array(5) {
  [0]=>
  object(stdClass)#797 (57) {
    ["id"]=>
    string(5) "13828"
    ["title"]=>
    string(108) "2017 Anno dei Borghi: oltre 1.000 nuove destinazioni, scrigno di incredibili tesori di arte, storia e natura"
    ["alias"]=>
    string(105) "2017-anno-dei-borghi-oltre-1-000-nuove-destinazioni-scrigno-di-incredibili-tesori-di-arte-storia-e-natura"
    ["introtext"]=>
    string(251) "

Tante iniziative per raccontare le tradizioni e la cultura di luoghi meravigliosi. Sono i Borghi italiani, ai quali è dedicato il 2017. Per il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini l’iniziativa “è una grande sfida nazionale”.

" ["fulltext"]=> string(3482) "

(TurismoItaliaNews) La valorizzazione dei borghi punta infatti ad offrire un’esperienza turistica “slow”, più sostenibile e autentica, allo stesso tempo lontana e complementare rispetto a quella delle località universalmente note. E’ questa la mission dell’Anno dei Borghi promosso in linea con il Piano Strategico del Turismo 2017-2022: oltre 1.000 nuove destinazioni, scrigno di incredibili tesori di arte, storia e natura.

Corinaldo, nelle Marche. In apertura: San Quirico d'Orcia, in Toscana

"Dopo il 2016 Anno nazionale dei cammini, che ha portato un grande successo, anche di numeri, era naturale che il 2017 fosse l'anno dei borghi, che sono un patrimonio straordinario del nostro Paese" ha sottolineato il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini in occasione del convegno “La valorizzazione del patrimonio naturalistico, umano, culturale e artistico dei Borghi Italiani” tenutosi a  Castel Sant’Angelo, a Roma.

Il Progetto finanziato con oltre un milione di euro è sostenuto, oltre che dal Ministero, dalle Regioni, da Anci, da Enit e da tutte le associazioni che da sempre si occupano dei borghi in Italia; tra i propri obiettivi ha dunque il rinnovamento e l’ampliamento dell’offerta turistica, la valorizzazione di nuove mete e la creazione di occupazione. “I borghi si spopolano perché non c’é lavoro - ha specificato Franceschini - ma se si creano occasioni di occupazione, come dimostra la bellissima esperienza degli hotel diffusi, tornano anche le persone e i giovani".

Morano Calabro

Il progetto punta a far conoscere i borghi al mercato nazionale, ma ancor più internazionale, in una suddivisione per club di prodotto: i Borghi d’Italia, i Borghi Storici Marinari, i Borghi delle terre Malatestiane e del Montefeltro, i Paesaggi d’autore. Il ministro ha dunque annunciato che “l’Amministrazione sta lavorando per realizzare, a maggio, gli Stati generali dei borghi, in modo che l’Anno dei Borghi diventi una grande sfida nazionale, capace di dare frutti molto importanti al territorio - e ha aggiunto – saranno tante le iniziative per raccontare tradizioni e cultura di luoghi meravigliosi”.

“L’emendamento approvato in Commissione Affari Costituzionali del Senato alla Legge Mille Proroghe – ha infine concluso Franceschini - è un ulteriore incoraggiante segnale per la ripresa delle attività culturali nelle aree colpite dal sisma: 4 milioni di euro verranno infatti destinati nel 2017 a sostegno dello spettacolo dal vivo in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Un’iniziativa fondamentale per far rivivere questi territori nel segno della cultura”.

" ["checked_out"]=> string(1) "0" ["checked_out_time"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["catid"]=> string(2) "21" ["created"]=> string(19) "2017-02-23 15:00:40" ["created_by"]=> string(3) "607" ["created_by_alias"]=> string(0) "" ["modified"]=> string(19) "2017-02-23 16:12:38" ["modified_by"]=> string(1) "0" ["modified_by_name"]=> NULL ["publish_up"]=> string(19) "2017-02-23 15:00:40" ["publish_down"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["images"]=> string(221) "{"image_intro":"images\/stories\/toscana\/SanQuiricoDOrcia01.JPG","float_intro":"","image_intro_alt":"","image_intro_caption":"","image_fulltext":"","float_fulltext":"","image_fulltext_alt":"","image_fulltext_caption":""}" ["urls"]=> string(121) "{"urla":false,"urlatext":"","targeta":"","urlb":false,"urlbtext":"","targetb":"","urlc":false,"urlctext":"","targetc":""}" ["attribs"]=> string(620) "{"show_title":"","link_titles":"","show_tags":"","show_intro":"","info_block_position":"","info_block_show_title":"","show_category":"","link_category":"","show_parent_category":"","link_parent_category":"","show_author":"","link_author":"","show_create_date":"","show_modify_date":"","show_publish_date":"","show_item_navigation":"","show_icons":"","show_print_icon":"","show_email_icon":"","show_vote":"","show_hits":"","show_noauth":"","urls_position":"","alternative_readmore":"","article_layout":"","show_publishing_options":"","show_article_options":"","show_urls_images_backend":"","show_urls_images_frontend":""}" ["metadata"]=> string(53) "{"robots":"","author":"","rights":"","xreference":""}" ["metakey"]=> string(132) "2017, Anno, Borghi, nuove, destinazioni, tesori, arte, storia, natura, patrimonio, cultura, turismo, italia, news, turismoitalianews" ["metadesc"]=> string(108) "2017 Anno dei Borghi: oltre 1.000 nuove destinazioni, scrigno di incredibili tesori di arte, storia e natura" ["access"]=> string(1) "1" ["hits"]=> string(2) "24" ["xreference"]=> string(0) "" ["featured"]=> string(1) "1" ["language"]=> string(1) "*" ["readmore"]=> string(4) "3482" ["state"]=> string(1) "1" ["category_title"]=> string(19) "I luoghi più belli" ["category_route"]=> string(38) "destinazioni/le-destinazioni-piu-belle" ["category_access"]=> string(1) "1" ["category_alias"]=> string(25) "le-destinazioni-piu-belle" ["author"]=> string(16) "Angelo Benedetti" ["author_email"]=> string(28) "angelo.benedetti32@libero.it" ["parent_title"]=> string(8) "I luoghi" ["parent_id"]=> string(1) "9" ["parent_route"]=> string(12) "destinazioni" ["parent_alias"]=> string(12) "destinazioni" ["rating"]=> NULL ["rating_count"]=> NULL ["published"]=> string(1) "1" ["parents_published"]=> string(1) "1" ["alternative_readmore"]=> NULL ["layout"]=> NULL ["params"]=> object(Joomla\Registry\Registry)#1011 (2) { ["data":protected]=> object(stdClass)#1012 (91) { ["article_layout"]=> string(9) "_:default" ["show_title"]=> string(1) "0" ["link_titles"]=> string(1) "0" ["show_intro"]=> string(1) "0" ["info_block_position"]=> string(1) "0" ["info_block_show_title"]=> string(1) "1" ["show_category"]=> string(1) "0" ["link_category"]=> string(1) "0" ["show_parent_category"]=> string(1) "0" ["link_parent_category"]=> string(1) "0" ["show_author"]=> string(1) "0" ["link_author"]=> string(1) "0" ["show_create_date"]=> string(1) "0" ["show_modify_date"]=> string(1) "0" ["show_publish_date"]=> string(1) "0" ["show_item_navigation"]=> string(1) "0" ["show_vote"]=> string(1) "0" ["show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_readmore_title"]=> string(1) "0" ["readmore_limit"]=> string(3) "100" ["show_tags"]=> string(1) "0" ["show_icons"]=> string(1) "0" ["show_print_icon"]=> string(1) "0" ["show_email_icon"]=> string(1) "0" ["show_hits"]=> string(1) "0" ["show_noauth"]=> string(1) "0" ["urls_position"]=> string(1) "0" ["show_publishing_options"]=> string(1) "1" ["show_article_options"]=> string(1) "1" ["save_history"]=> string(1) "0" ["history_limit"]=> int(10) ["show_urls_images_frontend"]=> string(1) "1" ["show_urls_images_backend"]=> string(1) "1" ["targeta"]=> int(0) ["targetb"]=> int(0) ["targetc"]=> int(0) ["float_intro"]=> string(4) "left" ["float_fulltext"]=> string(4) "none" ["category_layout"]=> string(6) "_:blog" ["show_category_heading_title_text"]=> string(1) "1" ["show_category_title"]=> string(1) "0" ["show_description"]=> string(1) "0" ["show_description_image"]=> string(1) "0" ["maxLevel"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories"]=> string(1) "0" ["show_no_articles"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles"]=> string(1) "0" ["show_cat_tags"]=> string(1) "0" ["show_base_description"]=> string(1) "1" ["maxLevelcat"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories_cat"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc_cat"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles_cat"]=> string(1) "1" ["num_leading_articles"]=> string(1) "0" ["num_intro_articles"]=> string(1) "6" ["num_columns"]=> string(1) "1" ["num_links"]=> string(1) "0" ["multi_column_order"]=> string(1) "0" ["show_subcategory_content"]=> string(2) "-1" ["show_pagination_limit"]=> string(1) "1" ["filter_field"]=> string(4) "hide" ["show_headings"]=> string(1) "1" ["list_show_date"]=> string(1) "0" ["date_format"]=> string(0) "" ["list_show_hits"]=> string(1) "1" ["list_show_author"]=> string(1) "1" ["orderby_pri"]=> string(5) "order" ["orderby_sec"]=> string(5) "rdate" ["order_date"]=> string(9) "published" ["show_pagination"]=> string(1) "2" ["show_pagination_results"]=> string(1) "1" ["show_featured"]=> string(4) "show" ["show_feed_link"]=> string(1) "1" ["feed_summary"]=> string(1) "1" ["feed_show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_page_heading"]=> NULL ["featured_categories"]=> array(1) { [0]=> string(0) "" } ["layout_type"]=> string(4) "blog" ["menu-anchor_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["menu_text"]=> int(1) ["menu_show"]=> int(1) ["page_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["secure"]=> int(0) ["ytext_cols"]=> string(1) "1" ["ytext_contenttype"]=> string(4) "menu" ["ytext_positions"]=> array(2) { [0]=> string(0) "" [1]=> string(0) "" } ["page_description"]=> string(41) "Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["page_rights"]=> NULL ["robots"]=> NULL ["access-view"]=> bool(true) } ["separator"]=> string(1) "." } ["displayDate"]=> string(0) "" ["slug"]=> string(111) "13828:2017-anno-dei-borghi-oltre-1-000-nuove-destinazioni-scrigno-di-incredibili-tesori-di-arte-storia-e-natura" ["catslug"]=> string(28) "21:le-destinazioni-piu-belle" ["link"]=> string(131) "/i-luoghi-piu-belli/13828-2017-anno-dei-borghi-oltre-1-000-nuove-destinazioni-scrigno-di-incredibili-tesori-di-arte-storia-e-natura" ["active"]=> string(0) "" ["displayCategoryLink"]=> string(19) "/i-luoghi-piu-belli" ["displayCategoryTitle"]=> string(0) "" ["displayHits"]=> string(0) "" ["displayAuthorName"]=> string(0) "" ["displayIntrotext"]=> string(0) "" ["displayReadmore"]=> NULL } [1]=> object(stdClass)#767 (57) { ["id"]=> string(5) "13827" ["title"]=> string(92) "Valencia si prepara a Las Fallas (Patrimonio Unesco) con una campagna legata ai cinque sensi" ["alias"]=> string(90) "valencia-si-prepara-a-las-fallas-patrimonio-unesco-con-una-campagna-legata-ai-cinque-sensi" ["introtext"]=> string(252) "

