sic più grande della Regione esteso 58.880 ettari che interessa 20 comuni e per il 50% ricompreso nel territorio del Parco, ed ha un'importanza cruciale per la tutela e l'espansione dell'orso bruno marsicano.

L’area contigua svolgerà una funzione importante per proteggere l’Orso bruno marsicano che frequenta ampiamente le aree esterne al Parco, tanto che l’Ente, già dagli anni 70, ha istituito una Zona di Protezione Esterna, dove già oggi vigono alcune misure di mitigazione dell’impatto della caccia. Anche per questa ragione la perimetrazione dell’area contigua approvata dalla Regione Abruzzo coincide con l’attuale Zona di Protezione Esterna, e si spera che, dopo la Regione Molise che già nel 2008 ha approvato sul suo versante l’area contigua, faccia lo stesso la Regione Lazio sul territorio di sua competenza.

Per quanto riguarda l’approvazione delle misure di conservazione del Sic Parco nazionale d’Abruzzo, che insiste su gran parte dell'area di protezione esterna del Parco e ricomprende ambienti forestali di elevata qualità, dove vivono, accanto alle specie più note e simboliche (Orso, Lupo, Camoscio, Aquila), migliaia di specie: pesci e crostacei di acqua dolce, anfibi, rettili, uccelli, chirotteri e insetti. Attraverso le misure di conservazione sito specifiche, che integrano le misure generali di conservazione già approvate dalla Regione nel 2016 e costituiscono un passaggio essenziale per la trasformazione dei Sic in Zone Speciali di Conservazione, vengono definiti obiettivi di conservazione, divieti, obblighi e indicazioni gestionali per fare in modo che habitat e specie vengano conservate e accresciute, così come è indicato negli obiettivi della direttiva europea.

E prende il via la nuova attività di volontariato a favore dell’orso bruno marsicano organizzata dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, in collaborazione con il Wwf e l’associazione “Salviamo l’Orso”. Due mini campi di volontariato a Opi, nel versante aquilano, e a Pizzone, nel versante isernino, per intervenire sugli alberi da frutta ed evitare così che gli orsi si avvicinino troppo ai paesi.  La frutta nei centri abitati favorisce infatti la presenza dell’Orso, rischiando di  innescare comportamenti confidenti che alla fine possono rivelarsi rischiosi per l’Orso e potenzialmente pericolosi per l’uomo. La rimozione della frutta è quindi un piccolo gesto, ma molto importante, che dimostra una grande responsabilità per la salvaguardia dell’Orso. Il Parco, i Comuni di Opi (Aq) e Pizzone (Is) e le associazioni Wwf e “Salviamo l’Orso” hanno quindi organizzato nel mese di agosto alcune giornate di lavoro e sono a disposizione di coloro che vorranno impegnarsi nella raccolta della frutta e attività correlate.

Per saperne di più
www.parcoabruzzo.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.abruzzoturismo.it

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...