Alpine Pearls, 14 anni di turismo green per la rete internazionale delle Alpi che promuove la mobilità dolce

images/stories/varie_2020/AlpinePearls03.jpg

Da quattordici anni promuove il turismo in mobilità dolce nelle più belle località dell'arco alpino. Quando Alpine Pearls, la rete internazionale delle Alpi, è nata a Vienna all'inizio del 2006 erano 17 le località fondatrici, pioniere ancora un po’ esotiche di progetti votati alla tutela del clima e a vacanze all’insegna della sostenibilità. Oggi il marchio riunisce oltre venti località turistiche impegnate a promuovere vacanze ecocompatibili e soluzioni di mobilità innovative a tutela dell’ambiente.

 

(TurismoItaliaNews) Natura, sport, cultura e specialità enogastronomiche: un mix vario e di altissima qualità per una vacanza fantastica in alcune tra le più belle località alpine, unite dal denominatore comune della sostenibilità e della mobilità dolce. Chi dice Alpine Pearls, dice turismo consapevole, senza stress e in piena armonia con la natura, per scoprire tutto il bello di una vacanza senza auto. Grazie al suo know-how in progetti transnazionali e alle sue iniziative a tutela del clima nel campo della mobilità, è un partner sempre ricercato per progetti di cooperazione e conferenze internazionali.

Alpine Pearls, 14 anni di turismo green per la rete internazionale delle Alpi che promuove la mobilità dolce

Alpine Pearls, 14 anni di turismo green per la rete internazionale delle Alpi che promuove la mobilità dolce

“Il percorso per la creazione dell’associazione era stato reso possibile da due progetti europei – Alps Mobility I e II – finanziati dall’allora ministero per l’Ambiente e le politiche agricole e forestali austriaco – spiegano dall'organizzazione - con l’implementazione di progetti pilota e il loro continuo sviluppo turistico sostenibile, le Perle delle Alpi sono esempi di buone pratiche a livello europeo e forniscono un contributo fondamentale nell’accrescere una nuova consapevolezza verso un turismo sempre più ecocompatibile”.

Insomma viaggiare in montagna senza auto è possibile. Treni e autobus sono il mezzo ideale per arrivare e grazie ai servizi di mobilità in loco la propria automobile può rimanere a casa. Anche l’ultimo miglio, dalla stazione all’alloggio, non è un problema grazie ad efficaci servizi transfer. Sul posto ogni località offre poi le soluzioni più adeguate per spostarsi, da servizi shuttle a taxi a chiamata, da skibus a bus per gli escursionisti. E in molte Perle è possibile testare, talora gratuitamente, i più innovativi veicoli elettrici. Le località Alpine Pearls sono collegate alle reti di trasporto pubblico internazionali. Gli ospiti possono quindi arrivare senza stress e senza code, per una vacanza senza auto e senza preoccupazioni.

Alpine Pearls, 14 anni di turismo green per la rete internazionale delle Alpi che promuove la mobilità dolce

Alpine Pearls, 14 anni di turismo green per la rete internazionale delle Alpi che promuove la mobilità dolce

Le attività di networking con partner economici, tour operator, università, associazioni ed organizzazioni non governative e con altri territori (Pirenei, Mediterraneo, Scandinavia...) sono essenziali per Alpine Pearls. Tutte le proprie esperienze e i propri successi vengono condivisi con istituzioni che perseguono scopi analoghi: “Siamo il fulcro innovativo di una rete per lo sviluppo sostenibile, con una serie di buone pratiche sul tema della mobilità nel turismo. Siamo lieti di cooperare su questo tema, fornendo input e know-how nell’ambito di congressi, workshop e attività di ambito economico e scientifico”, spiega Karmen Mentil, responsabile del management di Alpine Pearls.

Ma cosa offrono in particolare le Perle delle Alpi? Moltissime attività estive ed invernali a tu per tu con la natura, nella convinzione che muoversi all’aria aperta sia sinonimo di relax e divertimento. Escursioni, passeggiate, nordic walking, alpinismo, arrampicata, ciclismo, mtb, nuoto, canottaggio e altri sport acquatici non motorizzati, equitazione, carrozze e slitte con i cavalli, parapendio, sci di fondo e biathlon, sci alpino e snowboard, sci alpinismo, pattinaggio, ciaspole, slittino e molto altro. Le carte ospiti e le offerte messe a punto da molte delle Perle consentono di risparmiare e vivere una vacanza green. Le card offrono spesso l’utilizzo gratuito dei trasporti pubblici e una serie di vantaggi e sconti per le attività da svolgere, sia in estate che in inverno. Ad esempio, a Funes e a Racines (Bolzano) le carte ospiti sono incluse nel prezzo della camera. Con la carta ospiti nella Perla tedesca di Bad Reichenhall si viaggia gratis sui mezzi pubblici e si può godere di una serie di sconti, per esempio alle Terme. A Werfenweng (Salisburghese) chi arriva in treno o consegna la chiave della macchina durante il soggiorno, alloggiando in una struttura ricettiva partner, ha diritto a transfer gratuiti, noleggio veicoli elettrici e una serie di altre attività. A Cogne (Valle d’Aosta) la navetta che collega le frazioni è completamente gratuita.

Alpine Pearls, 14 anni di turismo green per la rete internazionale delle Alpi che promuove la mobilità dolce

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...