Uganda, conserving for generations: con i parchi e le riserve naturali si candida ad essere la migliore destinazione ecoturistica africana

Giacomo Celletti, Kampala / Uganda

Nel cuore del Continente Nero, l'Uganda può oggi vantare la fama di "Perla d’Africa" grazie alla sua storia, alla sua strepitosa biodiversità, alla sua gente incredibilmente allegra e disponibile. Ed ultima, ma non ultima, la punta di diamante del Paese centroafricano: le sue bellezze naturali. Dieci parchi, 12 riserve naturali, 13 santuari naturalistici e 5 aree di gestione della fauna selvatica costituiscono il punto di forza della nazione, dove dal 1996 l’Uwa lavora per trasformarla in una delle migliori destinazioni ecoturistiche africane. Una terra tutta da vivere.

 

(TurismoItaliaNews) Uwa, ovvero Uganda Wildlife Authority, impegnata in prima linea per tutelare l’ambiente naturale, dove i paesaggi della Rift Valley e le foreste tropicali sono sfondi spettacolari per una vasta varietà di flora e fauna. Basti considerare che questo Paese non ha rivali sul continente come destinazione per il birdwatching grazie ad oltre mille specie di uccelli, “molti dei quali non si possono trovare in nessun altro luogo del pianeta” sottolineano dall’Uwa. Non solo: l’Uganda è anche sede di ben tredici tipi di primati, tra cui oltre la metà dei gorilla di montagna di tutto il mondo; e il nostro parente più prossimo: lo scimpanzé. Ecco perché qui arrivano da tutto il mondo nei suoi parchi per “tradizionali” safari nella savana insieme a gite in barca, escursioni in foresta, alpinismo e attività di ricerca della fauna selvatica: dall’esplorazione della Kidepo Valley agli avvistamenti dei “leoni arrampicatori”, dal trekking sui vulcani Virunga alla scalata delle innevate Rwenzori Mountains. O magari per imparare le antiche tradizioni tribali o semplicemente rilassarsi in un lodge circondato da meravigliosi immagini e suoni di quella che vuol essere la destinazione più ospitale dell’Africa.

Ma cosa riserva allora, più in dettaglio, l’Uganda? Caratterizzata da una modesta superficie in rapporto ai vicini Stati (poco più di 240.000 chilometri quadrati), presenta un territorio estremamente variegato, sfoggiando la presenza dei due simboli africani per antonomasia: la Grande Rift Valley, che costeggia il Paese da nord a sud, e il Lago Victoria, condiviso a sud-est con Kenya e Tanzania. Le grandi foreste pluviali del bacino del fiume Congo ad occidente si trasformano più a nord in zone semiaride per la presenza del Deserto del Sahel, fino a sfociare ad est nelle savane della pianura di Serengeti, dove le acacie africane regnano sovrane.

 

Il Paese ospita il Murchison Falls National Park, il più grande parco nazionale del Paese che si estende per oltre 3.800 chilometri quadrati. Principale attrazione è il Murchison Falls, dove le acque del fiume Nilo arrivano a comprimersi attraverso uno stretto canyon, prima di tuffarsi da un’altezza di 43 metri. Insieme al Kidepo Valley National Park, il Murchison Falls National Park è l’unico parco in Uganda ove è possibile incappare in gruppi di giraffe che stanziano, saltuariamente, lungo le sponde fluviali. Coccodrilli del Nilo, ippopotami e molteplici specie di uccelli acquatici, invece, gravitano stabilmente all’interno dell’area.

Altra meraviglia naturale dell’Uganda è il Mount Elgon National Park. Con i suoi 4.000 chilometri quadrati il Monte Elgon è la più ampia caldera del mondo, posta proprio sulla linea di confine con il Kenya, e funge da punto di ristoro dalle bollenti temperature delle pianure circostanti per la fauna. Invero, branchi di elefanti africani, bufali, scimmie delle foreste e piccole antilopi vivono all’interno del versante del Monte Elgon. Il parco ospita oltre 300 varietà di uccelli, incluso il gipeto, un rapace ad elevatissimo rischio estinzione.

 

L’Uganda rappresenta anche un habitat di essenziale importanza per il 50% dei gorilla di montagna di tutta l’Africa, grazie soprattutto alle condizioni ambientali estremamente favorevoli e alle normative particolarmente conservative. Ed è proprio per questa ragione che il visitatore ha un’opportunità unica per poter osservare la più grande scimmia del pianeta allo stato selvatico all’interno del Bwindi Impenetrable National Park (Patrimonio Unesco insieme al Rwenzori Mountain National Park).

Se è vero che il gorilla di montagna è la più grande scimmia rilevabile in massa allo stato selvatico, è altresì vero che non è l’unica scimmia presente all’interno dei parchi nazionali ugandesi: scimpanzé e cercopitechi (tra i quali due specie di colobi) abbondano nelle foreste pluviali tropicali. Ma la fauna selvatica dell’Uganda non è certo circoscritta ai primati. Il bufalo africano, l’ilochero (noto anche come "maiale delle foreste"), il tragelafo striato (una piccola antilope della stessa famiglia del cudù) ed il cefalofo (un’ancor più piccola antilope tipica dell’Africa subsahariana) popolano le lussureggianti foreste del Kibale National Park, divenuto a tutti gli effetti "Capitale mondiale dei Primati".

 

Al Queen Elizabeth National Park, la più popolare meta turistica del Paese e facilmente raggiungibile dalla capitale Kampala, si possono invece frequentemente incontrare leoni, leopardi, antilopi kob, coccodrilli del Nilo, elefanti africani e facoceri, oltre che stormi di fenicotteri rosa in prossimità delle superfici lacustri. Il parco vanta, inoltre, la più grande colonia di ippopotami del mondo.

Il birdwatching, infine, è il leitmotiv che accomuna tutte le riserve naturali accessibili ai turisti. Numerose sono infatti le specie di uccelli, endemiche e non, che popolano le foreste pluviali ugandesi e che ogni anno attirano consistenti gruppi di appassionati di avifauna.

 

Per saperne di più
Uganda Wildlife Authority
Plot 7 Kira Road, Kamwokya
P.O.Box 3530 - Kampala, Uganda
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.ugandawildlife.org
www.facebook.com/ugandawildlifeauthority
www.visituganda.com
www.steadysafaris.com
www.lodgebellavista.com

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...