Capodanno all'ombra dell'Annapurna: in una delle aree più affascinanti dell'Himalaya per conoscere l'etnia Gurung

images/stories/tour_operator/ViaggiaconcarloHimalay01.jpg

Un Capodanno sui sentieri attorno all'Annapurna, nel cuore dell'Himalaya, un trekking facile, che non richiede particolari doti alpinistiche né grande allenamento, ma ricco di suggestioni e magia.

 

(TurismoItaliaNews) L'Annapurna, la decima montagna al mondo per altezza, si trova nel Nepal centrale e i trekking che la circumnavigano sono spettacolari e molto panoramici: si cammina infatti al cospetto di autentici giganti di pietra, coperti da nevai perenni che luccicano al sole, che sovrastano vallate verdeggianti abitate da popolazioni che praticano riti e attività arcaiche e cariche di fascino. Una di queste è l'etnia Gurung, che costituisce circa il 2% della popolazione nepalese e ha molti punti di contatto con l'etnia Magar ma che, rispetto a quest'ultima, occupa territori che si trovano ad altitudini più elevate.

I Gurung sono particolarmente conosciuti per la loro resistenza fisica e, in particolare, per il loro coraggio e le loro capacità militari: per questo furono tra i primi, all'epoca della Seconda Guerra Mondiale, a far parte delle truppe Gurkha dell'esercito Britannico, dove si distinsero per abilità e tenacia. I Gurung sono anche esperti coltivatori di prodotti agricoli di montagna, come grano, mais e miglio, oltre che abili pastori, in particolare di pecore, ma l'attività più singolare che li contraddistingue è certamente quella della caccia al miele pazzo: si tratta di una vera e propria caccia, praticata ormai da pochissimi membri di questo popolo, legata a riti antichissimi.

Il miele pazzo si trova infatti in giganteschi alveari arroccati in posizioni impossibili a decine di metri d'altezza su pareti di roccia a strapiombo - che solo pochi coraggiosi hanno l'ardire di affrontare- e, vista la difficoltà dell'ascesa e della raccolta, è necessario celebrare un rito per placare gli dei della montagna affinché aiutino il cacciatore nel suo compito: la cerimonia sciamanica prevede il sacrifico di una pecora e l'offerta di fiori, frutta e riso, seguito dall'accensione di alcuni fuochi, il cui fumo è utile a cacciare le api dall'alveare; solo a questo punto l'ascesa può avere inizio: il cacciatore sale sulla parete con una semplice corda intrecciata a mano e stacca l'alveare dalla roccia con l'aiuto di pali di bambù affilati, lo mette in una cesta e lo porta finalmente a terra. Questo miele rossastro è particolarmente prezioso e ricercato perché ha proprietà allucinogene (conferite dalla graianotossina, presente nelle piante della famiglia delle ericaceae, come le azalee e i rododendri) e, secondo la medicina tradizionale nepalese e cinese, ottime capacità curative e antisettiche.

Vista la difficoltà del procedimento di raccolta, questa attività millenaria rischia di cadere nell'oblio, considerato che già oggi sono pochissimi i coraggiosi in grado di praticarla. L'itinerario proposto dal tour operator Viaggiaconcarlo porta alla scoperta dell'etnia Gurung, degli straordinari panorami himalayani e della valle di Kathmandu, che custodisce un enorme patrimonio culturale fatto di antichissimi templi e villaggi inserito dall'Unesco fra i tesori dell'umanità.

Panorami Himalayani
12 giorni, partenza 28 dicembre 2017 con quote a partire da 1.635 €. Sono inclusi voli internazionali e tasse aeroportuali, trattamento di pensione completa con menù alla carta durante il tour, sola prima colazione a Kathmandu, trasferimenti da e per l'aeroporto, voli interni, portatori, guida parlante italiano, tutte le entrate nei luoghi di maggior interesse e permessi trekking.

Per saperne di più

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...