Expo 2015, la Svizzera mette in pista le tre città eccellenza: Basilea, Zurigo e Ginevra

La prima è considerata la capitale culturale della Svizzera, la seconda sprizza energia per la vita, la terza è una città del suo tempo che garantisce un’eccellente qualità della vita. Sono rispettivamente Basilea, Zurigo e Ginevra, protagoniste nel Padiglione Svizzero ad Expo di Milano 2015 come partner ufficiali.

 

(TurismoItaliaNews) L’obiettivo della presenza di Zurigo, Basilea e Ginevra è quello di presentare una Svizzera urbana e culturale. E per questo si è scelto di concentrarsi sulle innovazioni, in particolare nei settori della scienza dell’alimentazione, dell’utilizzo sostenibile delle risorse e della produzione di generi alimentari. Inoltre, la presentazione a rotazione delle tre città nei basamenti dei silos del Padiglione elvetico, serve anche da piattaforma per attività nell’ambito della cultura, del turismo e dell’economia. Ad aprire è Basilea (dal 1° maggio al 12 giugno), seguirà poi Zurigo (dal 17 giugno al 2 agosto) e infine Ginevra (dal 17 settembre al 31 ottobre). Le tre città saranno presenti insieme nel periodo compreso tra il 7 agosto e il 12 settembre.

Basilea. Dove il Reno descrive una pronunciata insenatura e lascia la Svizzera in direzione del Mare del Nord, lì c’è Basilea. Grazie alla posizione particolare al centro del punto d’incontro delle frontiere di tre Paesi – Germania, Francia e Svizzera – la città è aperta sul mondo, è una potenza economica ed è culturalmente variegata. Definita anche Capitale culturale della Svizzera, Basilea è ai vertici europei nel settore delle arti figurative, dell’architettura e del design. Sebbene sia una piccola città, presenta un’impressionante offerta culturale: circa 40 musei, tra i quali il Museo d’Arte di Basilea famoso in tutto il mondo o la Fondation Beyeler, il Teatro di Basilea – il più grande teatro a programmazione mista della Svizzera – un Teatro dei musical e numerosi teatri minori nonché numerose gallerie e cinema. Con Art Basel la città ospita la più importante manifestazione fieristica di arte contemporanea del mondo. A questo va aggiunta una densità straordinaria di capolavori di architettura contemporanea che attira visitatori da ogni angolo del mondo: Herzog & de Meuron, Renzo Piano, Zaha Hadid, Richard Meier e molti altri hanno lasciato la loro impronta a Basilea. Ma anche le famose orchestre di Basilea, gli oltre mille concerti l’anno e le numerose manifestazioni musicali prestigiose rendono Basilea una vera e propria metropoli culturale.

 

Eccellente qualità di vita. Come molti studi continuano a dimostrare, Basilea è anche annoverata tra le città con la migliore qualità di vita al mondo. Il meraviglioso centro storico, i numerosi parchi e le zone di villeggiatura alle porte della città, l’ampia offerta di gastronomia, shopping e tempo libero, il Reno pulito nonché l’Euroairport Basel – Mulhouse - Freiburg che funge da accesso all’Europa fanno in modo che a Basilea tutto il mondo si senta benvenuto e a casa.

Eventi e scoperte d’importanza mondiale. L’Umanesimo, la tipografia e la prima università della Svizzera hanno segnato per tempo importanti traguardi a Basilea. Come mostra la presenza di Basilea all’Expo di Milano 2015, a Basilea si sono susseguiti innumerevoli eventi e scoperte che direttamente o indirettamente hanno cambiato il mondo. Vengono presentati sviluppi di rilevanza mondiale – che hanno avuto il loro inizio proprio a Basilea – nel campo dell’arte e della cultura, dell’architettura e del design, dell’economia, della scienza e della ricerca nonché della qualità della vita. Al contempo, viene fatto sia un collegamento al tema dell’Expo “Nutrire il pianeta, energia per la vita” sia alla necessità di un “nutrimento intellettuale”.

 

Zurigo. Con la sua straordinaria posizione sul Lago di Zurigo, il centro storico medievale, le innumerevoli offerte culturali e un’infrastruttura che funziona alla perfezione, la città offre una qualità di vita che non ha eguali in tutto il mondo. All’Expo di Milano, Zurigo intende quindi dare il suo contributo al tema generale “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. L’intenzione è quella di trasmettere che Zurigo, con la fondazione del World Food System Center, è un centro di competenza leader per la scienza dell’alimentazione e la produzione di generi alimentari. E poi è una metropoli sostenibile che si preoccupa per l’ambiente ed è una città estremamente interessante, ricca di creatività e cultura.

