Cappellacci alla ricotta di pecora con pomodoro fresco, asparagi e Pecorino

Stampa
images/stories/ricette_laura/CappellacciRicottaPomodoroAsparariPecorino04.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   chef   gastronomia   food   cucina   ricetta   Pecorino   Laura Bosi Celletti   Casa Spineto   cappellacci   ricotta  

A tavola sono parte integrante della tradizione più buona, anche per la loro forma oltre che per gli ingredienti interni ed esterni. Soprattutto a primavera gli abbinamenti possono essere diversi e quando c’è disponibilità di asparagi, ne guadagna persino il piacere di guardarli. Ecco allora la ricetta dei Cappellacci alla ricotta di pecora con pomodoro fresco, asparagi e Pecorino che arriva da Casa Spineto.

 

(TurismoItaliaNews) La proposta che Laura Bosi Celletti ci invia dalla cucina di Casa Spineto è decisamente stagionale e per questo da provare subito! A proposito: anche se in Italia sono diverse le ricette di cappellacci (si pensi a quelli ripieni di zucca) sembra che la loro origine sia molisana. Ma ecco la ricetta di quelli di Casa Spineto: cappellacci alla ricotta di pecora con pomodoro fresco, asparagi e Pecorino.

Ingredienti per 4 persone
-200 gr di farina 00
-75 gr di semola
-3 uova
-1 tuorlo
-un pizzico di sale

Il ripieno
-150 gr di ricotta di pecora
-2 cucchiai di parmigiano
-100 gr di asparagi (consigliati di bosco)

Il condimento
-4 pomodori freschi molto maturi
-1 cipolla fresca
-sape e pepe q.b.
-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
-300 gr di asparagi (consigliati di bosco )
-50 gr di pecorino
-100 gr di Parmigiano

Procedimento
Dopo averli accuratamente lavati e privati della parte del gambo più dura, lessare al dente gli asparagi. Scolarli e farli raffreddare; tagliare a pezzettini circa 100 gr. e unirli alla ricotta e al Parmigiano. Preparare la pasta fresca impastando le due farine con le uova e il tuorlo; tirare la sfoglia formando dei dischetti circolari con l’aiuto di un tagliapasta di 6 cm. di diametro; mettere il ripieno ottenuto in un dischetto sovrapponendone un altro, dando forma al cappellaccio e così via. In una padella mettere l’olio extravergine di oliva, una cipolla grattugiata, i pomodori tagliati a pezzi così pure gli asparagi rimasti, unire un pizzico di sale grosso iodato e pepe q.b. Accaldellare a fuoco basso in attesa della cottura dei cappellacci, saltare finché la pasta non risulti ben amalgamata al condimento. Buon appetito!

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...