In Belgio per il Festival dell’Iris e per il 30° anniversario della regione di Bruxelles Capitale

images/stories/varie_2019/Bruxelles03_FeteDeIris_PhIrisfeest.jpg

A Bruxelles c’è una tradizione floreale particolarmente sentita dai suoi abitanti: è il Festival dell’Iris, kermesse in calendario nei primi giorni del mese di maggio, ricca di eventi e di appuntamenti culturali. In realtà c'è un doppio appuntamento dall’1 al 5 maggio: oltre al festival dedicato al fiore simbolo della città, si festeggia il 30° anniversario della regione di Bruxelles Capitale.

 

(TurismoItaliaNews) “L’iris è il fiore simbolo della città ed è rappresentato in forma stilizzata sia sulla bandiera della regione di Bruxelles Capitale che nel logo di Visit Brussels, l’ente di promozione turistica” spiega Ursula Jone Gandini, direttore per l'Italia dell'Ufficio del Turismo di Bruxelles. Quest’anno il Festival dell’Iris è in programma dall’1 al 5 maggio e sarà ancora più ricco di eventi rispetto al solito, perché proprio negli stessi giorni si celebra il 30° anniversario della nascita della regione di Bruxelles Capitale, istituita nel 1989.

“Avremo quindi tantissime celebrazioni, compresa l’apertura di tantissimi monumenti e luoghi particolari che solitamente sono chiusi al pubblico. Ecco perché il Festival dell’Iris è molto amato tanto dai cittadini, 1.200.000 in totale di ben 184 nazionalità diverse, quanto da un numero crescente di turisti che scelgono di visitare Bruxelles in primavera, approfittando del clima particolarmente favorevole” aggiunge Ursula Jone Gandini. Accanto agli incontri dedicati agli appassionati di botanica, che potranno scoprire le oltre 300 specie di piante Iridaceae e i segreti della loro coltivazione, il Festival punta soprattutto sui valori simbolici del fiore, il cui nome deriva dal greco e significa “arcobaleno”.

Nella migliore delle tradizioni di Bruxelles, non mancano musica e divertimento. L’appuntamento clou è l’ Electro Night di sabato 3 maggio: un enorme dj-set che vedrà alternarsi i nomi più importanti della musica elettronica internazionale, allestito nella magica cornice della Place de Palais, trasformata per l’occasione in un “dance floor” a cielo aperto dove scatenarsi per tutta la notte.

Emblema di fiducia, amicizia e verità, l’iris incarna i principi fondanti dell’Unione Europea, a cui il Festival dedicherà ampio spazio: l’evento, infatti, si svolge nello stesso periodo della Festa dell’Europa (Europe Day), in memoria delle dichiarazioni di Schuman del 1950 che, di lì ad un anno, avrebbero portato alla costituzione della Ceca, la Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio, da cui si sarebbero poi sviluppate la Cee, Comunità Economica Europea, e l’Unione Europea. Per l’occasione, sabato 4 maggio Bruxelles apre le porte del Parlamento Europeo al pubblico. Visite guidate all’interno dell’edificio, concerti, esibizioni, workshop, convegni: tutto ciò verrà offerto nel corso di questa speciale giornata. A chiudere la giornata, da non perdere anche il grandioso spettacolo dei fuochi d’artificio, che andranno ad illuminare il cielo sopra Place de Palais.

Domenica 5 la scena del Festival si sposta nei parchi e nelle vie della città per una serie di sfilate, esibizioni di artisti di strada, feste ed eventi folkloristici adatti a tutta la famiglia. Il Parco di Bruxelles diventerà un vero e proprio teatro: verranno infatti organizzati giochi interattivi, esibizioni di ballo, spettacoli di circo ed altre attività per bambini. Per l’occasione saranno anche allestiti dei villaggi tematici, come quelli dedicati allo sport, alla scienza e all’Europa, e l’ Iris Food Corner di Place de Palais: circa 40 food truck, che permetteranno ai numerosi partecipanti della manifestazione di gustare piatti tipici e specialità provenienti da tutto il mondo.

Ampio spazio sarà dedicato anche alle rievocazioni storiche: l’iris, infatti, è legato a doppio filo al passato della città. E’ risaputo che cresce solo su terreni sufficientemente secchi e, secondo una delle leggende più accreditate, sarebbero stati proprio i fiori di iris a segnalare al duca di Brabante il percorso da seguire con le sue truppe per destreggiarsi tra i terreni paludosi che circondavano Bruxelles.

Il campionato dei tranvieri
In occasione del Festival dell’Iris, si celebrerà anche il 150° anniversario della nascita della rete tramviaria di Bruxelles, una delle più estese al mondo, con 3 diversi eventi che aggiungeranno ancora più fascino all’evento. Si parte il primo maggio con la sfilata dei tram che hanno fatto parte della gloriosa storia di Bruxelles: al pubblico verrà inoltre permesso di effettuare un giro a bordo di uno dei veicoli storici. A seguire, una mostra dei tradizionali treni locali: nell’occasione verranno anche presentati i nuovi modelli che circoleranno in città. Per celebrare al meglio questa speciale ricorrenza, il Manneken Pis, la statua storica di Bruxelles, simbolo dell’indipendenza e dello spirito degli abitanti della Capitale belga, il 2 maggio “indossa” una speciale uniforma da tranviere.

Infine, Stib (l’azienda dei trasporti pubblici di Bruxelles) ha organizzato il “Campionato Europeo dei Tram”, che eleggerà il migliore tranviere. La singolare competizione andrà in scena il 4 maggio e vedrà la partecipazione di autisti provenienti da 25 diverse città europee, compresa Milano.

Per saperne di più
visit.brussels/it
fetedeliris.brussels

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...