Monte Athos, il lato green della Grecia ancora tutto da scoprire

images/stories/grecia/MonteAthosArea10.jpg

Giovanni Bosi, Monte Athos / Grecia

 LUOGHI  E’ il luogo dove è nato il filosofo Aristotele, l’insegnante di Alessandro Magno. Oggi è una delle regioni più amate dai greci, eppure è ancora troppo poco conosciuta nonostante i suoi 300 chilometri di litorale, il suo mare trasparente, le sue tradizioni, la sua gastronomia ed una moderna offerta alberghiera. Siamo nella penisola del Monte Athos, nella Calcidica, dove in vacanza si può osare di tutto…

 

(TurismoItaliaNews) “Questo è il luogo dove i miracoli della natura si alternano uno dopo l’altro, in qualsiasi stagione dell’anno”: non ha ovviamente alcun dubbio Maria Pappa, manager del marketing e delle comunicazioni della Mount Athos Area Organization. Se la Grecia mette sempre tutti d’accordo, questa piccola grande porzione di territorio ellenico sa farsi subito amare, prima di tutto per l’ospitalità della sua gente e poi per l’incredibile offerta turistica, che trova la sua punta di diamante in ben 300 chilometri di costa (il perimetro più lungo della Calcidica) punteggiata da spiagge sabbiose, isolette, mare cristallino, vigneti che scendono verso il mare, boschi, il tutto in perfetta armonia. Visitare il Monte Athos, godersi un bagno nell’Egeo davanti a spiagge di velluto, camminare nel luogo dove è nato Aristotele, visitare il verdissimo o rosso porpora (a seconda della stagione) Monte Statoniko, oppure esplorare le discese del magico Holomontas, si rivelano esperienze che difficilmente si dimenticheranno.

A pochi chilometri dall’aeroporto Makedonia di Salonicco, ben collegato con i maggiori aeroporti europei, si trova la Calcidica, una grande penisola che con le sue caratteristiche combina la Grecia e le sue isole.

Ben cento spiagge da scegliere, 17 delle quali sono state premiate con la Bandiera Blu, come San Paolo a Ierissos, Alikes sull'isola di Amouliani, Kambos nella zona di Gomatiou, le spiagge a Kampudi, quelle del Neo Roton, le tre spiagge di Ouranopoli, Porto Aghio e quella di Stratoniou. “Una vacanza nel nostro territorio – ci spiega Maria Pappa (a sinistra nella foto sopra) – assicura mille alternative, colori, profumi e sapori che cambiano in ogni stagione, in inverno come in estate. La prima parte della zona di Athos offre veramente di tutto: storia, civiltà, tradizione, impianti sportivi e moderne catene alberghiere”. Primavera ed estate sono le stagioni privilegiate, ma in realtà una vacanza anche negli altri periodi assicura soddisfazioni e sensazioni: escursioni, equitazione, feste tradizionali come quella della grappa, del vino, del miele, della sardina e della vongola, con pernottamenti in tipiche case tradizionali in questa che è anche una località di montagna.

E merita decisamente una visita Amouliani, l'unica isola abitata della Calcidica: “Verdissima, pittoresca, con spiagge di bellezza ineguagliabile per ogni tipo di gusto- sottolinea Maria Pappa - prendete i traghetti che partono dal porto di Tripiti più volte nell'arco della giornata. Il viaggio dura 15 minuti e il costo del biglietto è di 2 euro per passeggero, mentre per l'auto è di 10 euro”.

Tra le specialità da gustare c’è lo Tsipouro, una tradizionale grappa bianca. Ha una gradazione alcolica di circa 40-45% in volume, ed è ottenuta dalla distillazione di vinaccia di vitigni greci. Di solito è una grappa pura (bianca), alcune volte viene aromatizzata all'anice o anche altri frutti. Le prime tracce certe di distillazione di grappe greche risalgono al XIV secolo, ad opera di monaci ortodossi del Monte Athos, nella regione macedone della Grecia. Ma ci sono anche vino, olio d’oliva, formaggio come la feta, miele, vongole e cozze, yogurt. In tutta la zona del Monte Athos, sia all’interno del perimetro monastico che al di fuori dei suoi confini, esistono moltissime cantine e vigneti.

