Festival e pellegrinaggi: in Portogallo il colore unico e la ricchezza di tradizioni nei luoghi di fede

images/stories/portogallo/2020Portogallo_Feste.jpg

Eugenio Serlupini, Lisbona / Portogallo

Sono tante e sono sempre tutte molto partecipate. Come accade in Italia, anche in Portogallo le ricorrenze religiose seguono una liturgia radicata nei secoli che, fra devozione e tradizione, sono ormai un appuntamento molto sentito dalla gente dei luoghi in cui si svolgono, tanto da diventare un vero e proprio patrimonio popolare. E pure eventi a cui assistere… Tanto che le Poste portoghesi dedicano ora una serie-cortometraggio di ben dieci francobolli a festival e pellegrinaggi religiosi che si tengono nel Paese lusitano.

 

(TurismoItaliaNews) La Festas de Nossa Senhora dos Remédios, il Peregrinação a Nossa Senhora de Fátima, il Círio e Romaria de Nossa Senhora do Cabo, la Festa dos Tabuleiros sono soltanto alcuni degli appuntamenti che si svolgono in alcune città portoghesi e che hanno ricevuto l’omaggio filatelico con la bella serie in circolazione dal 28 maggio. La presentazione è stata affidata a Paulo Mendes Pinto, autore del libro “Festas e Romarias - Lugares de Fé”, ovvero “Festival e pellegrinaggi - Luoghi di fede”, che è poi il filo conduttore di questo viaggio nella tradizione portoghese. “Qual è l’essenza della religione? Cosa significa essere ‘religiosi’? Molto è stato scritto e discusso su queste domande. Il luogo, la manifestazione, il sacro identificato in un determinato momento e tempo, e il rituale e la partecipazione a quell'evento sacro, tutto suggerisce una definizione che non è in grado di riflettere l’intero significato – sottolinea Paulo Mendes Pinto - da tempo immemorabile, tutte le religioni hanno caratterizzato il pellegrinaggio, la ricerca di luoghi sacri e il consolidamento di percorsi nella tradizione, nei gesti e nell’immaginazione. Molti dei luoghi più fortemente associati alla memoria e al simbolismo religioso hanno un viaggio nel momento della loro genesi. In quasi tutte le religioni, il calendario è scandito dal ritmo delle visite a vari luoghi santi”.

Festival e pellegrinaggi ricevono l'omaggio filatelico del Portogallo con la bella serie in circolazione dal 28 maggioTra gli eventi celebrati attraverso i francobolli, ci sono la Festas de Santo António, una danza popolare in uno dei quartieri tipici di Lisbona; la Festas de São João Batista, celebrazioni nella zona di Ribeira, a Porto; la Festas de São Pedro, una tradizionale processione marittima, a Montijo; la Festa dos Tabuleiros - Festa do Espírito Santo, una parata a Praça da República, a Tomar: si tiene ogni quattro anni e consiste nella benedizione dei tabuleiros, o vassoi: le strade vestite a festa, le trapunte alle finestre, i fiori lanciati sul corteo dei tabuleiros costituito da centinaia di ragazze che portano i vassoi sulla testa sono uno spettacolo indimenticabile. E poi il Peregrinação a Nossa Senhora de Fátima, una processione in onore di Nostra Signora di Fatima; la Senhora do Almortão, un’immagine della Senhora do Almortão in una giornata di pellegrinaggio; la Festas de Nossa Senhora dos Remédios, presentata con un’immagine notturna della celebrazione di questo pellegrinaggio; la Mãe Soberana - Senhora da Piedade, immagine colta in una giornata di pellegrinaggio, a Loulé; Círio e Romaria de Nossa Senhora do Cabo, presentata con sullo sfondo, il Santuario della Madonna di Cabo Espichel, a Sesimbra; e infine la Festas da Senhora da Agonia, con Gigantones e Cabeçudos a Praça da República, a Viana do Castelo.

Tomar, la Festa dos Tabuleiros“Nelle tradizioni cristiane, i documenti dei pellegrinaggi in Terra Santa risalgono al secondo secolo. I credenti cercarono di visitare luoghi in cui avevano avuto luogo la vita e il martirio di Gesù e dei suoi discepoli più diretti. Sia che si tratti di un viaggio alle origini di Gerusalemme e di altri luoghi che figurano nella vita di Cristo, al quartier generale della Chiesa di Roma, o ai siti locali e regionali, il cristianesimo è una religione di viaggi e percorsi – sottolinea Paulo Mendes Pinto - il cristianesimo nascente ha anche sperimentato un senso di pellegrinaggio fin dall'inizio, forse ereditato da quel passato non troppo lontano. Con migliaia di anni di tradizione, l'elenco dei luoghi di pellegrinaggio e feste cicliche in Portogallo è lungo e inesauribile. Il cristianesimo, come si può vedere in un’aspra critica da parte di San Martino di Braga, Martinho de Dume, nel suo 'De Correctione Rusticorum' ("Sulla correzione delle popolazioni rurali", VI secolo), adottò gran parte dei preesistenti culti politeisti, sia quelli che erano stati praticati a lungo in luoghi significativi fin dall'età del bronzo, sia quei festeggiamenti in onore di fiumi, sorgenti e foreste. Questo patrimonio ha dato al Portogallo un colore unico e una ricchezza di tradizioni che attraversa il Paese da nord a sud, dall'interno alla costa, con una serie di sfumature che vanno dal passato pagano e una cristianizzazione che era quasi sempre superficiale nel suo piccoli aggiustamenti di aspetto esteriore e nomenclatura”.

Per saperne di più
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.ctt.pt
www.facebook.com/Filateliactt

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...