“Foligno: storia, arte, memorie nel centro storico”: è uscita la nuova guida dedicata alla città dei Palazzi in Umbria

Stampa
images/stories/foligno/Foligno_GuidaCentroStorico01.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   arte   guida   Umbria   storia   cultura   architettura   Foligno   2018   pubblicazione  

“Foligno: storia, arte, memorie nel centro storico” è la nuova pubblicazione delle Edizioni Orfini Numeister che presenta un’immagine nuova del cuore della città umbra. Per chi desidera visitarla, questa “guida” di oltre duecento pagine firmata da Fabio Bettoni e Bruno Marinelli, con camei di Roberto Tavazzi e Attilio Turrioni, si rivelaagevole da portare con sé e piacevole da leggere.

 

(TurismoItaliaNews) La pubblicazione restituisce al turista ma anche al folignate, una conoscenza “speditiva” del cuore della città, a più di tre lustri di distanza (era il 2001) dall’uscita della precedente “Foligno. Itinerari dentro e e fuori le mura”. Da allora si può dire che è cambiato il mondo e pure la città della Quintana, che in questo periodo – auspice il recupero del patrimonio immobiliare ed artistico conseguente al sisma 1997 – ha cambiato aspetto e approccio nei confronti del proprio retaggio storico espresso da palazzi, chiese, vie, piazze, monumenti e opere d’arte.

Così ci si è resi conto che era ora di rimettere mano ad una pubblicazione che offrisse una conoscenza mirata (ma non eccessivamente didascalica) della Foligno di ieri in cui vivono i folignati di oggi. Dal titolo manca volutamente il termine “guida”, perché come osservano gli autori nella prefazione, “benché in ultima analisi questa sia una guida, la pubblicazione deroga da un canone fondamentale”: e cioè manca quella introduzione che si dovrebbe concentrare sulla ubicazione originaria dello spazio urbano di Foligno, sui tratti salienti della sua vicenda nel tempo.

“Deroga per scelta, dato che la guida esce in un momento nel quale è messa in forte discussione la tesio tradizioonale secondo la quale la città che stiamo ammirando sia lo sviluppo di un ‘castrum’, un luogo fortificato di età altomedievale, mentre la posizione contrastante ritiene che la città attuale sia il risultato di una stratificazione dalle origini remotissime, radicandosi in età di gran lunga antecedente la romanizzazione, giunta fino a noi senza soluzione di continuità” spiegano Fabio Bettoni e Bruno Marinelli.

La nuova pubblicazione è concepita seconto itinerari, il primo dei quali prende avvio dalla stazione ferroviaria e che di lì in poi si snoda all’interno delle mura incontrando luoghi e personaggi, descritti nella consistenza e nella storia, con utili rimandi alla bibliografia per chi intende approfondire gli argomenti. Non mancano le immagini che semplificano l’individuazione dgli oggetti descritti o di loro dettagli. “Foligno, fiera della propria diversità – sottolinea Rita Fanelli Marini dell’associazione Orfini Numeister – ha acquisito la consapevolezza del proprio valore e con questa lavoro si presenta alla città e a coloro che vorranno visitarla. La prima consegna è di percorrerla senza fretta, di camminare lentamente, anche senza meta, cercando di fissare tutto quello che lo sguardo sa cogliere”.

Giovanni Bosi

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...