Dalla Specola Vaticana l’avventura di Angelo Secchi, l’avventura scientifica del Collegio Romano

images/stories/libri/AngeloSecchiSpecolaVaticana.jpg

“Angelo Secchi. L’avventura scientifica del Collegio Romano” è il volume pubblicato dalla casa editrice Quater Edizioni ed incentrato sulla Specola Vaticana. La Specola, il cui nuovo telescopio è da tempo dislocato in Arizona, mantiene il quartier generale nei possedimenti vaticani, dove venne istituita nel 1891, sulla scia del grande impulso alla scienza astronomica dato proprio da Secchi.

 

(TurismoItaliaNews) Da tempo si avvertiva l’urgenza di una monografia che riunisse i contributi sul Secchi in un unico volume. In quest’opera, Aldo Altamore e Sabino Maffeo compiono uno straordinario sforzo di sintesi ed unitarietà: ordinando dieci di scienziati e ricercatori diversamente specializzati in un profilo completo e squisitamente umano, che affascina e stupisce per la portata delle ricerche e per le intuizioni raggiunte dallo scienziato.

“Il merito enorme di Secchi – spiega Roberto Buonanno, presidente della Società Astronomica Italiana - è quello di essere stato fra i primi a intuire che la nuova astronomia, nella quale la fisica e la chimica si affiancavano alla geometria e alla meccanica, costituiva uno strumento nuovo per indagare l’Universo. La spettroscopia astronomica, assieme all’uso di innovazioni quali quelle del mezzo fotografico, e la costruzione di strumenti dedicati alla osservazione, hanno posto il nome del gesuita all’attenzione della comunità scientifica e collocato l’Italia alla testa della astronomia europea”.

“Secchi è uno dei padri della ‘New Astronomy’, ciò che oggi chiamiamo astrofisica – sottolinea José G. Funes, s.j., direttore della Specola Vaticana - il nascere della New Astronomy non è stato esente da travagli. I dibattiti scientifici sono appassionati e, alle volte, una certa mancanza di oggettività può rallentare o condizionare lo sviluppo inarrestabile del progresso della scienza. L’eredità di Secchi non fu raccolta immediatamente nel mondo dell’astronomia italiana. Le qualità umane di Secchi gli permisero di continuare con la sua attività scientifica malgrado tutte le difficoltà esterne. L’educazione dei giovani alle scienze dovrebbe aiutarli a sviluppare l’umiltà e la pazienza che il metodo scientifico richiede per arrivare a una comprensione razionale dell’universo che è in noi e fuori di noi. In una società che giudica da risultati immediati e clamorosi, la figura di Secchi ci insegna ad avere uno sguardo paziente che sa investire nel futuro e sa attendere i frutti che durano”.

La grafica leggera ed animata, ideata e curata da Giampiero Badiali per Cmf Foligno, la strategica importanza delle immagini, ne fanno un libro la cui lettura potrà soddisfare le esigenze degli addetti ai lavori, ed al tempo stesso attirare i neofiti. Aver contribuito alla sua realizzazione, è per la Quater, piccola casa editrice indipendente umbra, fonte di soddisfazione ed orgoglio. Una crescita umana, prima che professionale, egualmente condivisa da quanti hanno lavorato al volume, stampato dalle Grafiche Cmf di Foligno.

“Non spetta a me sottolineare come il momento per evidenziare la straordinaria modernità del pensiero e dell’opera di Angelo Secchi fosse ormai giunto da tempo – afferma Monica La Torre, editore di Quater – è, la mia, solo una considerazione che in qualità di editore ho ereditato, con piena condivisione, dagli autori del volume. Una lacuna evidente, nella letteratura storico-scientifica contemporanea, che queste pagine intendono colmare, seppure come primo e per forza di cose limitato contributo, ripercorrendo vita e stagioni del gesuita scienziato”.

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...