 

Dal 1° al 19 marzo Valencia celebra Las Fallas la festa più attesa dalla città spagnola, quest’anno ancora più bella con l’entrata ufficiale nel Patrimonio Unesco e con una campagna promozionale unica legata ai cinque sensi.

" ["fulltext"]=> string(4636) "

(TurismoItaliaNews) Valencia si prepara a celebrare Las Fallas: come ogni anno, dal 1° al 19 marzo le vie della città spagnola si riempiono di colori, artigianato e spettacoli e di visitatori pronti a vivere questa festa della tradizione valenciana.

Il rinomato Festival de Las Fallas è più speciale che mai quest'anno, grazie anche al riconoscimento come Patrimonio culturale immateriale dell'Umanità conferito dall'Unesco nel mese di novembre 2016. Dal 15 al 19 marzo Las Fallas saranno al loro massimo splendore: le vie e le piazze di Valencia si riempiranno di 800 monumenti, enormi sculture in cartapesta e altri materiali, con musica, spettacoli pirotecnici e una grande festa. Le fallas saranno bruciate alla mezzanotte del 19 marzo, dopo cinque giorni ricchi di concerti, spettacoli folcloristici, fuochi d'artificio, sfilate e altri eventi speciali.


Valencia lancia quest’anno una nuova campagna promozionale per celebrare Las Fallas, sviluppata sui 5 sensi: tatto, olfatto, gusto, vista e udito.  "La fiesta de lo sentidos" presenta 5 poster creativi che rappresentano ciascuno un senso e sono stati realizzati da due artisti spagnoli Luis Demano e Joan Quiros. Las Fallas rappresentano tradizione e cultura in svariate forme: musica, colori, profumi, gusto, artigianato, calore e spettacoli pirotecnici. Tutti questi ingredienti si amalgamano in un contesto fortemente emozionale. Valencia ha scelto quest’anno i cinque sensi per rappresentare queste emozioni.

L’esperienza Fallas, infatti, li soddisfa tutti: l’udito rappresentato dalle numerose bande e gruppi musicali che durante Las Fallas accompagnano la città e i suoi visitatori con musiche e note di tabal e dolçaina, gli strumenti valenciani per eccellenza. Il tatto che ha la sua massima espressione con la Plantà: il 15 marzo, gli artisti delle Fallas completano le loro opere preparandole lungo le strade, con tutti i loro ninots, sculture e impalcature particolari. Un vero museo a cielo aperto.

I sensi continuano con il gusto, che trova la sua massima espressione con la cucina valenciana gustosa e genuina che arricchisce le strade valenciane durante il festival. L’olfatto rappresentato dalla meravigliosa offerta dei fiori alla Virgen de los Desamparados nella Piazza de la Virgen. Qui tutte le commissioni di Valencia si presentano con i loro abiti migliori per offrire alla Madonna mazzi di fiori profumati. Ed infine il senso più rappresentativo delle Fallas: la vista, rappresentata dalla Cremà, dove finalmente tutti i monumenti delle Fallas vengono bruciati durante la notte del 19 marzo. Culmina qui la magnificenza delle Fallas.

Per saperne di più
www.visitvalencia.com
www.fallesfromvalencia.com

 

Las Fallas di Valencia Patrimonio immateriale dell'Umanità, una grande festa di popolo

