Il giro del mondo attraverso i siti Unesco patrimonio dell’Umanità, dal Sudan alla Cina

 DESTINAZIONI  Il nostro mondo custodisce un tesoro inestimabile di bellezze naturalistiche e culturali. Ad oggi sono 1031, distribuiti in 163 Paesi, i siti patrimonio dell’Umanità protetti dall’Unesco per il loro valore universale. La maggior parte sono beni culturali e di questi oltre 200 sono compresi negli itinerari del tour operator Viaggi Levi, che sposa il principio alla base della World Heritage List: l’irrinunciabile arricchimento umano che deriva dalla possibilità di beneficiare del patrimonio ambientale e culturale del pianeta.

(TurismoItaliaNews) Un’eredità ricevuta dal passato e da tramandare inalterata alle generazioni future, perché oggi è il domani di ieri. “Viaggi con un contenuto culturale in senso ampio – spiegano da Viaggi Levi - alla ricerca di un contatto genuino con le realtà locali, per indagarne in modo rispettoso storia e tradizioni, affiancando alla scoperta dei luoghi più rinomati e celebri la meraviglia del misterioso inconsueto, attrattive insolite, che la stessa Unesco spesso include nella sua preziosa lista. Un approccio di turismo responsabile: Viaggiare in punta di piedi e con gli occhi del vero viaggiatore, per conoscere in profondità e apprezzare la ricchezza delle diversità, lasciando solo orme del proprio passaggio e non solchi”.

Sudan, la necropoli reale di Meroe. In apertura:Iran, la Moschea di Isfahan

Queste caratteristiche sono alla base della duplice assegnazione del prestigioso “Premio cultura Unesco”, vinto da Viaggi Levi con gli itinerari “Sudan, il Regno dei Faraoni Neri” nel 2013 e “Iran – Azerbaigian” nel 2015, che toccano entrambi ben sette siti patrimonio dell’Umanità. Per i programmi a più marcato sfondo storico-culturale Viaggi Levi prevede da 2 anni un valore aggiunto: esperti accompagnatori archeologi italiani, che grazie alla loro competenza specifica offrono ai viaggiatori un inquadramento delle singole realtà incontrate nel contesto generale dell’evoluzione della civiltà umana. Molti viaggi includono siti archeologici, 80 dei quali inseriti nella World Heritage List. Alcuni itinerari si distinguono per l’elevata concentrazione di spettacolari siti Unesco culturali e archeologici, più e meno conosciuti.

 

Sudan, il Regno dei Faraoni Neri (10 giorni)
I siti archeologici nubiani e l’incontro con genti, villaggi e paesaggi Un viaggio che permette di visitare un Paese poco conosciuto, ai primordi del turismo ma di straordinario interesse, attraverso le regioni del Nord del Sudan, la “Nubia”, un mondo a sé. Un’area assolutamente tranquilla e sicura, abitata da una popolazione ospitale e aperta. L’itinerario ha il Nilo come filo conduttore, lungo il quale si potranno ammirare vestigia archeologiche uniche: le piramidi della Necropoli Reale di Meroe (Unesco), i templi di Naga e Musawwarat (Unesco), le tombe sotterranee policrome di El Kurru, i templi alla base del Jebel Barkal, la montagna sacra (Unesco). Siti spettacolari e sorprendenti, che si gustano senza la presenza di folle di turisti. Suggestivo il contrasto tra la rigogliosa vegetazione alimentata dal sacro Nilo e l’aspro ambiente desertico, che non finisce mai di sorprendere per la molteplicità di forme e colori. Memorabile la visita degli splendidi villaggi nubiani dalle case vivacemente colorate nei pressi del suggestivo sito cristiano di Old Dongola. Un viaggio che unisce il fascino delle visite all’elevato livello di comfort e servizio garantito dalle eleganti strutture di proprietà: la Nubian Rest-House di Karima e il Campo Tendato di Meroe. In Sudan ci si sente esploratori, archeologi e viaggiatori, ma soprattutto ospiti di un popolo molto accogliente.
Quota a partire da € 2.960

