COLLEZIONISMO C’è Milanofil 2015: la rassegna filatelica più attesa da collezionisti e curiosi

(TurismoItaliaNews) Apre i battenti la XXVIII edizione di Milanofil, in programma da venerdì 10 a domenica 12 aprile 2015 al Mico - Milano Congressi. Un evento di grande prestigio per la filatelia italiana che costituisce un forte punto di attrazione dei più qualificati operatori economici del settore e delle amministrazioni postali straniere. Nel corso della manifestazione vengono presentate due nuove emissioni: quella dei cinque francobolli ordinari serie tematica "Il patrimonio naturale e paesaggistico” dedicati al turismo e quella del francobollo celebrativo della Banca Popolare di Milano nel 150° anniversario della fondazione.

 

Nello stand di Poste Italiane sono a disposizione dei visitatori i francobolli emessi negli ultimi anni oltre ai prodotti filatelici come il Libro, il Quaderno dei Francobolli, cartoline e folder e sarà esposta la famosa macchina criptografica Enigma, utilizzata durante la seconda guerra mondiale per la trasmissione in codice di messaggi. Nell’area adiacente allo stand sarà invece riprodotto un ufficio di posta militare da campo, come quelli utilizzati durante la guerra. Come ogni anno sarà riservato uno spazio dedicato ai giovani con la partecipazione di diverse classi della scuola primaria, già coinvolte nel progetto “Filatelia e Scuola”.

 

Per questa edizione l’IPZS ha realizzato il tradizionale Foglietto Erinnofilo, in vista dell’Expo 2015, scegliendo come soggetto Giuseppe Arcimboldi, pittore manierista lombardo famoso per le sue straordinarie "Teste Composte": ritratti burleschi eseguiti combinando tra loro, in una sorta di trompe-l'oeil, oggetti o elementi dello stesso genere, con lo scopo di desublimare il ritratto stesso. Le sue opere più celebri sono, in effetti, le tavole raffiguranti, in forma di ritratto allegorico, le quattro stagioni, due delle quali rappresentate nel foglietto dedicato, come tradizione, alla città di Milano. Un omaggio al capoluogo lombardo, con l’obiettivo di promuovere la cultura meneghina attraverso la valorizzazione di un prodotto molto simile al francobollo che, per le particolari caratteristiche e la tiratura limitata, si è imposto con gli anni nel mondo del collezionismo, settore dove gli artisti dell’IPZS rivestono il ruolo di autorevoli protagonisti.

 

“Collezionare francobolli offre l’occasione per fermarsi a riflettere sulla nostra storia, sui personaggi e sui simboli della nostra civiltà - ha osservato la presidente di Poste Italiane, Luisa Todini - un’opportunità tanto più preziosa in un mondo che viaggia sempre più veloce grazie alle nuove tecnologie. E’ intenzione di Poste Italiane trasmettere questa passione anche alle giovani generazioni dei ‘nativi digitali’: questo è a mio avviso il messaggio importante che può partire da Milanofil”.

 

In occasione della manifestazione, la Filatelia di Poste Italiane lancia la campagna "Spirito da collezionista", firmata da McCann Roma, oltre al concorso “Partecipa a Milanofil 2015 e vinci”, al quale si potrà partecipare compilando una cartolina distribuita all’interno dell’area espositiva.

Nel contesto di “Milanofil” l’Unione stampa filatelica italiana realizza una mostra di letteratura. Approntata da Giancarlo Morolli con il supporto operativo di Fabio Vaccarezza, viene così presentata dal curatore: “La filatelia arte affascinante, ricreazione dello spirito. Cent’anni di guide e trattati sul collezionismo di francobolli”. La rassegna presenta manuali e guide per la collezione di francobolli editi dal 1894 al 1994, resi disponibili dall’Istituto di studi storici postali onlus, dall’Archivio storico Bolaffi, dall’Associazione italiana di storia postale e da alcuni soci dell’Unione stampa filatelica italiana. In verità, la prima opera appare già nel 1864, è la “Guida-manuale per fare collezione di francobolli” di Ulisse Franchi, stampata a Firenze. È introvabile; attesta che, ventiquattro anni dopo l’emissione del “Penny black” e quattordici dall’entrata in servizio dei primi francobolli sul territorio italiano, la filatelia ha un numero di adepti tale da meritare un riferimento.

 

Le prime pubblicazioni presentate sono del 1894, anno in cui a Milano si tiene l’Esposizione filatelica internazionale. Una è scritta da Maria Rosa Tommasi, che “segue l’orma dei più dotti tra i filatelici nazionali ed esteri”, l’altra da Iacopo Gelli. Quest’ultima ha un piccolo manuale ed un grande (400 pagine) “dizionario filatelico”, che oggi chiameremmo “catalogo dei francobolli di tutto il mondo”. Cinque anni più tardi, la seconda edizione è corredata da un’appendice con le nuove emissioni; occupa ben 47 pagine, a testimonianza del loro espandersi.

 

Il Salone del francobollo è aperto al pubblico, con ingresso gratuito, nei giorni di venerdì e sabato dalle ore 9.30 alle 18.30 e domenica dalle ore 9.30 alle 14.

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...