Ma il pezzo forte resta evidentemente l’esperienza religiosa sul Monte Athos, una zona ben distinta all'interno della regione. In questo luogo di pellegrinaggio, conosciuto in tutto il mondo, vive una comunità di monaci indipendente. La penisola che ha una bellezza unica e incontaminata, è infatti abitata esclusivamente dai religiosi (sono 2.200) e composta da venti monasteri di architettura bizantina e ottocento celle. Ogni anno circa un milione di visitatori arriva in questa culla dell'ortodossia che da più di mille anni osserva le regole di vita religiosa. Athos è un grandissimo museo di arte bizantina e post bizantina:dipinti, biblioteche, mosaici, preziosissimi oggetti liturgici, reliquie di valore inestimabile sono conservati e protetti in questi monasteri. Con le navi da crociera Kapetan Fotis & Ioanna della Athos Sea Cruises (per prenotare tel. +30-23770-71370 e +30-23770-71606) che partono da Ouranopolis ogni giorno alle 10.30 e alle 13.30, durante il tragitto che dura circa 4 ore, si possono ammirare i monasteri della zona ovest e di quella meridionale della penisola di Athos.

L'accesso al Monte Athos è consentito solo agli uomini ed è consigliabile programmare in anticipo la data dell'ingresso. Vi si può anche pernottare contattando l'Ufficio Pellegrini del Monte Athos (Via Egnatias 109, Palazzo Nedelkos, 54635 Salonicco, tel. +30-2310-252575, fax +30-23310-222424 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). L'accesso alla Sacra Penisola è consentito quotidianamente a 110 visitatori, dei quali 100 greci e 10 stranieri). Nella regione del Monte Athos, esclusa la parte di Agios Oros, esistono numerosi monasteri che da secoli sono luogo di preghiera per migliaia di fedeli: la chiesa della Madonna, il monastero dell'Annunciazione della Madonna a Olimpiadas, il monastero di San Cosmà, la chiesa metropolita di Santo Stefano Arnais, la Basilica Paleocristiana nel castello lerissoù, il convento Zigoù Ouranoupolis, la torre Bizantina di Gomatiou, la venerazione della Madonna di Spiliotitas Staghiron, San Nicola della montagna nella zona di Stratoniou.

Le specialità preparate dalle donne dell'Isola di Amouliani

Per un mese intero, dal 15 maggio al 15 giugno 2016 è di scena “Kouzina”, l’evento gastronomico incentrato sulla tradizione locale, in cui la gente della regione del Monte Athos onora la propria terra ringraziandola per i doni che offre. E questa tradizione si sposa con creazioni gastronomiche, a base di prodotti biologici locali. La natura è protagonista a tutto tondo: il mare e la terra con i loro prodotti, e poi concorsi e lezioni di cucina tradizionale, antica, tradizionale, monastica, mediterranea e piatti gourmet creati da locale e chef famosi.

Nel tempo questo territorio è stato un crocevia di culture e civiltà e inevitabilmente oggi mostra un volto poliedrico in ogni aspetto, comprese le delizie gastronomiche: sapori dal mare e dalla costa, cucina tradizionale greca, taverne tipiche nelle varie località di montagna. Ma è la storia che consente di compiere un viaggio indietro nei secoli tra i resti archeologici della città di Staghiron, la quale ha dato i natali ad Aristotele. “Una storia magnifica lunga 4000 anni che si può ammirare dalla collina di Olimpiadas – ci spiega ancora Maria Pappa - una storia basata sull'esperienza economica e sullo sviluppo che ha accompagnato non solo questa zona ma tutta la Macedonia in un'attività che dura da millenni. Le antiche grotte sparse sulle montagne di Stratonikis e di Olimpiadas sono la testimonianza della storia che si è scritta nei secoli e che ha assicurato libertà e fierezza al popolo. Venite dunque nella regione del Monte Athos. Vale la pena vivere tutte queste esperienze di ieri, di oggi e di domani. Una simile opportunità rende reale un viaggio pieno di colori e alternative. Un viaggio che saprà rispondere a tutte le vostre aspettative”.

Per saperne di più

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...