Georgia: viaggio nel cuore del Caucaso a cavallo tra Europa e Asia, la guida da leggere

images/stories/libri/GeorgiaPolarsi2013.jpg

La nuova Guida firmata Polaris riguarda la Georgia, il Paese nel cuore della regione caucasica, a cavallo tra Europa e Asia. Un viaggio in una terra dalle mille sfaccettature condotto da Maura Morandi, autrice di questa nuova pubblicazione uscita a gennaio 2013. In 304 pagine, corredate da 32 tavole a colori,  il libro fornisce al lettore un’approfondita introduzione al Paese e accompagna il viaggiatore attraverso percorsi che si snodano tra storia, arte, cultura e antiche tradizioni.

 

(TurismoItaliaNews) “Georgia. Viaggio nel cuore del Caucaso” descrive a tutto tondo lo Stato situato nel cuore della regione caucasica. Nel corso degli ultimi anni la Georgia ha acquistato una crescente importanza a livello internazionale da un punto di vista geopolitico, strategico ed economico. Uno degli itinerari terrestri dell’antica Via della seta, circa 8.000 km lungo i quali nell’antichità si erano snodati i commerci tra gli imperi cinesi e l’Occidente, passava da Tbilisi. Oltre alla seta, altre merci viaggiavano nella regione euro‐asiatica e con loro molti influssi artistici che hanno portato a mescolare elementi ellenistici, iraniani, indiani e cinesi. Modello di complessità e ricchezza culturale del Caucaso, la Georgia ha un’antica storia, caratterizzata da tradizioni letterarie e artistiche che affondano le radici nei secoli. Il territorio georgiano è cosparso di antiche chiese, monasteri e monumenti architettonici dall’alto valore storico ‐ artistico, spesso posti nella cornice di meravigliosi paesaggi naturali che lo caratterizzano.

 

Una leggenda georgiana
La nascita di quel “Paradiso”

“Mentre Dio stava distribuendo le terre ai popoli del mondo, i georgiani erano seduti a una lunga tavola imbandita di pietanze e vino, impegnati in una grande festa.Dio disse loro che ormai tutte le terre erano state distribuite ma i georgiani risposero prontamente che erano in ritardo perché avevano brindato in onore di Dio Onnipotente. Dio fu così felice che decise di regalare a quel simpatico e festoso popolo la parte di Terra che aveva riservato per sé. Quella terra di monti immacolati, verdi colline e fertili valli tanto simile al Paradiso oggi si chiama Georgia”.

 

Nei musei di Tbilisi e di altre cittadine georgiane sono conservati antichi tesori di eccezionale valore. Popolo allegro e molto ospitale, i georgiani non perdono occasione per festeggiare riunendosi in ricchi banchetti, accompagnati da buon vino, musica, canti e balli tradizionali. Grazie al loro talento i georgiani mantengono vive grandi tradizioni, non solo musicali. Le danze tipiche sono assolutamente straordinarie; un virtuosismo di movimenti che coinvolge uomini, donne e bambini accompagnati da strumenti tradizionali e dal ritmo via via più incessante delle percussioni.

Impossibile immaginare la Georgia senza il profumo e il sapore del suo vino, elemento essenziale nella sua storia: già dal neolitico gli abitanti del Caucaso del Sud avevano scoperto la misteriosa trasformazione dell’uva selvatica in vino lasciandola nei Kvevri, i tradizionali e caratteristici vasi di argilla interrata che ancora oggi mantengono immutata la loro importanza. Fino a poco tempo fa conosciuta solo come una delle repubbliche dell’Unione Sovietica e per aver dato i natali a Josif Vissarionovic Džugašvili detto Stalin, la Georgia è una terra dalla storia complessa e straordinaria.

L’Autrice. Maura Morandi vive e lavora a Tbilisi e da diversi anni si interessa all’area caucasica. Dopo la laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università di Bologna (Forlì), ha conseguito il master in “Peace and Conflict Studies” presso lo European Peace University Center a Stadtschlaining (Austria) e, in seguito, si è specializzata in diritto internazionale umanitario e diritti umani. In qualità di esperto dell’area caucasica collabora con diverse organizzazioni internazionali, tra le quali Nazioni Unite e Unione Europea, e con il Ministero degli Affari Esteri italiano. Autrice di numerosi articoli e saggi pubblicati da istituti italiani e stranieri, collabora regolarmente con Osservatorio Balcani Caucaso.

Casa Editrice Polaris Srl
Via G. Di Vittorio, 14/16 ‐ 50039 Vicchio di Mugello, Firenze
tel.+39 0558497488
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.polaris‐ed.com

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...