" ["checked_out"]=> string(1) "0" ["checked_out_time"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["catid"]=> string(2) "18" ["created"]=> string(19) "2017-02-23 15:00:16" ["created_by"]=> string(3) "597" ["created_by_alias"]=> string(0) "" ["modified"]=> string(19) "2017-02-23 15:14:05" ["modified_by"]=> string(1) "0" ["modified_by_name"]=> NULL ["publish_up"]=> string(19) "2017-02-23 15:00:16" ["publish_down"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["images"]=> string(230) "{"image_intro":"images\/stories\/spagna_Valencia\/ValenciaLasFallas03.jpg","float_intro":"","image_intro_alt":"","image_intro_caption":"","image_fulltext":"","float_fulltext":"","image_fulltext_alt":"","image_fulltext_caption":""}" ["urls"]=> string(121) "{"urla":false,"urlatext":"","targeta":"","urlb":false,"urlbtext":"","targetb":"","urlc":false,"urlctext":"","targetc":""}" ["attribs"]=> string(620) "{"show_title":"","link_titles":"","show_tags":"","show_intro":"","info_block_position":"","info_block_show_title":"","show_category":"","link_category":"","show_parent_category":"","link_parent_category":"","show_author":"","link_author":"","show_create_date":"","show_modify_date":"","show_publish_date":"","show_item_navigation":"","show_icons":"","show_print_icon":"","show_email_icon":"","show_vote":"","show_hits":"","show_noauth":"","urls_position":"","alternative_readmore":"","article_layout":"","show_publishing_options":"","show_article_options":"","show_urls_images_backend":"","show_urls_images_frontend":""}" ["metadata"]=> string(53) "{"robots":"","author":"","rights":"","xreference":""}" ["metakey"]=> string(131) "Valencia, Las Fallas, Patrimonio, Unesco, campagna, cinque sensi, turismo, italia, news, tradizione, 2017, marzo, turismoitalianews" ["metadesc"]=> string(92) "Valencia si prepara a Las Fallas (Patrimonio Unesco) con una campagna legata ai cinque sensi" ["access"]=> string(1) "1" ["hits"]=> string(2) "44" ["xreference"]=> string(0) "" ["featured"]=> string(1) "1" ["language"]=> string(1) "*" ["readmore"]=> string(4) "4636" ["state"]=> string(1) "1" ["category_title"]=> string(24) "I luoghi più divertenti" ["category_route"]=> string(43) "destinazioni/le-destinazioni-piu-divertenti" ["category_access"]=> string(1) "1" ["category_alias"]=> string(30) "le-destinazioni-piu-divertenti" ["author"]=> string(13) "Giovanni Bosi" ["author_email"]=> string(30) "redazione@turismoitalianews.it" ["parent_title"]=> string(8) "I luoghi" ["parent_id"]=> string(1) "9" ["parent_route"]=> string(12) "destinazioni" ["parent_alias"]=> string(12) "destinazioni" ["rating"]=> NULL ["rating_count"]=> NULL ["published"]=> string(1) "1" ["parents_published"]=> string(1) "1" ["alternative_readmore"]=> NULL ["layout"]=> NULL ["params"]=> object(Joomla\Registry\Registry)#786 (2) { ["data":protected]=> object(stdClass)#1010 (91) { ["article_layout"]=> string(9) "_:default" ["show_title"]=> string(1) "0" ["link_titles"]=> string(1) "0" ["show_intro"]=> string(1) "0" ["info_block_position"]=> string(1) "0" ["info_block_show_title"]=> string(1) "1" ["show_category"]=> string(1) "0" ["link_category"]=> string(1) "0" ["show_parent_category"]=> string(1) "0" ["link_parent_category"]=> string(1) "0" ["show_author"]=> string(1) "0" ["link_author"]=> string(1) "0" ["show_create_date"]=> string(1) "0" ["show_modify_date"]=> string(1) "0" ["show_publish_date"]=> string(1) "0" ["show_item_navigation"]=> string(1) "0" ["show_vote"]=> string(1) "0" ["show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_readmore_title"]=> string(1) "0" ["readmore_limit"]=> string(3) "100" ["show_tags"]=> string(1) "0" ["show_icons"]=> string(1) "0" ["show_print_icon"]=> string(1) "0" ["show_email_icon"]=> string(1) "0" ["show_hits"]=> string(1) "0" ["show_noauth"]=> string(1) "0" ["urls_position"]=> string(1) "0" ["show_publishing_options"]=> string(1) "1" ["show_article_options"]=> string(1) "1" ["save_history"]=> string(1) "0" ["history_limit"]=> int(10) ["show_urls_images_frontend"]=> string(1) "1" ["show_urls_images_backend"]=> string(1) "1" ["targeta"]=> int(0) ["targetb"]=> int(0) ["targetc"]=> int(0) ["float_intro"]=> string(4) "left" ["float_fulltext"]=> string(4) "none" ["category_layout"]=> string(6) "_:blog" ["show_category_heading_title_text"]=> string(1) "1" ["show_category_title"]=> string(1) "0" ["show_description"]=> string(1) "0" ["show_description_image"]=> string(1) "0" ["maxLevel"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories"]=> string(1) "0" ["show_no_articles"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles"]=> string(1) "0" ["show_cat_tags"]=> string(1) "0" ["show_base_description"]=> string(1) "1" ["maxLevelcat"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories_cat"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc_cat"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles_cat"]=> string(1) "1" ["num_leading_articles"]=> string(1) "0" ["num_intro_articles"]=> string(1) "6" ["num_columns"]=> string(1) "1" ["num_links"]=> string(1) "0" ["multi_column_order"]=> string(1) "0" ["show_subcategory_content"]=> string(2) "-1" ["show_pagination_limit"]=> string(1) "1" ["filter_field"]=> string(4) "hide" ["show_headings"]=> string(1) "1" ["list_show_date"]=> string(1) "0" ["date_format"]=> string(0) "" ["list_show_hits"]=> string(1) "1" ["list_show_author"]=> string(1) "1" ["orderby_pri"]=> string(5) "order" ["orderby_sec"]=> string(5) "rdate" ["order_date"]=> string(9) "published" ["show_pagination"]=> string(1) "2" ["show_pagination_results"]=> string(1) "1" ["show_featured"]=> string(4) "show" ["show_feed_link"]=> string(1) "1" ["feed_summary"]=> string(1) "1" ["feed_show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_page_heading"]=> NULL ["featured_categories"]=> array(1) { [0]=> string(0) "" } ["layout_type"]=> string(4) "blog" ["menu-anchor_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["menu_text"]=> int(1) ["menu_show"]=> int(1) ["page_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["secure"]=> int(0) ["ytext_cols"]=> string(1) "1" ["ytext_contenttype"]=> string(4) "menu" ["ytext_positions"]=> array(2) { [0]=> string(0) "" [1]=> string(0) "" } ["page_description"]=> string(41) "Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["page_rights"]=> NULL ["robots"]=> NULL ["access-view"]=> bool(true) } ["separator"]=> string(1) "." } ["displayDate"]=> string(0) "" ["slug"]=> string(96) "13827:valencia-si-prepara-a-las-fallas-patrimonio-unesco-con-una-campagna-legata-ai-cinque-sensi" ["catslug"]=> string(33) "18:le-destinazioni-piu-divertenti" ["link"]=> string(121) "/i-luoghi-piu-divertenti/13827-valencia-si-prepara-a-las-fallas-patrimonio-unesco-con-una-campagna-legata-ai-cinque-sensi" ["active"]=> string(0) "" ["displayCategoryLink"]=> string(24) "/i-luoghi-piu-divertenti" ["displayCategoryTitle"]=> string(0) "" ["displayHits"]=> string(0) "" ["displayAuthorName"]=> string(0) "" ["displayIntrotext"]=> string(0) "" ["displayReadmore"]=> NULL } [2]=> object(stdClass)#770 (57) { ["id"]=> string(5) "13817" ["title"]=> string(75) "Bacalà alla Vicentina, il gusto di cucinare una ricetta antica di 400 anni" ["alias"]=> string(73) "bacala-alla-vicentina-il-gusto-di-cucinare-una-ricetta-antica-di-400-anni" ["introtext"]=> string(735) "

 

Saperlo cucinare è un’arte. E attenzione a non chiamarlo nel modo sbagliato perché la Confraternita che ne tutela immagine, gusto e tradizione ci tiene particolarmente: il nome esatto è Bacalà alla Vicentina, sinonimo di un'originale ricetta unica ed esclusiva che vanta oltre 400 anni, tramandata da generazioni di madre in figlia fino ai giorni nostri. Considerato un’eccellenza del sistema produttivo ed economico, al Bacalà l’Italia dedica un francobollo.

" ["fulltext"]=> string(4680) "

(TurismoItaliaNews) E’ nel Vicentino che è stata elaborata l'originale ricetta che da secoli viene tramandata per il Bacalà alla Vicentina, associato alla polenta di mais, che ha come materia prima lo stoccafisso della migliore qualità e come ingredienti olio d'oliva, latte vaccino, cipolle, sarde (o acciughe) sotto sale, farina bianca, formaggio grana grattugiato, sale, pepe, prezzemolo ed è assurta a grande pietanza tipica del territorio, espressione di una storia e di una cultura gastronomica punto d'incontro fra tradizioni europee, mediterranee ed orientali che hanno trovato una sintesi mirabile al punto da essere riconosciuta fra i cinque alimenti della tradizione italiana nel circuito EuroFir (European Food Information Resource Report n.6) finanziato dall'Unione Europea e conosciuta oggi oltre che nel Vicentino e nel Veneto in tutta Italia, in vari Paesi Europei, in Canada, Usa, Brasile, Argentina e Australia.

“Da sottolineare come già dal ‘600 ma specialmente nell'800 e nel '900 ci siano continui e ripetuti richiami al bacalà nella letteratura, nel teatro, nella poesia (specie quella dialettale), nelle canzoni popolari, nella satira, nei proverbi, nei detti e fra i numerosi emigranti sparsi in tutto il mondo” spiega Luciano Righi, presidente della Confraternita del Bacalà alla Vicentina. Confraternita fondata il 1° marzo 1987 dall’avvocato Michele Benetazzo, presidente della Pro loco di Sandrigo, per difendere, rilanciare e diffondere la ricetta tradizionale che viene codificata dopo approfondite ricerche storiche e gastronomiche. La Cinfraternita assegna ai ristoratori che eseguono correttamente e con continuità il piatto una targa di riconoscimento, attiva i Bacalà Club per gli appassionati, è presente massicciamente e continuativamente sulla stampa periodica e specializzata e nelle principali reti televisive pubbliche e private in Italia e all'estero, allaccia rapporti con altre associazioni enogastronomiche italiane e straniere, partecipa a manifestazioni note ed importanti, il carnevale e la regata storica a Venezia e le giornate anseatiche di Lubecca e Bergen, attua ricerche, indagini ed approfondimenti, svolge conferenze presso istituzioni, associazioni, università, accademie, scuole ed istituti turistici ed alberghieri, promuove attività filantropiche, attua viaggi di studio e organizza ogni anno a Sandrigo (Vicenza) nel mese di settembre la Festa del bacalà alla vicentina e ogni biennio le "Giornate italo-norvegesi" alle quali partecipano migliaia di persone.

Così il 1° marzo 2017 entra in circolazione il francobollo da 0,95 euro dedicato al Bacalà alla vicentina e sul quale è raffigurato una pentola di terracotta con il bacalà affiancata da alcuni pezzi di stoccafisso e una forma di polenta. Il bozzetto è firmato da Anna Maria Maresca mentre il bollettino illustrativo che accompagna l’emissione è firmato dal presidente Luciano Righi. La tiratura del dentello è di seicentomila esemplari in fogli da ventotto.

Ma da dove deriva il termine Bacalà? “Si hanno notizie dell'introduzione in Italia del baccalà e dello stoccafisso durante la dominazione dei Normanni al Sud nel XIV secolo – spiega Righi - nei territori dominati dalla Repubblica di Venezia il consumo dello stoccafisso (Gadus morhua) ha avuto un incremento graduale ed è stato chiamato appunto ‘Bacalà’ probabilmente per l'influenza degli Spagnoli che chiamano ‘Bacalao’ (ed i Portoghesi  ‘Bacalhau’) il merluzzo conservato, termine molto assonante foneticamente con il modo dialettale veneto di esprimersi e tenendo anche conto delle inevitabili contaminazioni idiomatiche e linguistiche causate dagli intensi traffici commerciali tra Venezia, Spagna e Portogallo”.

