Alitalia cantiere aperto: il piano di sviluppo parte con la stagione estiva. “La politica commerciale sta cambiando"

Giovanni Bosi, Milano

Alitalia è un cantiere aperto. La compagnia tricolore, ormai sotto l’egida di Etihad, si avvia a cambiare letteralmente pelle. E non solo perché entro poche settimane arriveranno il nuovo marchio e la nuova livrea per gli aeromobili, ma soprattutto nuove strategie, nuovi contenuti e soprattutto un salto di qualità in termini di servizi e prestazioni. Ecco dunque come Alitalia si appresta a riposizionarsi sul mercato.

 

(TurismoItaliaNews) “La politica commerciale sta cambiando”: sono parole cariche di significato quelle su cui ha messo l’accento Ariodante Valeri, chief commercial officer di Alitalia presentando il il piano di sviluppo che avvia la stagione estiva della compagnia, presentata in anteprima in occasione della Bit 2015, dove la società è tornata per rilanciare il rapporto con tutti i protagonisti della filiera del turismo italiano. “Siamo tornati alla Bit per raccontare le nuove destinazioni, soprattutto intercontinentali, e la rinnovata politica commerciale. Ripartiamo con progetti concreti di sviluppo per tutto il mercato, a partire dai clienti corporate e da quelli ad alto valore. In questo ambizioso percorso di crescita abbiamo bisogno della collaborazione di tutti, agenzie di viaggio, tour operator e altri operatori del turismo. Per questo ci impegniamo a comunicare in modo più costante e chiaro e ad offrire una struttura sempre più vicina al mercato, un maggiore equilibrio tra i canali di vendita e un ritorno alle remunerazioni e agli incentivi”.


 

Gli obiettivi di Alitalia, forte degli investimenti della compagnia degli Emirati, sono tutti chiari: riposizionamento sul mercato, nuovi standard qualitativi a terra e a bordo, nuovi interni per gli aeromobili, nuove lounge aeroportuali, sviluppo dell’intrattenimento e della connettività in volo, nuovo catering a bordo e nelle lounge. Insomma davvero una nuova Alitalia, che guarda al futuro gettando alle spalle gli anni più difficili e facendo di tutto per far dimenticare l’appannamento della propria immagine. E’ proprio con la stagione estiva che scatta il piano di sviluppo dell'offerta di lungo raggio che porterà, entro il 2018, ad un incremento della capacità del 30% grazie a investimenti commerciali e sulla flotta.


Previste nuove destinazioni e più frequenze sui voli intercontinentali: le novità sono Seul (da Roma dal 4 giugno), Shanghai (da Milano Malpensa dal 1° maggio, per tutta la durata dell'Expo) e Abu Dhabi (da Malpensa e Venezia dal 29 marzo); inoltre più voli saranno disponibili sulle rotte per Rio de Janeiro (da Roma) e per Tokyo (da Malpensa); riprendono anche i collegamenti stagionali su Los Angeles e Chicago. Inoltre, grazie alla partnership con Etihad, si avranno più connessioni attraverso Abu Dhabi verso Medio Oriente, Africa, Asia e Australia. Su Milano Malpensa Alitalia diventa già da quest'anno la prima compagnia per destinazioni intercontinentali servite ed entro il 2018 prevede di aumentare i passeggeri di lungo raggio del 130%. Da Linate, Alitalia raggiungerà 43 destinazioni, di cui 28 internazionali. Anche su Roma, che si conferma l'hub principale con 90 destinazioni e oltre 1.500 frequenze settimanali, Alitalia incrementerà nell'estate 2015 l'offerta di voli, in particolare verso destinazioni intercontinentali (Nord e Sud America) e internazionali (tra cui Russia, Israele, Germania e Danimarca). Inoltre, grazie all'offerta integrata con airberlin, Alitalia serve 5 destinazioni in Germania e in Austria con oltre cento frequenze settimanali operate in partnership dalle due compagnie.



“C’è un equilibrio dell’offerta sul nord (Malpensa, Linate e Venezia) e su Roma” ha sottolineato ancora Ariodante Valeri, chief commercial officer di Alitalia, il quale ha pure aggiunto che con Mistral (la compagnia del gruppo Poste Italiane Spa) si stanno sviluppando nuove strategie  e che c’è grande attenzione anche verso i settor charter e cargo: “Siamo un vettore che guarda al mercato e allora perché dire no al charter che è una componente vitale della filiera che rappresentiamo? Anche il cargo è molto interessante: studiamo i volumi che posso derivare per effettuare una serie di attente ed approfondite valutazioni. Indubbiamente è una parte importante che dovrà essere tenuta in considerazione anche con aerei dedicati”.


Infine Alitalia ed Etihad Airways, official global airline carriers di Expo Milano 2015, si preparano ad accogliere nel capoluogo lombardo i visitatori provenienti dalle 560 destinazioni servite direttamente o insieme ai propri partner.

 

 


turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...