A Rio Pusteria / Maranza - Valles la vacanza in montagna ha qualcosa in più fra castelli, sentieri tematici e… canederli

 ALTO ADIGE  A cavallo fra Valle Isarco e Val Pusteria, l‘area vacanze “Sci & malghe” Rio Pusteria Maranza-Valles, è il luogo ideale per sperimentare una nuova dimensione della vacanza, in grado di soddisfare le esigenze delle famiglie moderne che nella vita quotidiana hanno mille impegni e stress. E se per i ragazzi la parola d’ordine è movimento, per i nonni e genitori ci sono aspetti culturali da scoprire, appuntamenti gastronomici, escursioni in quota.

 

(TurismoItaliaNews) Già all’arrivo a Rio Pusteria, dove la Valle Isarco incrocia la Val Pusteria, anche solo dal finestrino dell’auto colpisce il sapore storico del borgo caratterizzato dall’austero e possente Freienthurn, di aspetto gotico-medievale. E poco lontano, su un verde altopiano, ancora un importante castello, quello di Rodengo, arricchito da un prezioso ciclo di affreschi, i più antichi fra quelli pagani dell’area tedesca.

 

Nel cuore di un magnifico paesaggio alpino, fra castelli medievali, dimore storiche e chiese, l’area vacanze “sci e malghe” Rio Pusteria si trova a pochi chilometri dalla capitale culturale della Valle Isarco, la città storica di Bressanone. È formata da nove paesini che invitano a godere di un’esperienza autentica a contatto con la natura, nella quiete alpina. Fra questi, Rio di Pusteria, è un borgo storico con graziosi negozi e caffè a pochi minuti dall’uscita autostradale (A 22) di Bressanone. E anche Maranza e Valles, ben note come stazioni sciistiche, e poi Spinga, Rodengo (di rilievo per l’omonimo castello e il sovrastante altopiano fra pascoli e baite, Vandoies, Vandoies di Sopra, Vallarga e infine la selvaggia val di Fundres sono tutti facilmente raggiungibili. L‘area deve il suo nome alle 30 "Almen" (malghe alpine), attorno al monte Gitschberg. Una cultura viva, fatta di tradizioni antiche, saperi contadini e la purezza incontaminata del paesaggio sono gli elementi alla base dell'Alto Adige e della stessa area vacanze: qui tutto questo è esperienza di vita quotidiana.

Ma una volta approdati al proprio albergo, sull’altopiano soleggiato di Maranza o nell’alpestre conca di Valles o fra i prati ondulati di Rodengo, la famiglia può dimenticarsi l’auto, grazie all’Almencard e all’AlmencardPlus, che viene assegnata gratuitamente agli ospiti degli esercizi convenzionati (il 90%). La prima per esempio offre varie facilitazioni tra cui l’uso degli impianti di risalita estivi utili a guadagnare quota e affrontare escursioni in montagna sopra i 2000 metri. Per i bimbi dà diritto di partecipare a un divertente programma settimanale di attività.

 

Il programma comprende facili e sicuri corsi di avviamento alla salita in via ferrata su misura per i piccoli. Oppure i giochi di gruppo, vestiti da cavalieri medievali presso i ruderi del forte di Rio Pusteria. O ancora, escursioni guidate sugli alpeggi di Rodengo - Luson, alla ricerca di erbe di montagna e tracce di animali selvatici. I piccoli possono partecipare anche a una divertente esperienza nel castello di Rodengo, indossando armature e armi medievali (attività non compresa nell’Almencard). Anche gli adulti hanno l’opportunità di prendere parte a escursioni a piedi guidate grazie all’Almencard. Lungo i sentieri di alta quota per ammirare laghetti glaciali, lungo la via dei masi in val di Fundres o lungo il sentiero delle leggende. Mentre i bimbi sono al sicuro, ben sorvegliati, a divertirsi con le varie attività assistite. L’AlmencardPlus invece funziona anche da abbonamento gratuito per la rete pubblica dei mezzi di trasporto, e l’entrata in 80 musei e mostre in tutto l’Alto Adige.