Per saperne di più

" ["checked_out"]=> string(1) "0" ["checked_out_time"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["catid"]=> string(2) "34" ["created"]=> string(19) "2017-02-22 14:00:07" ["created_by"]=> string(3) "597" ["created_by_alias"]=> string(0) "" ["modified"]=> string(19) "2017-02-22 15:03:49" ["modified_by"]=> string(1) "0" ["modified_by_name"]=> NULL ["publish_up"]=> string(19) "2017-02-22 14:00:07" ["publish_down"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["images"]=> string(234) "{"image_intro":"images\/stories\/enogastronomia\/BacalaVicentinaConfrat03.jpg","float_intro":"","image_intro_alt":"","image_intro_caption":"","image_fulltext":"","float_fulltext":"","image_fulltext_alt":"","image_fulltext_caption":""}" ["urls"]=> string(121) "{"urla":false,"urlatext":"","targeta":"","urlb":false,"urlbtext":"","targetb":"","urlc":false,"urlctext":"","targetc":""}" ["attribs"]=> string(620) "{"show_title":"","link_titles":"","show_tags":"","show_intro":"","info_block_position":"","info_block_show_title":"","show_category":"","link_category":"","show_parent_category":"","link_parent_category":"","show_author":"","link_author":"","show_create_date":"","show_modify_date":"","show_publish_date":"","show_item_navigation":"","show_icons":"","show_print_icon":"","show_email_icon":"","show_vote":"","show_hits":"","show_noauth":"","urls_position":"","alternative_readmore":"","article_layout":"","show_publishing_options":"","show_article_options":"","show_urls_images_backend":"","show_urls_images_frontend":""}" ["metadata"]=> string(53) "{"robots":"","author":"","rights":"","xreference":""}" ["metakey"]=> string(211) "Bacalà, Vicentina, baccala, veneto, tradizione, gusto, enogastronomia, ricetta, food, francobollo, chef, collezionismo, filatelia, emissione, Confraternita, 2017, marzo, turismo, italia, news, turismoitalianews" ["metadesc"]=> string(75) "Bacalà alla Vicentina, il gusto di cucinare una ricetta antica di 400 anni" ["access"]=> string(1) "1" ["hits"]=> string(2) "66" ["xreference"]=> string(0) "" ["featured"]=> string(1) "1" ["language"]=> string(1) "*" ["readmore"]=> string(4) "4680" ["state"]=> string(1) "1" ["category_title"]=> string(13) "Collezionismo" ["category_route"]=> string(33) "collezionismo-macro/collezionismo" ["category_access"]=> string(1) "1" ["category_alias"]=> string(13) "collezionismo" ["author"]=> string(13) "Giovanni Bosi" ["author_email"]=> string(30) "redazione@turismoitalianews.it" ["parent_title"]=> string(13) "Collezionismo" ["parent_id"]=> string(2) "12" ["parent_route"]=> string(19) "collezionismo-macro" ["parent_alias"]=> string(19) "collezionismo-macro" ["rating"]=> NULL ["rating_count"]=> NULL ["published"]=> string(1) "1" ["parents_published"]=> string(1) "1" ["alternative_readmore"]=> NULL ["layout"]=> NULL ["params"]=> object(Joomla\Registry\Registry)#1013 (2) { ["data":protected]=> object(stdClass)#1014 (91) { ["article_layout"]=> string(9) "_:default" ["show_title"]=> string(1) "0" ["link_titles"]=> string(1) "0" ["show_intro"]=> string(1) "0" ["info_block_position"]=> string(1) "0" ["info_block_show_title"]=> string(1) "1" ["show_category"]=> string(1) "0" ["link_category"]=> string(1) "0" ["show_parent_category"]=> string(1) "0" ["link_parent_category"]=> string(1) "0" ["show_author"]=> string(1) "0" ["link_author"]=> string(1) "0" ["show_create_date"]=> string(1) "0" ["show_modify_date"]=> string(1) "0" ["show_publish_date"]=> string(1) "0" ["show_item_navigation"]=> string(1) "0" ["show_vote"]=> string(1) "0" ["show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_readmore_title"]=> string(1) "0" ["readmore_limit"]=> string(3) "100" ["show_tags"]=> string(1) "0" ["show_icons"]=> string(1) "0" ["show_print_icon"]=> string(1) "0" ["show_email_icon"]=> string(1) "0" ["show_hits"]=> string(1) "0" ["show_noauth"]=> string(1) "0" ["urls_position"]=> string(1) "0" ["show_publishing_options"]=> string(1) "1" ["show_article_options"]=> string(1) "1" ["save_history"]=> string(1) "0" ["history_limit"]=> int(10) ["show_urls_images_frontend"]=> string(1) "1" ["show_urls_images_backend"]=> string(1) "1" ["targeta"]=> int(0) ["targetb"]=> int(0) ["targetc"]=> int(0) ["float_intro"]=> string(4) "left" ["float_fulltext"]=> string(4) "none" ["category_layout"]=> string(6) "_:blog" ["show_category_heading_title_text"]=> string(1) "1" ["show_category_title"]=> string(1) "0" ["show_description"]=> string(1) "0" ["show_description_image"]=> string(1) "0" ["maxLevel"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories"]=> string(1) "0" ["show_no_articles"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles"]=> string(1) "0" ["show_cat_tags"]=> string(1) "0" ["show_base_description"]=> string(1) "1" ["maxLevelcat"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories_cat"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc_cat"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles_cat"]=> string(1) "1" ["num_leading_articles"]=> string(1) "0" ["num_intro_articles"]=> string(1) "6" ["num_columns"]=> string(1) "1" ["num_links"]=> string(1) "0" ["multi_column_order"]=> string(1) "0" ["show_subcategory_content"]=> string(2) "-1" ["show_pagination_limit"]=> string(1) "1" ["filter_field"]=> string(4) "hide" ["show_headings"]=> string(1) "1" ["list_show_date"]=> string(1) "0" ["date_format"]=> string(0) "" ["list_show_hits"]=> string(1) "1" ["list_show_author"]=> string(1) "1" ["orderby_pri"]=> string(5) "order" ["orderby_sec"]=> string(5) "rdate" ["order_date"]=> string(9) "published" ["show_pagination"]=> string(1) "2" ["show_pagination_results"]=> string(1) "1" ["show_featured"]=> string(4) "show" ["show_feed_link"]=> string(1) "1" ["feed_summary"]=> string(1) "1" ["feed_show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_page_heading"]=> NULL ["featured_categories"]=> array(1) { [0]=> string(0) "" } ["layout_type"]=> string(4) "blog" ["menu-anchor_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["menu_text"]=> int(1) ["menu_show"]=> int(1) ["page_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["secure"]=> int(0) ["ytext_cols"]=> string(1) "1" ["ytext_contenttype"]=> string(4) "menu" ["ytext_positions"]=> array(2) { [0]=> string(0) "" [1]=> string(0) "" } ["page_description"]=> string(41) "Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["page_rights"]=> NULL ["robots"]=> NULL ["access-view"]=> bool(true) } ["separator"]=> string(1) "." } ["displayDate"]=> string(0) "" ["slug"]=> string(79) "13817:bacala-alla-vicentina-il-gusto-di-cucinare-una-ricetta-antica-di-400-anni" ["catslug"]=> string(16) "34:collezionismo" ["link"]=> string(111) "/collezionismo/34-collezionismo/13817-bacala-alla-vicentina-il-gusto-di-cucinare-una-ricetta-antica-di-400-anni" ["active"]=> string(0) "" ["displayCategoryLink"]=> string(31) "/collezionismo/34-collezionismo" ["displayCategoryTitle"]=> string(0) "" ["displayHits"]=> string(0) "" ["displayAuthorName"]=> string(0) "" ["displayIntrotext"]=> string(0) "" ["displayReadmore"]=> NULL } [3]=> object(stdClass)#1008 (57) { ["id"]=> string(5) "13809" ["title"]=> string(86) "Therme Bucuresti, terme da guinness con il palmeto più grande d'Europa e relax totale" ["alias"]=> string(84) "therme-bucuresti-terme-da-guinness-con-il-palmeto-piu-grande-d-europa-e-relax-totale" ["introtext"]=> string(472) "

 

Giovanni Bosi, Bucarest / Romania

Le meraviglie della natura e la comodità della vita moderna in una configurazione di grande impatto. Sono le nuovissime Therme di Bucarest: un investimento da 50 milioni di euro che ha dotato la capitale romena di un grandioso complesso con acqua termale estratta ad oltre 3.100 metri di profondità e il più grande palmeto d'Europa, pensato per il relax totale.

" ["fulltext"]=> string(15336) "

(TurismoItaliaNews) Va subito detto che quando si arriva a "Therme Bucuresti" si ha subito l'impressione di trovarsi a qualcosa di veramente imponente, ideato per attrarre ma anche per stupire. Se oggi il benessere è uno dei capisaldi del turismo, il gruppo austriaco A-Heat proprietario di Therme ha centrato in pieno l'obiettivo. A sviluppare il progetto è stato il gruppo tedesco Wund, che possiede quattro di questi centri termali in Europa e che per la Romania ha pensato in grande.

