Il giallo che conquista il gusto: i Limoni Igp di Rocca Imperiale, Alto Jonio Cosentino

La suggestione più grande è visitare gli agrumeti dove si raccolgono i frutti tre volti all’anno mentre sullo sfondo Rocca Imperiale sembra vigilare sul territorio. E in effetti è davvero così, perché accade dai tempi dell’imperatore Federico II. Dopo tanti secoli, oggi questa immensa pianura è famosa nel mondo per i suoi Limoni Igp, le cui peculiarità sono immediamente percepibili con tutti e cinque i sensi.

 

(TurismoItaliaNews) E’ una vera eccellenza italiana quella che nasce nella pianura di Rocca Imperiale e di cui ormai ne è testimonial nel mondo. Sono i Limoni Igp, la cui produzione risale al Seicento mentre è nel periodo compreso tra il 1865 e il 1870 che sono iniziate le prime esportazioni, in occasione delle fiere che si svolgevano a Napoli. Oggi a tutelare il prodotto coltivato su 500 ettari, c’è il Consorzio di tutela Limoni Rocca Imperiale Igp guidato dalla presidente Marianna Latricchia: 26 le aziende associate tra produttori diretti e addetti al confezionamento, con export di solo prodotto fresco in Francia, Germania e Gran Bretagna oltre alla grande distribuzione italiana.

“In questo territorio è possibile produrre limoni straordinari – sottolinea la presidente del Consorzio – grazie al microclima e alle caratteristiche del terreno”. La cultivar è una mutazione spontanea del diffusissimo Femminello Comune, che appartiene alla specie botanica Citrus limon Burm: in questi ultimi anni (anche per effetto della riconversione di vigne che producevano uve da vino e da tavola) sono stati costituiti nuovi impianti che hanno puntato su questa cultivar soppiantando pure le varietà di agrumeti già esistenti. “Il Limone di Rocca Imperiale Igp – ci spiega ancora Marianna Latricchia - ha forma allungata, medie dimensioni e la sua buccia è di colore variabile dal verde chiaro al giallo. Quasi priva di semi, la polpa è di colore giallo pallido, il succo abbondante e chiaro, né acido né amaro, con una concentrazione superiore al consueto”.

 

La peculiarità è dunque il giusto equilibrio tra sostanze aromatiche e acidità del succo, grazie ad una resa di quest’ultimo superiore al 30% e ad un contenuto in limonene (olio essenziale che conferisce al prodotto un profumo intenso e persistente) superiore al 70%.

Tutto grazie ai terreni in cui si sviluppano gli agrumeti e all’effetto di un clima mitigato in inverno dalla vicinanza del mare. Non solo: essendo le aree destinate alla coltivazione ad una quota media di 200 metri, le escursioni termiche tra il giorno e la notte favoriscono la buona colorazione della buccia e l’esaltazione del profumo degli olii essenziali presenti. A proposito: è qui che nasce anche l’Arancia tardiva, biondissima e dolcissima.

 

E per gustare limoni ed aranci dalla primavera alla fine dell’estate basta essere da queste parti. Nella prima metà di agosto si svolge anche la Sagra dei Limoni di Rocca Imperiale, l’occasione giusta per apprezzare il prodotto attraverso menù ad hoc o una classica limonata.

Per saperne di più
Consorzio per la tutela e la valorizzazione
del Limone di Rocca Imperiale
Via Castello Aragona - Rocca Imperiale (Cs)
tel. +39 0981 936405

 

A Rocca Imperiale la storia racconta tra gli agrumeti la potenza dell’imperatore Federico II

 

Cerchiara, il pane buono delle donne: tradizione familiare, passione e competenza

 

Benvenuti a Lagaria, la città di Epeo costruttore del cavallo di Troia. Che sarà ricostruito...

 

 

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...