In Cappadocia per abbattere le barriere sociali: viaggio inclusivo pensato per essere accessibile a persone con disabilità visive

Stampa
images/stories/turchia/Cappadocia1.jpg

 

La proposta arriva da Desartica Adventures, che per il mese di ottobre 2022 organizza un viaggio inclusivo in Turchia pensato per essere accessibile a persone con disabilità visive. Un segno di ripartenza per il turismo, ma ancora di più un punto di svolta per il tour operator italiano specializzatyo nel settore dei viaggi avventura. Desartica sostiene l’inclusività e si fa promotrice dell’abbattimento di barriere che, purtroppo, sono ancora troppo radicate nella società.

 

(TurismoItaliaNews) L’idea di proporre viaggi accessibili a persone con disabilità visive nasce nel 2015 dall’intuizione di Eugenio Paschetta, fondatore di Desartica, e Daniele Bonifacio, da anni attivo collaboratore del tour operator. A luglio dello stesso anno è stato testato il primo viaggio inclusivo di Desartica ad Amsterdam, l’esperienza in Olanda è stata accolta con moltissimo entusiasmo ed ha riscosso un enorme successo.

In Cappadocia per abbattere le barriere sociali: viaggio inclusivo pensato per essere accessibile a persone con disabilità visive

In Cappadocia per abbattere le barriere sociali: viaggio inclusivo pensato per essere accessibile a persone con disabilità visive

“Questo concept ha come peculiarità quella di affiancare a persone con disabilità, partecipanti cosiddetti “normodotati”. La collaborazione tra le parti è stata incredibile ed il successo dell’iniziativa è sicuramente motivo di vanto per l’azienda” sottolinea Rebecca Ballabio, responsabile marketing - un viaggio alla scoperta di una nuova cultura è stato anche un’occasione per avvicinare realtà che sono solo superficialmente distanti tra loro. Ogni viaggio accresce il bagaglio culturale ed esperienziale di una persona e, se si parla di viaggi inclusivi, l’arricchimento sarà sicuramente ancora maggiore. La voglia di mettersi in gioco, il desiderio di trovare la migliore versione di sé, sono caratteristiche che si sposano perfettamente con la mission di Desartica: esplorare il mondo seguendo le proprie passioni e superare continuamente i propri limiti.

Il successo del viaggio ad Amsterdam del 2015 ha aperto la strada ad una nuova sezione di Desartica e ha incoraggiato l’azienda a proseguire in questa direzione. La Cappadocia sarà la versione 2.0 del primo viaggio inclusivo e siamo estremamente fiduciosi nella buona riuscita del format e di un rinnovato successo dell’esperienza. Per avere più informazioni riguardo l’itinerario si può visitare la pagina del viaggio nel sito di Desartica.

In Cappadocia per abbattere le barriere sociali: viaggio inclusivo pensato per essere accessibile a persone con disabilità visive

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...