Siamo nella parte nord della capitale, a Balotesti, a una manciata di chilometri dall'aeroporto internazionale e a soli 10 minuti dalla città. E' qui che è sorta la grandiosa struttura in acciaio e vetro diventata il più grande giardino botanico della Romania, con 8 piscine e 16 scivoli d'acqua alimentati dall'acqua termale sgorga dalla profondità della terra con una temperatura ideale di 33°C. Ben 250.000 metri quadrati di superficie all'esterno e altri 30.000 mq all'interno, con una capacità di accoglienza per 4.000 persone alle quali viene garantita una temperatura costante dell'aria a 29-30°C. Il Guinness l'impianto lo conquista con le oltre 800.000 piante che lo adornano, di cui ben 500 sono palme arrivate da 6 Paesi, come quelle della varietà Veitch, originarie delle isole Vanuatu nel Pacifico. Un gigantesco palmeto creato ai bordi della piscina maggiore per una zona assoluta di relax, The Palm, una delle tre aree del centro insieme alla Elysium e alla Galaxy.

In effetti si può dire che Therme Bucuresti è un concetto unico sia dal punto di vista architettonico che tecnico, decisamente green (basti pensare che intorno al complesso termale sono stati messi a dimora oltre 1.200 alberi). La parete autoportante ha un peso di 1.100 tonnellate e il tetto della zona Palm è un colosso trasparente in vetro e acciaio da 230 tonnellate, con una superficie di 900 mq che lo trasforma nel più grande tetto scorrevole mai costruito in una zona sismica qual è la Romania. Gli strutturisti lo hanno dimensionato per resistere a terremoti di magnitudo superiore ai 9 gradi Richter. I pannelli in vetro della copertura sono tenute insieme da speciali pellicole anti-uragano e con un sistema di rotazione telescopica.

Grandi numeri, ma non per questo rinuncia alla qualità e alla tranquillità che ci si attende da un centro relax. "I nostri servizi di intrattenimento - ci spiegano mentre visitiamo la struttura - si distinguono in Romania, rendendo Therme il luogo ideale per portare tutta la famiglia per il divertimento e il benessere". Ben 800 persone possono contemporaneamente rilassarsi nel centro benessere e spa, il cui design combina perfettamente elementi classici e innovativi, con le saune tematiche e i lettini di massaggio immersi nell'acqua. "La novità assoluta nell'area termale e benessere è rappresentata infatti dalle 6 saune tematiche in cui si svolgono rituali di bellezza (cioccolato, miele e peeling o aromaterapia). Ogni sauna ha un proprio disegno, un profumo caratterizzante e un proprio sistema audio". Le temperature nelle saune variano tra i 35 e i 90 gradi e sono a vapore, a secco o con cristalli di sale: dalla sauna state-of-the-art Hollywood, dove si può assistere alla proiezione di film sulla natura, all'architettura moresca della sauna Alhambra (ispirata all'architettura del palazzo andaluso di Granada), fino alla sauna bavarese o quello provenzale. Da provare ci sono anche la sauna amazzonica o quella ispirata ai cristalli di sale dell'Himalaya.

Vediamo allora nel dettaglio le tre aree. Elysium promette di coccolare i cinque sensi con 6 saune, ognuna con il proprio tema, una piscina arricchita con litio o sali del Mar Morto, un bar a bordo piscina, 9 giardini con chaise longue, una doccia a forma di Calla (noto anche come il "fiore di Eva"), zona massaggi e un ristorante. The Palm è quella che si può definire la zona tranquilla, con la piscina principale circondata da oltre 500 palme, portate dagli angoli più remoti del mondo. La temperatura da queste parti è quella di un'estate mite, mentre in piscina i 33 gradi dell'acqua termale un rilassamento totale, magari ricorrendo anche al massaggio su uno dei lettini idromassaggio, che offrono 10 o 15 minuti di relax senza interruzioni. Infine Galaxy, dove è possibile ritornare bambini grazie alla play-area appositamente progettata. E' il luogo ideale per le famiglie: ci sono la più grande piscina con onde e una delle reti più lunghe di acqua-scivoli della Romania.

Insomma ce n'è abbastanza per scoprire tanti modi di rilassamento. A proposito: si può raggiungere Bucarest con un volo di appena un'ora e 45 minuti utilizzando i voli low cost di Blue Air, Wizz Air o Ryanair.

Per saperne di più

 

A Bucarest apre al pubblico Palazzo Primăverii, la ex residenza del dittatore Ceauşescu: è un vero gioiello architettonico

 

Un bicchierino di Tzuică e a tavola si aprono le danze: a Sibiel la gastronomia più autentica e la tradizione delle icone dipinte sul vetro

 

Un brivido nella Fortezza di Făgăraș: il possente castello medievale racconta secoli di storie tra le sue solide mura

 

E' l’anno di Constantin Brancusi, l’artista della famosa Porta del Bacio, simbolo dell’amore in Romania

 

Alba Iulia simbolo degli ideali di identità e di unità della Romania, a dirlo sono i suoi monumenti più antichi

 

Festivalul Roman Apulum: ad Alba Iulia rivivono i fasti dell'Impero di Roma con guerrieri, gladiatori, danzatori e artigiani

 

Medieval Hotel, Alba Iulia: arredi eleganti e costumi d’epoca del personale richiamano le grandi corti nobili d’Europa

 

Discover Romania, la Moldavia: dal Museo d'arte neolitica Cucuteni alla Fortezza di Neamt

 

Romania, tra i Carpazi le chiese in legno che stupiscono il mondo

 

Devozione e tradizione nella Pasqua ortodossa in Romania

 

 

Romania, tradizioni e costumi in Bucovina e Maramureş per la Festa di Sant’Andrea

 

Il suggerimento

Per il tour nella capitale Bucarest e nell'intera Romania ci si può avvalere dell'agenzia Soca Tour. Il giovane titolare Iulian Soca parla italiano e può offrire assistenza e collaborazione nella scelta dei luoghi.
Per saperne di più

 

 

 

 

 

 

