Alto Adige Biologico, i migliori prodotti di un’area di eccellenza e tradizione protagonisti in un libro

Dopo oltre trent'anni di esperienza, i prodotti biologici altoatesini sono considerati l'eccellenza italiana: ad esempio, il 40% delle mele bio immesse sul mercato proviene dall'Alto Adige. In questo territorio il modello di agricoltura biologica votato allo sviluppo sostenibile e all’equilibrio ecologico non è una moda ma una tradizione. Risale infatti alla fine degli anni Settanta l'impegno degli agricoltori altoatesini di allontanarsi dai metodi di agricoltura convenzionali per sviluppare un modello agricolo sostenibile e attento all’ambiente. Di tutto questo si parla nel libro “Alto Adige Biologico. I migliori prodotti di un'area di eccellenza e tradizione” di Karoline Terleth.

 

(TurismoItaliaNews) Per garantire la qualità "bio" e tutelare il consumatore, oltre alle regole dettate dall’Unione Europea, i produttori dell’Alto Adige si sono assoggettati a restrittive autoregolamentazioni proprie dei consorzi bio riconoscibili dai marchi: Unione coltivatori alternativi, Bioland, Demeter, Gäa e Naturland. Le linee guida a cui si attengono i diversi consorzi variano nel dettaglio, ma tutti concordano sugli assunti di base: la salvaguardia della fertilità naturale del terreno, il risparmio energetico, i cibi sani e di alto valore nutritivo e il benessere degli animali.

Sono oltre cento i produttori selezionati e certificati di frutta e verdura secca, succhi, frutti di bosco e marmellate, vino, birra e distillati, prodotti a base di erbe, verdure e patate, cereali, latte e prodotti caseari, carne e pollame, uova, miele e pane che l'autrice Karoline Terleth ha selezionato e raccolto in "Alto Adige Biologico. I migliori prodotti di un'area di eccellenza e tradizione".

Una guida ai masi e alle latterie da non perdere, oltre ai negozi specializzati e a quelli che consentono l'ordine di prodotti da tutta Italia per gustare ovunque i sapori genuini del bio altoatesino. Il tutto è completato da ritratti di pionieri del biologico e di menti creative, nonché da invitanti descrizioni di delizie locali come la senape di albicocche e il più diffuso Schuttelbrot, croccante pane di segale. L’autrice. Karoline Terleth, nata a Bolzano nel 1985, ha studiato Scienze delle comunicazioni e biologia a Monaco. Si occupa di consulenza ecologica e ambientale per l’associazione Bioland Sudtirol e gestisce insieme ai familiari una tenuta biodinamica in Alto Adige.

“Alto Adige Biologico. I migliori prodotti di un'area di eccellenza e tradizione”
collana Alto Adige Folio Morellini Editore
www.morellinieditore.it
176 pagine - 12,90 euro

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...