 

La presenza di Zurigo nel Padiglione Svizzero trasmette al pubblico dell’Expo tutte queste sfaccettature, avvalendosi di un racconto che ha come leitmotiv l’acqua di Zurigo. Il “Racconto dell’acqua di Zurigo” guida i visitatori in quattro atti attraverso le stanze allestite dell’esposizione e offre un assaggio della varietà e dell’attrattività di Zurigo. Il racconto inizia nel Lago di Zurigo dove si raccoglie l’acqua che proviene dalle Alpi che sovrastano il lago con un panorama mozzafiato. A Zurigo sono i pesci – trote e dafnie – a sorvegliare la purezza dell’acqua potabile che proviene per il 70% dal lago e sgorga da oltre 1200 fontane di acqua potabile. Fare un bel bagno nel centro città nel lago o nel fiume e poi rilassarsi su un prato o magari farsi una corsetta nel bosco: questo a Zurigo è possibile grazie al suo ambiente intatto. L’atto successivo del racconto mostra come l’acqua di Zurigo stimola la forza innovativa che caratterizza scienza e ricerca. In qualità di più importante luogo di formazione e ricerca d’Europa, Zurigo ospita con il Politecnico federale (Eth) e l’Università di Zurigo, non solo la migliore università del continente europeo ma anche la più grande università della Svizzera.

 

Il penultimo atto è dedicato allo stile di vita sostenibile, poiché l’acqua di Zurigo permette di coltivare in maniera sostenibile frutta e verdura in città. Un’azienda come “Frau Gerolds Garten” ne è un ottimo esempio: dalla produzione propria di verdura fino all’utilizzo di rifiuti organici per la creazione di biogas, il cerchio si chiude perfettamente. Per il gran finale entra in scena l’acqua di Zurigo come potenziale creativo senza pari nella città della cultura, per poi continuare a scorrere nell’incontaminata Limmat: nel 2016 Zurigo ospiterà infatti due eventi culturali esclusivi. La mostra biennale europea di arte contemporanea Manifesta si svolgerà a Zurigo e il dadaismo festeggerà il suo centesimo anniversario nella sua città natale.

 

Ginevra. Ginevra è annoverata tra le 10 città più vivibili al mondo. Un riconoscimento che si spiega in virtù della sua dimensione umana e dei suoi meravigliosi parchi. Anche la sua collocazione geografica contribuisce all’elevata qualità della vita. In effetti, a Ginevra, lo spettacolo è permanente: dallo sfavillante getto d'acqua sul lago alle nevi permanenti sul Monte Bianco – la più alta vetta d’Europa – passando per l’estrema punta del più grande lago dell’Europa occidentale.

 

La città si colloca nel cuore di un cantone che dispone di vasti spazi agricoli. Il settore più significativo, con una vasta varietà di vitigni, è la viticoltura che pone la città tra i tre più importanti produttori di vini in Svizzera. Una passeggiata dedicata al vino consente di approfondire le conoscenze sui prodotti del territorio. Ma Ginevra sorprende anche sul piano gastronomico con numerosi ristoranti premiati dalle guide più importanti.

Ginevra ha inaugurato il nuovo Museo etnografico, che si inserisce nella vasta costellazione museale di oltre una trentina di strutture tra le quali il Museo d’arte e storia. Anche la musica e il cinema ricoprono un posto di prim’ordine, proponendo tutti i generi musicali e numerosi festival cinematografici annuali che trattano diverse tematiche. Completano il panorama oltre una ventina di palcoscenici della città dedicati al teatro e alla danza. Infine, tradizione, competenza e innovazione sono le parole che simboleggiano Ginevra nel settore orologiero. Da quattro secoli e attraverso le generazioni, l’amore per la precisione, la bellezza e l’esclusività hanno conferito notorietà alla città, consentendole di essere oggi simbolo mondiale dell’orologeria di lusso.

 

Sul piano internazionale, Ginevra è stata teatro storico di innumerevoli negoziazioni. È la culla della Croce Rossa e del Museo internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Ospita la sede europea delle Nazioni Unite. Riconosciuta come capitale della pace, è anche sede di oltre 200 organizzazioni internazionali. Il cuore della città è un crogiolo unico di culture diverse che favorisce il benessere di tutti. Ginevra si distingue anche sul piano scientifico sia attraverso il Cern con l’acceleratore di particelle – frequentato dagli scienziati di tutto il mondo – sia attraverso i suoi musei dedicati alla scienza. Il Museo di storia naturale, il Conservatorio e il Giardino botanico, nonché il Museo di storia delle scienze unico nel suo genere in Svizzera con la sua collezione di strumenti scientifici d’epoca. Tempo per riflettere. Il percorso proposto da Ginevra nel Padiglione svizzero con tema “Il Tempo” porterà i visitatori a interrogarsi sulle nostre scelte individuali e collettive legate alla produzione e al consumo di cibo e sulle loro conseguenze. La città di Ginevra si rallegra di partecipare all’Expo Milano 2015 e di contribuire alla riflessione sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita” dal 17 settembre al 31 ottobre 2015 nel Padiglione Svizzero.

 

 

Per la Svizzera un padiglione da mangiare e da bere al 100%: tutte le anticipazioni

 

 

 

Per saperne di più
www.basilea-zurigo-ginevra.ch
www.facebook.com/basilea-zurigo-ginevra
www.basel.ch
www.facebook.com/CityBasel
www.twitter.com/CityBasel
www.zuerich.ch

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...