Il sito ufficiale del Turismo della Romania

" ["checked_out"]=> string(1) "0" ["checked_out_time"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["catid"]=> string(2) "25" ["created"]=> string(19) "2017-02-21 14:00:49" ["created_by"]=> string(3) "597" ["created_by_alias"]=> string(0) "" ["modified"]=> string(19) "2017-02-21 21:16:54" ["modified_by"]=> string(3) "597" ["modified_by_name"]=> string(13) "Giovanni Bosi" ["publish_up"]=> string(19) "2017-02-21 14:00:49" ["publish_down"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["images"]=> string(218) "{"image_intro":"images\/stories\/romania\/BucarestTerme07.jpg","float_intro":"","image_intro_alt":"","image_intro_caption":"","image_fulltext":"","float_fulltext":"","image_fulltext_alt":"","image_fulltext_caption":""}" ["urls"]=> string(121) "{"urla":false,"urlatext":"","targeta":"","urlb":false,"urlbtext":"","targetb":"","urlc":false,"urlctext":"","targetc":""}" ["attribs"]=> string(620) "{"show_title":"","link_titles":"","show_tags":"","show_intro":"","info_block_position":"","info_block_show_title":"","show_category":"","link_category":"","show_parent_category":"","link_parent_category":"","show_author":"","link_author":"","show_create_date":"","show_modify_date":"","show_publish_date":"","show_item_navigation":"","show_icons":"","show_print_icon":"","show_email_icon":"","show_vote":"","show_hits":"","show_noauth":"","urls_position":"","alternative_readmore":"","article_layout":"","show_publishing_options":"","show_article_options":"","show_urls_images_backend":"","show_urls_images_frontend":""}" ["metadata"]=> string(53) "{"robots":"","author":"","rights":"","xreference":""}" ["metakey"]=> string(87) "Therme, Bucuresti, terme da guinness con il palmeto più grande d'Europa e relax totale" ["metadesc"]=> string(86) "Therme Bucuresti, terme da guinness con il palmeto più grande d'Europa e relax totale" ["access"]=> string(1) "1" ["hits"]=> string(2) "51" ["xreference"]=> string(0) "" ["featured"]=> string(1) "1" ["language"]=> string(1) "*" ["readmore"]=> string(5) "15336" ["state"]=> string(1) "1" ["category_title"]=> string(18) "Benessere & Salute" ["category_route"]=> string(21) "da-scoprire/benessere" ["category_access"]=> string(1) "1" ["category_alias"]=> string(9) "benessere" ["author"]=> string(13) "Giovanni Bosi" ["author_email"]=> string(30) "redazione@turismoitalianews.it" ["parent_title"]=> string(11) "Da scoprire" ["parent_id"]=> string(2) "11" ["parent_route"]=> string(11) "da-scoprire" ["parent_alias"]=> string(11) "da-scoprire" ["rating"]=> NULL ["rating_count"]=> NULL ["published"]=> string(1) "1" ["parents_published"]=> string(1) "1" ["alternative_readmore"]=> NULL ["layout"]=> NULL ["params"]=> object(Joomla\Registry\Registry)#1015 (2) { ["data":protected]=> object(stdClass)#1016 (91) { ["article_layout"]=> string(9) "_:default" ["show_title"]=> string(1) "0" ["link_titles"]=> string(1) "0" ["show_intro"]=> string(1) "0" ["info_block_position"]=> string(1) "0" ["info_block_show_title"]=> string(1) "1" ["show_category"]=> string(1) "0" ["link_category"]=> string(1) "0" ["show_parent_category"]=> string(1) "0" ["link_parent_category"]=> string(1) "0" ["show_author"]=> string(1) "0" ["link_author"]=> string(1) "0" ["show_create_date"]=> string(1) "0" ["show_modify_date"]=> string(1) "0" ["show_publish_date"]=> string(1) "0" ["show_item_navigation"]=> string(1) "0" ["show_vote"]=> string(1) "0" ["show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_readmore_title"]=> string(1) "0" ["readmore_limit"]=> string(3) "100" ["show_tags"]=> string(1) "0" ["show_icons"]=> string(1) "0" ["show_print_icon"]=> string(1) "0" ["show_email_icon"]=> string(1) "0" ["show_hits"]=> string(1) "0" ["show_noauth"]=> string(1) "0" ["urls_position"]=> string(1) "0" ["show_publishing_options"]=> string(1) "1" ["show_article_options"]=> string(1) "1" ["save_history"]=> string(1) "0" ["history_limit"]=> int(10) ["show_urls_images_frontend"]=> string(1) "1" ["show_urls_images_backend"]=> string(1) "1" ["targeta"]=> int(0) ["targetb"]=> int(0) ["targetc"]=> int(0) ["float_intro"]=> string(4) "left" ["float_fulltext"]=> string(4) "none" ["category_layout"]=> string(6) "_:blog" ["show_category_heading_title_text"]=> string(1) "1" ["show_category_title"]=> string(1) "0" ["show_description"]=> string(1) "0" ["show_description_image"]=> string(1) "0" ["maxLevel"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories"]=> string(1) "0" ["show_no_articles"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles"]=> string(1) "0" ["show_cat_tags"]=> string(1) "0" ["show_base_description"]=> string(1) "1" ["maxLevelcat"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories_cat"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc_cat"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles_cat"]=> string(1) "1" ["num_leading_articles"]=> string(1) "0" ["num_intro_articles"]=> string(1) "6" ["num_columns"]=> string(1) "1" ["num_links"]=> string(1) "0" ["multi_column_order"]=> string(1) "0" ["show_subcategory_content"]=> string(2) "-1" ["show_pagination_limit"]=> string(1) "1" ["filter_field"]=> string(4) "hide" ["show_headings"]=> string(1) "1" ["list_show_date"]=> string(1) "0" ["date_format"]=> string(0) "" ["list_show_hits"]=> string(1) "1" ["list_show_author"]=> string(1) "1" ["orderby_pri"]=> string(5) "order" ["orderby_sec"]=> string(5) "rdate" ["order_date"]=> string(9) "published" ["show_pagination"]=> string(1) "2" ["show_pagination_results"]=> string(1) "1" ["show_featured"]=> string(4) "show" ["show_feed_link"]=> string(1) "1" ["feed_summary"]=> string(1) "1" ["feed_show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_page_heading"]=> NULL ["featured_categories"]=> array(1) { [0]=> string(0) "" } ["layout_type"]=> string(4) "blog" ["menu-anchor_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["menu_text"]=> int(1) ["menu_show"]=> int(1) ["page_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["secure"]=> int(0) ["ytext_cols"]=> string(1) "1" ["ytext_contenttype"]=> string(4) "menu" ["ytext_positions"]=> array(2) { [0]=> string(0) "" [1]=> string(0) "" } ["page_description"]=> string(41) "Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["page_rights"]=> NULL ["robots"]=> NULL ["access-view"]=> bool(true) } ["separator"]=> string(1) "." } ["displayDate"]=> string(0) "" ["slug"]=> string(90) "13809:therme-bucuresti-terme-da-guinness-con-il-palmeto-piu-grande-d-europa-e-relax-totale" ["catslug"]=> string(12) "25:benessere" ["link"]=> string(108) "/benessere-salute/13809-therme-bucuresti-terme-da-guinness-con-il-palmeto-piu-grande-d-europa-e-relax-totale" ["active"]=> string(0) "" ["displayCategoryLink"]=> string(17) "/benessere-salute" ["displayCategoryTitle"]=> string(0) "" ["displayHits"]=> string(0) "" ["displayAuthorName"]=> string(0) "" ["displayIntrotext"]=> string(0) "" ["displayReadmore"]=> NULL } [4]=> object(stdClass)#1009 (57) { ["id"]=> string(5) "13806" ["title"]=> string(58) "Portogallo, da Tarouca un evocativo itinerario cistercense" ["alias"]=> string(57) "portogallo-da-tarouca-un-evocativo-itinerario-cistercense" ["introtext"]=> string(714) "

Eugenio Serlupini, Valle del Douro / Portogallo

C’è un circuito in Portogallo che conduce alla scoperta di luoghi carichi di storia e di un fascino straordinario. Luoghi che trovano la loro essenza in quell’incredibile fiume che si chiama Douro e che attraversa il Paese da oriente a occidente, per sfociare infine nell’Atlantico. La punta di diamante è Tarouca. Sino alla costruzione della ferrovia, nel XIX secolo, costituiva la grande via di trasporto della regione, solcata dalle tipiche imbarcazioni della zona, i rabelos, che trasportavano i prodotti dall’entroterra sino alla foce, tra cui il più famoso era (ed è) il Vino di Porto.

" ["fulltext"]=> string(8214) "

(TurismoItaliaNews) La vallata, di impressionante bellezza, è stata inserita nel Patrimonio mondiale dell’Unesco: un esempio unico di cultura umana millenaria. Punta di diamante di questo circuito è sicuramente Tarouca, città in cui la memoria dei monumenti medievali si alterna alla cultura popolare. I paesaggi sono di rara bellezza, i cui contrasti sono accentuati dal variare delle stagioni e dalla vastità degli orizzonti. I villaggi tipici, sparsi sulle piste o che coronano la cima delle montagne, fanno da guardiani ad abitudini e modi di vita che i grandi centri urbani rischiano di perdere. Seguendo un itinerario che dal litorale si dirige verso l’entroterra, si parte dal monastero di São Pedro e São Paulo de Arouca.

Tarouca, São João. Sopra: Lamego.

Proseguendo in direzione di Lamego, altra città ricca di monumenti storici e intorno alla quale si concentra gran parte dei monasteri cistercensi, da non perdere è la visita di São João de Tarouca. Nelle origini della città è evidente l’influenza dei Monasteri della regione e in particolare questo di São João, il primo fondato dall’ordine dei cistercensi nella penisola iberica, nel XII secolo, il cui dominio abbracciava gran parte del nord del Portogallo. Il monastero di São Joao de Tarouca è uno dei più interessanti della regione del Douro. La chiesa del monastero, ricostruita nel XVI secolo, conserva preziosi tesori che il tempo ha tramandato intatti, tra i quali spiccano altari rinascimentali, sculture e pannelli di ceramiche raffiguranti la fondazione del monastero. Fino alla costruzione della ferrovia, nel XIX secolo, costituiva la grande via di trasporto della regione, solcata dalle tipiche imbarcazioni della zona, i rabelos, che trasportavano i prodotti dall’entroterra sino alla foce, tra cui il più famoso era (ed è) il Vino di Porto. La vallata, di impressionante bellezza, è stata inserita nel Patrimonio mondiale dell’Unesco: un esempio unico di cultura umana millenaria.

Santa Maria de Salzedas, a pochi chilometri di distanza, è la prossima sosta in questa processione cistercense: fu fondato probabilmente nel XII secolo ed era anch’esso una casa monastica molto ricca. E’ un altro gioiello di architettura romanica, legata alla fondazione della nazione ed è stato costruito dalla moglie di Egas Moniz, Teresa Afonso, nel XII secolo. All’epoca fu uno dei maggiori monasteri cistercensi del Portogallo, donatario di vaste terre circostanti, con l’obbligo di coltivarle e popolarle. La chiesa, di grandi dimensioni, si impone sull’agglomerato uniforme del piccolo borgo che si formò ad oriente. Tra il XVI e il XVII secolo fu profondamente ristrutturato e la facciata che si vede oggi, oltre ad essere incompleta, è del tutto settecentesca. All’interno si possono osservare vestigia della struttura primitiva, in particolare di una delle cappelle dell’abside che conserva ancora oggi alcuni capitelli con decorazioni romaniche. Meritano un cenno due quadri attribuiti al maestro cinquecentesco Vasco Fernandes (Grão Vasco) che rappresentano San Pellegrino e San Sebastiano e diverse altre tele del XVII secolo, di Bento Coelho da Silveira. La parte monastica si sviluppava sul lato sud e si articolava lungo il fiume Torno, rispettando l’esigenza dei cistercensi di costruire i propri edifici conventuali in prossimità dei corsi d’acqua.

