Dubai registra risultati stellari nel primo trimestre 2017: 11% di crescita per i turisti internazionali

images/stories/emiratiArabi/Dubai01.jpg

Mese dopo mese Dubai conferma solidi tassi di crescita nel settore turistico nei mercati chiave per la città, con performance notevoli di Cina, Russia e India. Nel primo trimestre 2017 bilancio col sorriso per i pernottamento dei turisti internazionali.

 

(TurismoItaliaNews) Il comparto turistico di Dubai sta registrando performance notevoli già nei primi mesi del 2017. Il Dubai Department of Tourism and Commerce Marketing (Dubai Tourism) ha messo in evidenza con soddisfazione lo stellare incremento dell’11% nei pernottamenti internazionali rispetto allo stesso periodo nel 2016. Da gennaio a marzo 2017, circa 4,57 milioni di turisti hanno visitato la Città, pari ad una crescita più che duplice rispetto a quella registrata nel primo trimestre dello scorso anno.

Nella classifica dei 20 mercati top del turismo inbound, Cina e Russia proseguono la loro traiettoria di crescita senza precedenti, con performance rispettivamente pari a +64% e +106% rispetto al primo trimestre 2016, che in termini assoluti si traducono in 230.000 e 126.000 arrivi turistici. Conservano intatta la loro posizione sul podio India, Arabia Saudita e Regno Unito che costituiscono complessivamente il 30% del totale degli arrivi a Dubai nel primo trimestre. In questo contesto l’India si avvia a diventare il primo mercato mondiale registrando quasi 580.000 visitatori nel trimestre, con un’imponente crescita del 23% degli arrivi tra gennaio e marzo. Dubai ha inoltre registrato un altro primato: i Paesi dell'Europa Occidentale arrivano in pole position rappresentando il 22% dei pernottamenti totali e superando così i Paesi del Golfo, leader tradizionali della classifica. Scorrendo le altre aree di provenienza dei flussi turistici a Dubai, nel primo trimestre 2017 l’America rappresenta il 6%, l’Africa il 4% e l’Australasia l’1%.

“Il primo trimestre 2017 ci ha posto su una traiettoria molto positiva per l'anno e siamo lieti di vedere che le nostre strategie e riforme politiche stiano già producendo tali risultati – ha commentato Helal Saeed Almarri, direttore generale del Dubai Tourism - Dubai continua a sviluppare ed arricchire la sua offerta turistica, oggi lavoriamo per migliorare l’appealing e la reputazione della nostra Città promuovendola non solo nei confronti di chi si reca qui per la prima volta, ma vogliamo anche incentivare i turisti a ritornare a Dubai per viaggi di lavoro o svago. Grazie al sostegno della nostra leadership che da sempre ha un approccio pionieristico e lungimirante, sostenuto dalla collaborazione con stakeholder chiave, abbiamo compiuto enormi passi in avanti nell’aumentare la facilità di ingresso in Città e nel rendere il viaggio il più veloce possibile per i turisti che in futuro visiteranno e rivisiteranno Dubai”.

Oltre a migliorare la promozione della città, il programma è incentrato nel dare “voce ai nostri viaggiatori”, vero fulcro che definisce le prospettive di crescita per il futuro. In questa strategia di lungo termine, Dubai Tourism può contare sul costante sostegno del Governo, dei partner del settore pubblico e privato per raggiungere l’obiettivo di 20 milioni di visitatori annui entro il 2020, e al tempo stesso creare oggi ciò a cui il mondo potrà aspirare da qui a dieci anni sul fronte del turismo mondiale. Comparto alberghiero a Dubai Alla fine del primo trimestre 2017 il numero di camere d’albergo a Dubai ammonta a 104.503 unità, distribuite in 680 strutture, pari ad una crescita del +6% rispetto a fine marzo 2016. Anche il numero di camere occupate aumenta anno dopo anno, passando da 7,55 milioni di camere nei primi tre mesi del 2016 ad un totale di 7,96 milioni nello stesso periodo di quest’anno. Il tasso di occupazione medio in tutte le categorie di hotel e hotel appartment cresce di 2 punti percentuali fino a raggiungere uno stabile 87%.

“Guardando al futuro, dal 2017 e oltre, le nostre priorità sono chiare: crescita continua del comparto turistico di Dubai nella traiettoria che abbiamo intrapreso; accrescere la capacità di contribuire significativamente all’aumento del Pil dell'Emirato; e soprattutto essere 10 anni avanti rispetto a qualsiasi altra città del mondo. Il perseguimento di questo programma da parte dell’Ente del Turismo di Dubai si basa su collaborazioni trasversali su diversi settori e sulle relazioni con stakeholder chiave che sono parte integrante della nostra strategia di crescita. In questo senso confidiamo nel forte sostegno da parte di tutti i nostri partner strategici negli anni a venire” chiosa Helal Saeed Almarri.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...