Alla scoperta dell’architettura coloniale di Cuba: dal barocco all’eclettismo e il modernismo esterofilo del Novecento

 DESTINAZIONI  Cuba non si sceglie soltanto per il clima tropicale, il carattere gioviale dei suoi abitanti, le spiagge e il mare d’incanto, la musica e il rum, la simpatia ideologica, l’ottima struttura ricettiva, i prezzi (ancora) abbordabili. Ci sono anche i monumenti, la storia e l’arte celati nelle sue stupende città coloniali, primi avamposti per la scoperta e la conquista europea del continente americano. E anche questo è un motivo per cui gli italiani da soli rappresentano un terzo degli oltre tre milioni di turisti che ogni anno scelgono la maggior isola caraibica per le proprie vacanze…

 

(TurismoItaliaNews) Per secoli i porti cubani hanno costituito un punto obbligato di attracco per i galeoni spagnoli nel loro frenetico andirivieni tra la madrepatria ed i possedimenti nel nuovo mondo e ora le massicce fortezze di epoca rinascimentale, le tipiche case-negozio settecentesche, le chiese e i conventi con archi polilobati tipici del barocco cubano, i palazzi e le ville della borghesia ottocentesca, l’eclettismo e il modernismo esterofilo del Novecento fino alla severa ma funzionale architettura della rivoluzione socialista ci raccontano la storia di questa isola.

 

Sono parecchie le località da non perdere per scoprire la storia e l’arte delle antiche città coloniali, a cominciare da L’Avana, la più bella e sontuosa città dei Caraibi con il miglior patrimonio di architettura coloniale spagnola in America, prediletta dal turismo per la sua intensa vita mondana, fondata nel 1515 e capitale dal 1899; il nucleo storico, alle spalle del porto, protetto dall’Unesco quale patrimonio dell’umanità come parecchie altre località successive, presenta imponenti fortezze e edifici barocchi del Sei-Settecento in corso di restauro. Cinfuegos era un antico covo di pirati trasformata in città nel 1819 dai coloni francesi fuggiti da Haiti: tutti i monumenti principali, compreso il teatro dove cantò Caruso, gravitano attorno alla piazza e al parco centrale.

 

Trinidad, prima città coloniale ad essere restaurata, si presenta come un gioiello barocco con parecchie influenze andaluse come strade lastricate, patios fioriti, fontane e balconcini in ferro battuto. Camaguey, fondata nel 1514, è il capoluogo delle coltivazioni di canna da zucchero e dell’allevamento di bestiame, un po’ il far west cubano. Dopo una giornata balneare sulla spiaggia di sabbia bianca di Guardalavaca, si riparte per Baracoa, prima capitale costruita nel 1511 sui resti dell’insediamento originale di Colombo, formata da imponenti fortezze per difendersi dagli attacchi dei corsari e da edifici in legno dall’originale architettura coloniale-caribegna, quindi si tocca Santiago, seconda città cubana e capitale culturale, la più caraibica dell’isola, Bayamo, fondata nel 1513 e culla dell’indipendenza cubana e, prima del rientro all’Avana, visita alle provincie occidentali di Pinar del Rio e Vinales, dove si producono i famosi sigari cubani.

L’operatore urbinate Apatam Viaggi, dal 1980 specializzato in turismo culturale con accompagnamento qualificato in ogni parte del mondo e con un onesto rapporto qualità / prezzo, propone un tour di 16 giorni alla scoperta della Cuba coloniale, prima che la futura invasione di turisti la snaturi. Partenze con voli di linea Air Europa da Milano via Madrid il 20 novembre 2016 e il 5 febbraio 2017, pernottamenti in hotel a 3 e 4 stelle con pensione completa, accompagnatore dall’Italia e guide locali di lingua italiana, assicurazione medica e annullamento viaggio, quote da 3.800 euro in doppia tutto compreso.

 

Per saperne di più
tel. 0722 - 329448
www.apatam.it

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

foto Cuba CamagueyChiesa01 Rhum01 BandieraCuba01 CienfuegosPalacioDeValle01

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...