Tarouca, il Monastero de Salzedas

Lungo il percorso c’è da vedere il Ponte fortificato di Ucanha, costruzione medievale che indicava uno degli ingressi nel territorio appartenenti al monastero. Costruito nel XIII secolo sul fiume Varosa, è un esemplare unico nel Paese, traccia del suo passato feudale, durante il quale chi attraversava questo territorio, tra Lamego e Riba Côa, doveva pagare un pedaggio. Ponte e torre, sulla sponda destra del fiume, formano una rara e pregevole testimonianza di architettura civile gotica in Portogallo. Il ponte è parte di una strada lastricata medievale ancora allo stato originale e che un tempo si estendeva fino a Trancoso. L’esistenza del ponte è documentata sin dal XIII secolo e faceva parte di un’antica via medievale che collegava Lamego alle terre di Riba-Côa. Nel 1465, don Fernando, abate di Salzedas, monastero donatario di vaste terre della regione, finanziò la costruzione del ponte fortificato che segnalava l’ingresso alle riserve del monastero cistercense e il conseguente obbligo di pagamento dei diritti di pedaggio, che cessò solo nel 1527, quando Ucanha passò a dipendere dal potere centrale della Corona. Sulle idilliache sponde del Varosa si inerpica un piccolo borgo con le sue antiche case. Un po’ più a nord, non lontano dalla cittadina di Tabuaço, e prossimo al fiume Távora, tributario del Douro, si incontra São Pedro das Águias. A sud, tenendo come punto di riferimento Moimenta da Beira e Sernancelhe, i monasteri di Nossa Senhora da Purificação de Moimenta da Beira e Nossa Senhora da Assunção de Tabosa, sono esempi di comunità cistercensi femminili.

E poiché è di cammino, vale una sosta Penedono, dove sorge uno dei castelli più originali del Portogallo, e a Marialva, un altro borgo storico sovrastato da un imponente castello, importante piazza militare medievale. Piccolo ma estremamente grazioso, completato da eleganti torrioni merlati, il castello di Penedono non ha l’aspetto delle rudi costruzioni meramente difensive, ma ricorda un palazzetto nobiliare, e per questo motivo costituisce uno degli esempi più interessanti di questo genere di costruzione rinvenibili in Portogallo. Ma non può mancare una visita al Palácio Mateus: edificato nella prima metà del XVIII secolo su disegno di Nicolau Nasoni, è circondato da bei giardini inseriti in una vasta tenuta, è considerato uno dei massimi esempi di architettura civile barocca del Portogallo. L’ultima tappa di questo evocativo itinerario cistercense conduce ad una regione della frontiera orientale del Portogallo, a Figueira de Castelo Rodrigo, per visitare il Mosteiro de Santa Maria de Aguiar, in prossimità del borgo storico di Castelo Rodrigo.

Il Castello di Penedono. Sopra: Casa Mateus

Per saperne di più
www.visitportugal.com
www.casademateus.com

" ["checked_out"]=> string(1) "0" ["checked_out_time"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["catid"]=> string(2) "31" ["created"]=> string(19) "2017-02-20 16:00:31" ["created_by"]=> string(3) "597" ["created_by_alias"]=> string(0) "" ["modified"]=> string(19) "2017-02-20 16:21:49" ["modified_by"]=> string(1) "0" ["modified_by_name"]=> NULL ["publish_up"]=> string(19) "2017-02-20 16:00:31" ["publish_down"]=> string(19) "0000-00-00 00:00:00" ["images"]=> string(213) "{"image_intro":"images\/stories\/portogallo\/Douro03.jpg","float_intro":"","image_intro_alt":"","image_intro_caption":"","image_fulltext":"","float_fulltext":"","image_fulltext_alt":"","image_fulltext_caption":""}" ["urls"]=> string(121) "{"urla":false,"urlatext":"","targeta":"","urlb":false,"urlbtext":"","targetb":"","urlc":false,"urlctext":"","targetc":""}" ["attribs"]=> string(620) "{"show_title":"","link_titles":"","show_tags":"","show_intro":"","info_block_position":"","info_block_show_title":"","show_category":"","link_category":"","show_parent_category":"","link_parent_category":"","show_author":"","link_author":"","show_create_date":"","show_modify_date":"","show_publish_date":"","show_item_navigation":"","show_icons":"","show_print_icon":"","show_email_icon":"","show_vote":"","show_hits":"","show_noauth":"","urls_position":"","alternative_readmore":"","article_layout":"","show_publishing_options":"","show_article_options":"","show_urls_images_backend":"","show_urls_images_frontend":""}" ["metadata"]=> string(53) "{"robots":"","author":"","rights":"","xreference":""}" ["metakey"]=> string(170) "Portogallo, Tarouca, evocativo, itinerario, cistercense, Valle, Douro, Porto, vino, Tarouca, Lamego, turismo, italia, news, turismoitaianews, patrimonio, Unesco, umanità" ["metadesc"]=> string(60) "Portogallo, da Tarouca un evocativo itinerario cistercense " ["access"]=> string(1) "1" ["hits"]=> string(2) "82" ["xreference"]=> string(0) "" ["featured"]=> string(1) "1" ["language"]=> string(1) "*" ["readmore"]=> string(4) "8214" ["state"]=> string(1) "1" ["category_title"]=> string(10) "Tradizioni" ["category_route"]=> string(22) "da-scoprire/tradizioni" ["category_access"]=> string(1) "1" ["category_alias"]=> string(10) "tradizioni" ["author"]=> string(13) "Giovanni Bosi" ["author_email"]=> string(30) "redazione@turismoitalianews.it" ["parent_title"]=> string(11) "Da scoprire" ["parent_id"]=> string(2) "11" ["parent_route"]=> string(11) "da-scoprire" ["parent_alias"]=> string(11) "da-scoprire" ["rating"]=> NULL ["rating_count"]=> NULL ["published"]=> string(1) "1" ["parents_published"]=> string(1) "1" ["alternative_readmore"]=> NULL ["layout"]=> NULL ["params"]=> object(Joomla\Registry\Registry)#1017 (2) { ["data":protected]=> object(stdClass)#1018 (91) { ["article_layout"]=> string(9) "_:default" ["show_title"]=> string(1) "0" ["link_titles"]=> string(1) "0" ["show_intro"]=> string(1) "0" ["info_block_position"]=> string(1) "0" ["info_block_show_title"]=> string(1) "1" ["show_category"]=> string(1) "0" ["link_category"]=> string(1) "0" ["show_parent_category"]=> string(1) "0" ["link_parent_category"]=> string(1) "0" ["show_author"]=> string(1) "0" ["link_author"]=> string(1) "0" ["show_create_date"]=> string(1) "0" ["show_modify_date"]=> string(1) "0" ["show_publish_date"]=> string(1) "0" ["show_item_navigation"]=> string(1) "0" ["show_vote"]=> string(1) "0" ["show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_readmore_title"]=> string(1) "0" ["readmore_limit"]=> string(3) "100" ["show_tags"]=> string(1) "0" ["show_icons"]=> string(1) "0" ["show_print_icon"]=> string(1) "0" ["show_email_icon"]=> string(1) "0" ["show_hits"]=> string(1) "0" ["show_noauth"]=> string(1) "0" ["urls_position"]=> string(1) "0" ["show_publishing_options"]=> string(1) "1" ["show_article_options"]=> string(1) "1" ["save_history"]=> string(1) "0" ["history_limit"]=> int(10) ["show_urls_images_frontend"]=> string(1) "1" ["show_urls_images_backend"]=> string(1) "1" ["targeta"]=> int(0) ["targetb"]=> int(0) ["targetc"]=> int(0) ["float_intro"]=> string(4) "left" ["float_fulltext"]=> string(4) "none" ["category_layout"]=> string(6) "_:blog" ["show_category_heading_title_text"]=> string(1) "1" ["show_category_title"]=> string(1) "0" ["show_description"]=> string(1) "0" ["show_description_image"]=> string(1) "0" ["maxLevel"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories"]=> string(1) "0" ["show_no_articles"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles"]=> string(1) "0" ["show_cat_tags"]=> string(1) "0" ["show_base_description"]=> string(1) "1" ["maxLevelcat"]=> string(2) "-1" ["show_empty_categories_cat"]=> string(1) "1" ["show_subcat_desc_cat"]=> string(1) "1" ["show_cat_num_articles_cat"]=> string(1) "1" ["num_leading_articles"]=> string(1) "0" ["num_intro_articles"]=> string(1) "6" ["num_columns"]=> string(1) "1" ["num_links"]=> string(1) "0" ["multi_column_order"]=> string(1) "0" ["show_subcategory_content"]=> string(2) "-1" ["show_pagination_limit"]=> string(1) "1" ["filter_field"]=> string(4) "hide" ["show_headings"]=> string(1) "1" ["list_show_date"]=> string(1) "0" ["date_format"]=> string(0) "" ["list_show_hits"]=> string(1) "1" ["list_show_author"]=> string(1) "1" ["orderby_pri"]=> string(5) "order" ["orderby_sec"]=> string(5) "rdate" ["order_date"]=> string(9) "published" ["show_pagination"]=> string(1) "2" ["show_pagination_results"]=> string(1) "1" ["show_featured"]=> string(4) "show" ["show_feed_link"]=> string(1) "1" ["feed_summary"]=> string(1) "1" ["feed_show_readmore"]=> string(1) "0" ["show_page_heading"]=> NULL ["featured_categories"]=> array(1) { [0]=> string(0) "" } ["layout_type"]=> string(4) "blog" ["menu-anchor_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["menu_text"]=> int(1) ["menu_show"]=> int(1) ["page_title"]=> string(63) "Turismo Italia News - Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["secure"]=> int(0) ["ytext_cols"]=> string(1) "1" ["ytext_contenttype"]=> string(4) "menu" ["ytext_positions"]=> array(2) { [0]=> string(0) "" [1]=> string(0) "" } ["page_description"]=> string(41) "Il quotidiano on-line dedicato al turismo" ["page_rights"]=> NULL ["robots"]=> NULL ["access-view"]=> bool(true) } ["separator"]=> string(1) "." } ["displayDate"]=> string(0) "" ["slug"]=> string(63) "13806:portogallo-da-tarouca-un-evocativo-itinerario-cistercense" ["catslug"]=> string(13) "31:tradizioni" ["link"]=> string(75) "/tradizioni/13806-portogallo-da-tarouca-un-evocativo-itinerario-cistercense" ["active"]=> string(0) "" ["displayCategoryLink"]=> string(11) "/tradizioni" ["displayCategoryTitle"]=> string(0) "" ["displayHits"]=> string(0) "" ["displayAuthorName"]=> string(0) "" ["displayIntrotext"]=> string(0) "" ["displayReadmore"]=> NULL } }

Il mondo da leggere

Turismo Italia News

Fede, misticismo e magia: ecco la Settimana Santa dei Paesi del centro-America, dal Nicaragua al Belize

Fede, misticismo e magia. Sono questi gli elementi che caratterizzano la Semana Mayor, come viene chiamata nei Paesi del Centroamerica la Settimana Santa. Un mix speciale ed esotico che in questi territori, dove gli esempi di sincretismo religioso sono visibili un po’ ovunque nei luoghi sacri, si respira ancora più forte ed evidente in questo speciale periodo dell’anno.

