Cerimoniale orientale sul Monte Verità di Ascona: ecco la Casa del tè che racconta un rituale che appaga il gusto e l’animo

Stampa
images/stories/varie_2020/Ascona_CasaDelTe06.jpg

 

Una Casa del Tè nella piccola piantagione del tè, completamente dedicata all'incontro legato al rito della preparazione e della degustazione. In estremo Oriente? No, sul Monte Verità, al di sopra di Ascona, in Svizzera. La città sulla riva settentrionale del Lago Maggiore è la località a quota più bassa del Paese, ad appena a 196 metri sul livello del mare e questo la rende famosa per il suo clima mite. Così il tè ha trovato il suo habitat ideale…


(TurismoItaliaNews) Il microclima unico sul Monte Verità rende possibile la crescita di piante del tè, situazione che nel 2005 ha spinto Peter Oppliger ad instaurare questa piccola piantagione contribuendo a creare una vera e propria meraviglia nel grande parco, percorribile in qualsiasi momento grazie al sentiero appositamente allestito. “Percorrere il sentiero del tè attraverso il giardino del tè, riposare nel padiglione del tè, presso il giardino zen con vista sul lago luccicante, entrare nella casa del tè, godersi una ciotola di tè, mentre si parla insieme sulla cultura del tè” ammiccano dalla Casa del Tè.

Cerimoniale orientale sul sul Monte Verità di Ascona: ecco la Casa  del tè che racconta un rituale che appaga il gusto e l’animo

Cerimoniale orientale sul sul Monte Verità di Ascona: ecco la Casa  del tè che racconta un rituale che appaga il gusto e l’animo

In primavera, le foglie di Camellia Sinensis vengono raccolte e trasformate in tè verde: è in questo periodo si celebra l'annuale festa della raccolta del tè. “Nello Chashitsu, lo spazio per la cerimonia del tè giapponese, c’è la possibilità di partecipare regolarmente come ospiti ad una cerimonia del tè – spiegano i responsabili - la cerimonia del tè giapponese non si può descrivere in poche parole: è molto più della semplice arte di raffinare il gesto quotidiano della ‘preparazione del tè per gli ospiti’; è piuttosto una ricerca permanente che non mira soltanto ad un ulteriore perfezionamento di abilità, ma ad un cambiamento dell’intero stile di vita”.

A prima vista la cerimonia del tè giapponese sembra essere impenetrabile, come una sofisticata opera classica. Se però ci si lascia coinvolgere e si assiste ad una cerimonia più volte, si scopre la bellezza della struttura chiara, dei gesti perfettamente coordinati, nonché dell’interezza del tutto. Una bellezza che coinvolge lo spazio, gli oggetti elaborati, la postura interiore ed esteriore, e persino le conversazioni. Nella cerimonia del tè giapponese viene creato l’attimo ideale dell’essere, secondo le regole buddiste. Per questo, la cerimonia del tè giapponese è considerata una delle forme più elaborate di dare il benvenuto ad un ospite.

Cerimoniale orientale sul sul Monte Verità di Ascona: ecco la Casa  del tè che racconta un rituale che appaga il gusto e l’animo

Cerimoniale orientale sul sul Monte Verità di Ascona: ecco la Casa  del tè che racconta un rituale che appaga il gusto e l’animo

Ma qual è la storia del Monte Verità? Dall’inizio del ventesimo secolo, il Ticino rappresenta l’antitesi del Nord urbanizzato, industrializzato e tecnicizzato. Il monte Le Monesce (nome di origine del Monte Verità), situato al di sopra di Ascona, è stato da sempre terreno fertile per modelli di vita e di società nonché di alternative vissute. I primi fondatori Henri Oedenkoven e Ida Hofmann posero il Monte Verità all’insegna di ideali dalle idee riformatrici, come l’emancipazione della donna, i sistemi cooperativi e le nuove forme di educazione. In quel contesto, svolgeva un ruolo importante anche il vegetarianismo. Il concetto di una società primigenia e ideale, da un lato creò un piccolo paradiso paesaggistico, e dall’altro, la sua radicalità utopica lo allontanò da sé stesso. Nel 1920, dopo che i fondatori se ne andarono in Brasile, seguì un breve periodo bohémien.

Emarginati, comunisti, scrittori, artisti e poeti da tutta Europa nonché emigranti di due guerre mondiali popolano la montagna della verità, prima che il barone Eduard von der Heydt, uno dei maggiori collezionisti di arte contemporanea ed extraeuropea, lo acquistò e ne fece una residenza. Parte da lui il mandato originario per la costruzione di un albergo nello stile del Bauhaus, e sembra che anche la casa del tè giapponese abbia ricambiato la sua affinità per l’Asia. Oggi l’associazione Monte Verità, sotto la cui custodia si trova la montagna, appartiene al Canton Ticino e attualmente il monte ospita il centro seminariale delle università di Lucerna e Zurigo e un museo illustra la storia dell'alternativa colonia e dei suoi fondatori.

Cerimoniale orientale sul sul Monte Verità di Ascona: ecco la Casa  del tè che racconta un rituale che appaga il gusto e l’animo

Per saperne di più
Casa del Tè - Centro Ascona
Carrà dei Nasi 10 - Galleria Carrà, 6612 Ascona, Svizzera
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.casa-del-te.ch
www.myswitzerland.com

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...