BTS 2015 Programmazione e promozione turistica, in Toscana dal 2016 si cambia: arriveranno progetti e si dovrà fare rete

(TurismoItaliaNews) Il 22 per cento della popolazione italiana pratica sport in modo continuativo e 18 milioni di persone sono interessate in prima persona all'esercizio dello sport. Percentuali e numeri che la dicono lunga sulla potenzialità del segmento del turismo legato al tempo libero e al benessere, vale a dire il core business della Borsa internazionale che Montecatini Terme dedica anche quest'anno al tema, richiamando buyers e sellers da mezzo mondo nella cornice liberty delle Terme Tettuccio.

 

Ad approfondire il contesto della domanda e dell'offerta sullo scenario internazionale, la cui conoscenza è indispensabile per la programmazione e la promozione dei territori, è stato Giovanni Calì, executive manager di Toscana Promozione, l'agenzia che si appresta a cambiare pelle e a tramutarsi dopo 15 anni in un ente strumentale della Regione Toscana. “Quello del turismo attivo – ha sottolineato Calì – è un mercato con un potenziale molto alto perché presuppone forme di turismo diverso: dalla partecipazione fisica a quella mentale, sino al risvolto esperienzale”. E l'Osservatorio nazionale del turismo ci dice che è un trend in crescita, con il cicloturismo in cima agli sport preferiti a cui si abbina una vacanza, seguito da trekking, equiturismo, golf...

“Su questo versante, dal punto di vista dell'offerta per il turismo attivo, la Toscana è forse la più ricca in Italia – ha aggiunto Giovanni Calì – e ovviamente il mercato di riferimento valica i nostri confini, se si considera che solo in Europa oltre il 40 per cento di cittadini sono interessati. Nel 2014 questo tipo di proposte in Toscana ha raccolto il 9,6 per cento di flussi corrispondente ad 1,7 milioni di arrivi e a 4,2 milioni di presenze”. I Campionati del mondo di ciclismo su strada svoltisi nel 2013 proprio in Toscana (con le le partenze divise fra le città di Firenze, Pistoia, Montecatini Terme e Lucca) hanno fatto da traino e la stessa Toscana Promozione ha elaborato diversi progetti per lo sviluppo del cicloturismo anche grazie all'esperienza acquisita insieme alla consapevolezza di possedere scenari e circuiti unici.

 

Ma se il passato ruotava intorno al piano promozionale, la modifica del quadro normativo (e la riduzione delle risorse economiche disponibili) rende oggi necessario un cambiamento, sul quale ha particolarmente posto l'accento l'executive manager: “E' assolutamente necessario creare un sistema di rete di imprese: dal 2016 si lavorerà su progetti di sistema e si dovrà delineare una proposta integrata sul territorio. Si dovrà cioè elaborare un progetto sistemico sul turismo attivo a livello regionale in cui la stessa Bts dovrà avere un suo ruolo. In sostanza non si potrà più avere un piano di attività sparpagliate, ma reti territoriali in grado di rispondere alla domanda estera e persino orientarla. E sarà la Regione a fornire gli indirizzi e a sostenere i progetti”.

Intervenendo anche lui nel dibattito, il presidente di Bts Dante Simoncini si è detto “soddisfatto per questa apertura verso il segmento in un'ottica di integrazione, innovazione e sviluppo. Del resto la Bts – ha aggiunto Simoncini – ha già colto la necessità di cambiamenti, a partire dalla nuova collocazione del periodo di svolgimento della manifestazione e del format nel 2016, alla luce di tanti cambiamenti avvenuti. Il ruolo della Regione diventa strategico nel fornire indirizzi nei quali vanno a muoversi i diversi attori sulla scena”.

 

Taglio del nastro per la Borsa del turismo sportivo e del benessere termale, l’ultima edizione che si tiene in ottobre

 

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...