In bicicletta su e giù per il Bel Paese: sempre più decidono di scoprire l’Italia sulle due ruote

Sono sempre di più gli italiani che scelgono di trascorrere sulle due ruote le proprie vacanze. Un’esperienza che tanti stranieri già da tempo vivono sulle strade del Bel Paese alla ricerca di luoghi e scorci che si possono vedere, vivere e godere in modo completamente diverso. E così sono sempre di più i tour operator specializzati nei viaggi in bicicletta che attraggono anche chi in Italia ci vive ma vuol conoscerlo in modo diverso.

 

(TurismoItaliaNews) Simonetta Bike Tours, specializzata in “cicloavventure per turisti curiosi” come recita in claim, è un operatore di Verona che in catalogo presenta una serie di destinazioni da nord a sud: “Per le nostre proposte abbiamo scelto la qualità – ci spiegano - prestiamo particolare attenzione a tutti gli aspetti che rendono un viaggio in bicicletta piacevole, divertente, unico. Siamo specializzati in viaggi cicloturistici di gruppo, con accompagnatori. Percorsi accuratamente studiati e testati”. In Italia, purtroppo, esistono ancora poche strade dedicate ai cicloturisti; perciò questo tour operator veneto preferisce inserire nei propri itinerari facili tratti sterrati o creare percorsi più articolati, se questo può garantire maggior tranquillità e piacevolezza all'escursione. “La ricerca e lo studio dei percorsi è uno degli aspetti che più ci caratterizza e ci qualifica” aggiungono da Simonetta Bike Tours. Arte, natura e cultura: il giusto equilibrio di questi elementi qualifica il viaggio in bicicletta. Se alcuni tour sono più orientati sull'aspetto naturalistico o culturale, non mancano mai le altre prospettive.

“Prevediamo visite guidate di centri storici, ville, castelli o abbazie e degustazioni di vini doc; tutte attività che il singolo viaggiatore difficilmente riesce a effettuare da solo. Il nostro obiettivo è far godere il viaggio senza preoccupazioni per questo abbiamo scelto di offrire il tutto compreso: cene con bevande incluse, e per la pausa pranzo un buffet di prodotti freschi. Alberghi confortevoli e cucina di qualità. Riteniamo un piacere visitare a piedi le città dopo una giornata in bicicletta, per questo i nostri alloggi sono nei centri storici o comunque in luoghi caratteristici. I menù delle cene sono attenti alla cucina locale e ogni sera diversi. Per correttezza e trasparenza indichiamo nei nostri programmi di viaggio i nomi e i siti web degli hotel”.

 

I gruppi prevedono un numero limitato di partecipanti in quanto il piccolo gruppo garantisce un'ottima socialità, amicizie inaspettate e bei momenti conviviali. Ogni gruppo, in base al numero di partecipanti, ha due o tre accompagnatori. Uno o due guidano il gruppo in bicicletta, un altro conduce l'auto al seguito: “Sono persone preparate, motivate, dinamiche, attente, allegre e amano stare in compagnia. Il veicolo di assistenza tranquillizza il gruppo ed è disponibile per ogni eventualità”.

Ed ecco alcuni degli itinerari consigliati, come quello che attraversa la Valpolicella, conosciuta in tutto il mondo per i suoi straordinari vini doc: l'Amarone, il Valpolicella, il Ripasso, il Recioto e altri ancora. L'ampio territorio, posto a nord di Verona, è composto da vallate digradanti verso la pianura, verso est tocca il Lago di Garda; la Valle del Torrente Alpone è l'ultima ad ovest. Il paesaggio, lievemente ondulato, ha prevalenti coltivazioni a vigneto, disposte in trame mai uguali, che si alternano con gli oliveti, campagne e isolati filari di cipressi. Anche l'olio, soprattutto nella zona del Lago di Garda, è un prodotto pregiato. “Nei nostri percorsi in bicicletta vogliamo accompagnare i partecipanti alla scoperta degli angoli più nascosti e suggestivi di questo paesaggio a volte di una bellezza struggente. Facciamo in modo che restino un ricordo prezioso: la poesia dei panorami, le eleganti ville padronali, le antiche costruzioni rurali, i muretti a secco, le cantine con le nascoste barricaie, i vini corposi — anche di coltivazione biologica — che assaggeranno, la simpatia delle persone che si incontrano”.

 

Oppure Aquileia e Laguna di Grado, dai vigneti dell'entroterra alla foce dell'Isonzo, lungo il mare. Un facile itinerario nelle Terre di Aquileia che dalle campagne coltivate a vigneti, per canali e piane bonificate, arriva all’Adriatico. Dalla Riserva naturale della foce dell'Isonzo, da cui si gode la vista sul Golfo di Trieste, si percorre una lunga pista ciclabile, bordo mare, fino alla Riserva naturale di Valle Cavanata, abitata da numerose specie di uccelli. Si visitano Strassoldo, piccolo borgo medievale ben conservato; Palmanova, cinquecentesca città a forma di stella a nove punte; Aquileia, città romana che conserva una zona archeologica, un maestoso campanile e una splendida basilica con mosaici paleocristiani. Per finire, si entra a Grado, l'isola d'oro dalle fattezze veneziane, con il duomo paleocristiano e l'antichissimo battistero ad architettura ottagonale, impreziosita da un dedalo di isolotti che formano la sua suggestiva laguna. Si passa da Strassoldo, Clauiano, Palmanova, Grado, Riserva Valle Cavanata, Riserva Foce dell'Isonzo, Aquileia.

O ancora la Puglia e Matera: dai Sassi ai trulli, nel verde entroterra pugliese. L’itinerario parte dal mare e si conclude al mare; si sviluppa nell'entroterra, nella bellissima campagna pugliese costellata di olivi, mandorli, orti e trulli. Si visitano solari cittadine, splendide cattedrali romaniche e l'ineguagliabile Matera, candida città presepio, con i suoi Sassi, le chiese rupestri e la Gravina misteriosa nella quale si va a scovare la chiesetta di Cristo La Selva e la Cripta del Peccato Originale, una grotta affrescata, gioiello nascosto nella campagna. Attraverso un paesaggio lievemente ondulato si arriva alla Murgia, l'altopiano carsico che attraversa Puglia e Basilicata. Lungo il percorso si visita la fortezza federiciana di Castel del Monte che si erge in mezzo alla campagna sconfinata. Lasciata Matera ci si inoltra fra i trulli della Valle d'Itria. Ci si dirige poi verso la costa passando da Ostuni, la città bianca; si scende e si attraversa il Parco delle dune costiere, passando tra coltivazioni di olivi centenari, e si arriva infine al mare, lungo una costa che alterna basse scogliere a calette di sabbia. Conclusione a Polignano a Mare, che si erge fiera su uno sperone roccioso a picco sul mare.

 

Per saperne di più
www.simonettabiketours.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.– tel. +39 334-5487382
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.– tel. +39 349-2448114
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.- tel +39 320-0599523

 

I segreti di Castel del Monte: l’antico maniero di Federico II capolavoro unico dell’architettura medievale

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...