 

Presa posizione nell’hotel, inizia l’esperienza. Ed è tutta una scoperta per la famiglia: l’Area vacanze Sci & Malghe Rio Pusteria, formata essenzialmente da boschi, prati e pascoli alpini fra i 1500 e i 2500 metri affacciati a sud (con 280 giorni di sole l’anno), è caratterizzata dalla presenza di 34 baite e alpeggi (in tedesco, ‘Almen’, o malghe). La cultura alpina e l’immaginario di ciò che ci si aspetta da un soggiorno in montagna diventano qui realtà. Le malghe, concentrate soprattutto a monte di Rodengo, Valles / Jochtal, Maranza / Gitschberg, Spinga e Vandoies / Val di Fundres, sono il caposaldo del paesaggio. In malga, se i genitori hanno voglia di salire più in alto, lo possono fare agevolmente potendo tornare al punto di partenza dopo qualche ora, mentre i nonni si rilassano sulle terrazze soleggiate, i bimbi giocano lì attorno e i teenagers esplorano lo zona trovando mille giochi avventurosi nella natura senza alcun pericolo.

 

Un’esperienza per la famiglia è il Sentiero del latte, un sentiero tematico che porta alla conoscenza del ciclo dai prati e dai pascoli fino ai prodotti da gustare in malga. Esso si snoda a monte di Valles, in uno scenario fra l’idilliaco e il selvaggio, fino a malghe in quota, a circa 2100 metri, 350 metri più in alto di Malga Fane (1750 m). Lungo il sentiero, pannelli illustrativi con testi di immediata efficacia svelano i segreti dei prodotti caseari e in particolare le ragioni per le quali il latte qui è così speciale, grazie alla varietà e biodiversità dei pascoli di altitudine, ricchi di erbe pregiate e di fiori. E occhio alle marmotte… chissà che non compaia GJmmy, la marmotta-mascotte dell’area vacanze… Una volta terminato il sentiero, ci si ferma nell’incredibile nucleo di baite della malga Fane, probabilmente il villaggio alpino più bello e antico dell’Alto Adige. Tutta da vedere e da vivere in famiglia (per bambini piccoli e anziani raggiungibile anche con uno shuttle). Quassù ci sono piccole baite con gastronomia locale, immerse nel miglior parco giochi del mondo: la natura.

 

L’esperienza in malga si intreccia poi con la gastronomia tipica di qualità, altro punto fermo dell’area. Simbolo ne sono i canederli, che per diverse malghe con ristoro sono la vera specialità. Di svariati tipi: in brodo o asciutti, allo speck, al formaggio, agli spinaci, al grano saraceno, ma anche dolci con la marmellata di albicocche, secondo l’usanza locale queste gustose ‘palle’ non si devono mai tagliare con il coltello…

Fra le proposte specificamente dedicate ai bambini, ecco ancora il Sentiero delle api a Rodengo o il Sentiero degli Elfi a Vandoies, oppure quello La via dei masi di Fundres: un percorso didattico e panoramico di circa 7 km che illustra il patrimonio storico e culturale di Vandoies-Fundres-Vallarga, che potrà coinvolgere anche i bimbi. Qui si ammira un paesaggio naturale e antropico unico, ma si entra in contatto anche con un mondo ormai perduto (altrove) e con l’artigianato tradizionale (la cappellaia, il bottaio, il carraio, la lavoratrice del feltro…). Lungo il percorso sono installate tavole esplicative e stazioni interattive con diverse curiosità. Una di queste, alla confluenza fra il rio del Feudo e il rio Fundres, è dedicata all’acqua, e permette ai bimbi di osservare il movimento di piccoli mulini. Per stare bene con tutta la famiglia è importante che ognuno abbia il proprio spazio… Diversi hotel o appartamenti garantiscono spazio per sei/otto persone, alcuni anche di più. Ma si può lasciare libertà ai piccoli senza doversi preoccupare troppo soggiornando in agriturismo, soluzione perfetta per scoprire i lavori di fattoria. I bambini si divertono ad osservare le galline, i gatti e le mucche che vengono munte ogni giorno. Mentre le nonne chiacchierano sulla coltivazione degli ortaggi del maso, i genitori si gustano nella stube i prodotti freschi come formaggio, marmellata e pane. Ognuno troverà il suo momento ideale.

 

Per vivere l’estate in famiglia nell’Area vacanze Rio Pusteria – Maranza Valles, si può prenotare individualmente in diverse tipologie di esercizi a prezzi convenienti, da circa 30 euro a persona per notte con colazione, fino agli hotel panoramici per famiglie 4 stelle superior. L’estate nell’area vacanza è costellata da una serie di eventi fra folclore, cultura e divertimento, oltre che da una ricca attività di visite ed escursioni guidate.

Per saperne di più
www.gitschberg-jochtal.com
tel. 0472 – 886048
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...