Capolavori Sibillini: l’arte dei luoghi delle Marche feriti dal sisma in mostra a Osimo

 

Sono stati letteralmente salvati e messi in sicurezza, perché sono una testimonianza preziosa di luoghi carichi di storia e di fascino. Sono le opere d'arte che erano conservate nei musei dei otto comuni sui Monti Sibillini, nelle Marche, luoghi gravemente colpiti dal terremoto infinito del 2016. Adesso è possibile vederli tutti insieme in una mostra allestita ad Osimo fino al 1° ottobre 2017. Con i restauri work-in-progress.

Il Prater compie 120 anni: un motivo in più per andare a Vienna nel 2017

 

Da 120 anni è uno dei simboli indiscussi di Vienna, un luogo speciale che merita di essere vissuto intensamente, forse prima di ogni altro: il Prater. Perché è da qui che si può avere uno straordinario punto di vista… E nel 2017 c’è un motivo in più.

150 anni di Canada: straordinari siti Unesco diventano testimonial nel mondo

 

Eugenio Serlupini, Montreal / Canada

Le primissime grandi forme di vita complessa della Terra, un insediamento vichingo e un centro storico ben conservato del vecchio Québec: sono tutti siti Patrimonio dell'Umanità e si trovano in Canada, che li celebra nell'ambito dei festeggiamenti per il 150° della Confederazione che cade in questo 2017.

Aurora boreale, nel firmamento norvegese è come cercare la donna più ammaliante

 

Giovanni Bosi, Tromsø / Norvegia

E' come se all'improvviso il cielo si animasse rivelando ancor più la sua immensità e i suoi segreti. La volta celeste si trasforma in un grande palcoscenico dove si esibisce l'aurora boreale. Per molti è come una donna che si fa desiderare e che si fa cercare prima di sfoderare il suo fascino. Non c'è nulla di più vero. E per comprenderlo perché non andare in Norvegia?

Newsletter iscrizione

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre informato sul Turismo in Italia

Hide Main content block

Ultime novità

(TurismoItaliaNews) Si inaugura il 4 marzo al museo d'Arte di Lillehammer, in Norvegia, la mostra “In the light of Italy: una comunità artistica danese norvegese, 1879-1886”. L’esposizione racconta la storia di un gruppo di artisti danesi e norvegesi che inseguirono il loro sogno d’Italia ritirandosi nelle piccole città di Sora (nel basso Lazio) e Civita d’Antino (Abruzzo).

 

(TurismoItaliaNews) Vai a Venezia e vinci cento soggiorni in Umbria, il cuore verde d’Italia. Fino al al 21 aprile 2017, grazie ad un accordo tra la Regione Umbria e i gestori del ticket dei vaporetti "Venezia Unica" - con la collaborazione tecnica di Sviluppumbria – ogni turista che acquisterà un biglietto "Venezia Unica" avrà la possibilità di vincere 50 soggiorni per due persone in Umbria. Il concorso a premi si chiama proprio "Vinci 100 soggiorni in Umbria, il cuore verde d'Italia” e ha preso il via lo scorso 13 febbraio.

(TurismoItaliaNews) Sarà il Consorzio volontario per la tutela e la valorizzazione dei vini Malvasia delle Lipari Doc e Igp Salina a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale per questi vini prodotti nell’arcipelago delle isole Eolie (o Lipari), in provincia di Messina. A stabilirlo è il decreto del 18 gennaio 2017 emanato dal ministero delle Politiche agricole e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.42 del 20 febbraio 2017. Queste denominazioni risultano iscritte nel registro delle Denominazioni di origine protette e delle Indicazioni geografiche protette dei vini.

(TurismoItaliaNews) E’ animata dai migliori principi di etica professionale e commerciale, la nuova associazione che si propone di dare una voce agli enotecari italiani. Si chiama Associazione Enotecari Professionisti Italiani (in sigla Aepi) ed è stata costituita con l'obiettivo di riunire una serie di figure professionali operanti nel settore del vino, per tutelare le loro attività e garantire ai cittadini gli strumenti necessari per avvalersi delle loro prestazioni. Le attività dell'Associazione si muoveranno su due binari: promuovere la cultura e il consumo del vino e definire il profilo dell'enotecario come soggetto professionista a tutti gli effetti.

 

(TurismoItaliaNews) Ico Inanc, il Managing Director del “Il Viaggio” è stato inserito insieme al suo team di Travel Designer tra le top 50 agenzie al mondo. Questo secondo la speciale classifica stilata da Traveller Made, l'esclusivo Network di boutique travel designer che in 52 nazioni garantisce la miglior qualità di strutture e servizi per i propri clienti. Il "1st grade certificate as Grand (Travel) Designers" è una condizione che si raggiunge attraverso un processo di monitorizzazione che Traveller Made, il network del lusso esperienziale che fa capo a Quentin Desurmont, effettua attraverso rigidi e importanti parametri.

Fede, misticismo e magia. Sono questi gli elementi che caratterizzano la Semana Mayor, come viene chiamata nei Paesi del Centroamerica la Settimana Santa. Un mix speciale ed esotico che in questi territori, dove gli esempi di sincretismo religioso sono visibili un po’ ovunque nei luoghi sacri, si respira ancora più forte ed evidente in questo speciale periodo dell’anno.

 

Sono stati letteralmente salvati e messi in sicurezza, perché sono una testimonianza preziosa di luoghi carichi di storia e di fascino. Sono le opere d'arte che erano conservate nei musei dei otto comuni sui Monti Sibillini, nelle Marche, luoghi gravemente colpiti dal terremoto infinito del 2016. Adesso è possibile vederli tutti insieme in una mostra allestita ad Osimo fino al 1° ottobre 2017. Con i restauri work-in-progress.

 

(TurismoItaliaNews) Quaranta imprenditrici tunisine arrivano a Rimini in occasione dell’evento "Tunisia Days" con il fine di avviare contatti commerciali con imprese del territorio e creare proficue occasioni di scambio culturale. L’evento si terrà il 24 e 25 febbraio 2017 tra Palazzo Ghetti e il Teatro Galli ed è organizzato da Cife (Conseil International des femmes entrepreneures), che si occupa di promuovere l’imprenditoria femminile a livello internazionale e Banca Malatestiana.

Il piacere di mangiare

Francia: confermate le Stelle Michelin agli Châteaux di Sorgente Group in Nuova Aquitania e in Alvernia

  Il ristorante dello Château de Mirambeau, nel cuore della regione francese Nuova Aquitania, con la cucina dello chef Maxime Deschamps ottiene nuovamente la stella Michelin nel 2017. Il castello vicino Bordeaux ha riaperto nel 2016 dopo lavori di ampliamento che ne hanno arricchito l’offerta e l’esclusività, con 18 nuove camere e una spa rinnovata.

Nasce Fico-Eataly World: a Bologna il più grande parco della biodiversità del mondo, valorizzerà l’enogastronomia italiana

  Sarà il più grande parco agroalimentare del mondo. Sorgerà a Bologna su un'area di 8 ettari e racchiuderà la meraviglia della biodiversità italiana. E' Fico Eataly World, la Fabbrica Italiana Contadina che aprirà a ottobre 2017 per attrarre milioni di visitatori attraverso la valorizzazione della cultura enogastronomica del nostro Paese. Accordo di collaborazione con Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo.

E' una delle bontà della Puglia a tavola: la Burrata di Andria è Igp

  Tutto sarebbe cominciato in una masseria a causa di una forte nevicata. Un inizio quasi epico per quello che oggi è uno dei prodotti distintivi e sicuramente tra i più apprezzati della Puglia: la Burrata di Andria, per la quale è finalmente arrivato il riconoscimento di indicazione geografica protetta. Si differenzia dagli altri per la sua particolare tecnica di lavorazione e per le sue caratteristiche organolettiche, che ne fanno uno dei più pregiati e particolari prodotti caseari pugliesi e del Mezzogiorno. Ma come si fa?

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Twitter feed

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...