INDIPENDENZA | Lituania, Estonia e Lettonia celebrano il centenario con una moneta comune, scelto il designer lituano Justas Petrulis

images/stories/lituania/2018LituaniaBozzettoEuroCentenario.jpg

Per il centenario dell’indipendenza degli Stati Baltici arriva la moneta commemorativa da 2 euro comune. Lituania, Estonia e Lettonia hanno deciso di coniare lo stesso “tondello” il cui soggetto è stato scelto attraverso un sondaggio popolare sulle decine e decine di bozzetti arrivati da varie parti del mondo. A vincere è stato quello del designer lituano Justas Petrulis che ha ricevuto il maggior numero di voti, 4.277.

 

(TurismoItaliaNews) Rappresenta le tre sorelle baltiche con i capelli intrecciati stilizzati la moneta da 2 euro con la quale Lituania, Estonia e Lettonia celebrano i cento anni trascorsi dalla proclamazione dell’indipendenza all’indomani della Rivoluzione russa del 1917, autonomia proseguita fino al 1940 con l’annessione all’Unione Sovietica e terminata nel 1991 con la nuova indipendenza. Sul retro della moneta compare il consueto soggetto realizzato dall’artista Luc Luycx.

In totale, 14.302 persone da tutta Europa e da quasi tutti i continenti hanno preso parte al voto online per la scelta del soggetto della moneta comune, coniata in tutti e tre i Paesi baltici. Il progetto vincitore ha ricevuto il 30% dei voti e rappresenta il passato comune, presente e futuro degli Stati baltici come un’unica treccia di capelli. Il creatore è il giovane designer lituano Justas Petrulis, che ha disegnato una moneta per la prima volta. Per il suo centenario, la Lituania ha comunque deciso l'emissione di quattro monete: una d'oro e tre d'argento.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...