Cina centrale, il Tempio Sospeso di Xuankong

Cina centrale, da Shaolin al “tempio sospeso” di Xuankong (14 giorni)
Attraverso le province dell’Henan, Shaanxi e Shanxi tra siti di estremo interesse. Un itinerario originale ed esclusivo nelle province nucleo originario della Cina, che in epoche remote ricevettero l’appellativo di “Regione Centrale”. Siti di estremo interesse, raramente inclusi nei tour della cosiddetta Cina classica. Da Pechino in volo per Zhengzhou, nell’Henan, per la visita del leggendario tempio Shaolin (Unesco), luogo di nascita del kung fu, e delle bellissime grotte buddhiste di Longmen (Unesco), nei pressi di Luoyàng. Si prosegue in treno per Xi’an, nello Shaanxi, una delle città più importanti del Paese, conosciuta principalmente per l’imponente e misterioso Esercito di Terracotta (Unesco). Ancora in treno, questa volta notturno, per l’antica Pingyào (Unesco), nello Shanxi, un esempio eccezionalmente ben conservato di architettura Ming. Poi via terra verso nord per la visita del villaggio monastico di Tàihuài ai piedi del sacro Wutai Shan (Unesco) e dell’incredibile tempio “sospeso” di Xuankong. Per finire, prima di rientrare in treno a Pechino, visita delle grotte buddhiste di Yungang (Unesco) nei pressi di Datong.
Quota a partire da € 3.280

 

Iran, 7.000 anni di storia (16 giorni)
Un viaggio completo da Choqua Zanbil a Mashhad, attraverso l’Iran classico. Via terra da Ahvaz, nell’ovest, a Mashhad, nello sconosciuto Khorasan a nord-est, dove si trova il grandioso complesso dell’Haram-e Razavi, il luogo più sacro dell’Iran. Si inizia dalle rovine dell’antica città elamita di Susa (Unesco), la “Babilonia dell’Iran”, e di quelle di Choqa Zanbil, sito Unesco per la sua magnifica “ziqqurat”, il tempio piramidale a gradoni. Si procede verso est con sosta a Bishapur, la grandiosa capitale del più importante re sasanide, Shapur I, che sconfisse per ben tre volte i romani. Poi le imperdibili mete classiche: Shiraz, Persepoli (Unesco), Naqsh-e-Rostam, Pasargade e la tomba di Ciro (Unesco), Isfahan (Unesco) e Yazd. Infine si segue un percorso poco battuto attraverso i deserti del Kavir e del Lut fino a Mashhad, con sosta nello sperduto centro zoroastriano di Chak-Chak, nella piccola oasi tradizionale di Garmeh e nella cittadina di Torbat-e Jam, ai confini con l’Afghanistan, per la visita del magnifico Complesso del Mausoleo di Ahmad Jami.
Quota a partire da € 3.560

Bulgaria, tomba tracia

Bulgaria, Sulle tracce dei Traci (13 giorni)
Tra antiche città, monasteri, siti archeologici e paesaggi inconsueti. La Bulgaria, pur essendo il Paese europeo meno conosciuto, conserva ben 9 siti patrimonio Unesco, di cui 7 visitati in questo itinerario: la Chiesa Bojana medievale ortodossa a Sofia, famosa per un ciclo di preziosi affreschi datati alcuni decenni prima dell’inizio del Rinascimento in Italia; il Monastero di Rila del X secolo, uno dei più importanti monumenti dei Balcani, situato a 1200 metri di altezza; la zona archeologica con la tomba di Kazanlak, significativa testimonianze della civiltà tracia; Nesebar, l’antica Mesembria, sorta su un’isoletta ora unita alla terraferma da un istmo, dove si possono ammirare vestigia greche, romane, bizantine, turche senza dimenticare la tipica architettura della antica Rumelia; il cavaliere di Madara, bassorilievo scolpito nella roccia dell’altopiano di Madara, nel nord-est del Paese, in epoca alto-medioevale; la più famosa delle tombe trace, quella di Sveshtari, risalente al III secolo a.C. la cui decorazione è considerata unica; Le chiese e i monasteri rupestri di Ivanovo, scavati nella roccia tra il XIV e XV secolo in una valle remota e impervia, famosi per gli splendidi affreschi medievali, in ottimo stato di conservazione.
Quota a partire da € 1.880

 

Per saperne di più

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...